Fassi Albino: a Marghera per la tanto attesa rivincita

Primo impegno domenicale del 2016 per il Fassi Edelweiss Albino che si recherà nel bunker del PalaStefani di Marghera per il match (arbitri Lanciotti di Porto San Giorgio e Fratalocchi di Fermo) valido per la 15^ giornata della Serie A2 con palla a due in programma alle ore 18 in punto.

Inutile fingere, per entrambe le formazioni non è una gara come le altre, in particolar modo per l’evidente voglia di rivincita di capitan Locatelli e compagne che, dopo le vicissitudini del 17 ottobre e del conseguente replay-match perso (finale 47-61) amaramente un mese e mezzo più tardi, hanno l’unico obbiettivo di portare ad Albino il vessillo della vittoria.

Altrettanto motivate e sicuramente gasate dal, per certi versi, sorprendente campionato le biancoblu del Giants Marghera non vorranno in alcun modo fermare il cammino che le sta vedendo protagoniste col 5° posto in graduatoria in coabitazione con Alpo Basket, a maggior ragione dopo l’impresa sfiorata nello scorso weekend sul campo della capolista imbattuta Pallacanestro Broni.

Al terzo scontro in stagione ormai ben noti dalle biancorosse seriane i punti di forza del team veneziano: una delle playmaker più forti del campionato, leader e talento indiscussi, Erika Striulli classe 1990 (13,1 pts 3,6 rbs 4,0 ast in 34,8 minuti di media) sta trascinando le sue compagne verso le alte vette della classifica, a fianco a lei l’esperienza di Carla Fabris, pivot classe 1986, a cui è affidato il pitturato dove produce 11,9 pts col 58,8% da 2 + 7,6 rbs in 31,8 minuti, mentre nello spot di guardia tiratrice viaggiando a 15,1 pts col 37,5% da 3 + 4,9 rbs in 33,4 minuti ritroviamo la 25enne top scorer Irene Mattiuzzo. La crescita esponenziale delle “Giganti” è direttamente proporzionale all’esplosione delle giovani promesse del vivaio quali sono le classe 1999 Clara Chicchisiola, ala di 183 cm, e Giulia Cecili, play dal tiro mortifero di 165 cm, ben imitate dalla “pulcina” del gruppo e neo convocata con la Nazionale Italiana Under 16 Beatrice Baldi, ala classe 2000 di 185 cm. A fine novembre durante la ripetizione dell’incontro non poté dare a causa di un infortunio il suo contributo alla meritata vittoria la guardia classe 1992 Gaia Zussino che insieme all’altra veterana del gruppo Laura Nicolini (10,2 pts 4,4 rbs 2,5 ast in 24,8 minuti) si divide il ruolo di prezioso sesto uomo a disposizione dello staff tecnico biancoblu.

Con “Goga” Bedalov ferma ai box ci si aspetta qualche contromossa interessante rispetto alle due gare disputate nel 2015, l’aggressività e la determinazione a livello difensivo la faranno ancora da padrone per Striulli e compagne ma altrettanto certo sarà l’atteggiamento molto più energico e convinto delle Fassi girls! Una gara da vivere tutta d’un fiato dove limitare le palle perse sarà fondamentale tanto quanto gestire il ritmo che aveva dato grande vantaggio a Marghera in entrambe le precedenti occasioni… aspettativa che tutti i tifosi, al seguito e non, si augurano non venga disattesa dalle nostre ragazze e si dia continuità di rendimento con qualità da vera squadra così come dimostrato anche sabato scorso.

Al 4° miglior attacco del girone A (64,9 punti di media) bisognerà opporre una delle nostre migliori prestazioni difensive controllando la “luce” del gioco Striulli ed il suo temibile pick&roll con Fabris, senza farsi sorprendere sul penetra-scarica delle esterne che ha creato non pochi grattacapi nello specifico a rimbalzo difensivo. Nell’ultima seduta odierna coach Pasqua verificherà in ultima istanza le condizioni fisiche e tecniche della squadra per portare il Fassi ad affrontare un’importante gara come quella di domenica con la serenità e la giusta cattiveria estremamente indispensabili per la situazione attuale del roster seriano.

Alè biancorosse, regalatevi un pomeriggio da sogno!

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author