Fassi Albino, arriva il giovane talento del Sistema Rosa Pordenone

Terza partita in sette giorni per il Fassi Edelweiss Albino che, con un bilancio finora in pareggio (una vittoria ed una sconfitta), affronterà sabato sera alle ore 21 (diretta streaming sul canale YouTube della Lega Basket Femminile) il giovanissimo roster del Sistema Rosa Pordenone, società satellite della Reyer Venezia e campione d’italia in carica nella categoria Under 17.

“Una squadra come Pordenone non può che essere lo stimolo migliore per riprendere subito il nostro cammino dopo la battuta d’arresto di mercoledì sera” – presenta così la sfida coach Michele Pasqua – “talento tecnico e fisico che risiede soprattutto nel reparto lunghe, con le stelline Madera e Cubaj insieme ad un gruppo di esterne molto dinamiche, ne fanno un pericolo in ogni zona del rettangolo di gioco! Dovremo mettere in campo la nostra esperienza ma soprattutto limitare il più possibile le classiche fiammate di cui una formazione così giovane vive, tornando a gestire il ritmo partita per tutti e 40 i minuti”.

Come succede ormai da qualche stagione la storica società veneziana partecipa con i suoi migliori prospetti ad un campionato senior nazionale, quest’anno proprio l’A2, per dare modo a tutte le ragazze delle formazioni Under 18 e Under 20 d’iniziare a calcare una vetrina tecnica e fisica di un certo spessore. La collaborazione con Sistema Rosa Pordenone ha permesso negli ultimi anni di ottenere, nonostante la giovanissima età, dei risultati di assoluto pregio come le due promozioni consecutive alla fine delle ultime due finali playoff.

Dalla scorsa estate coach Da Preda può contare anche sull’innesto della pivot toscana classe 2000 più forte d’Italia (e forse non solo…) Sara Madera che insieme all’italo-albanese Lorela Cubaj, classe 1999 di 191 cm, forma una coppia di lunghe davvero invidiabile sia per talento che per fisicità. Da verificare la presenza, causa doppio impegno con la formazione di Serie A1 della Reyer, dell’ala tuttofare Francesca Pan mentre le altre due classe 1997 Rachele Porcu (play) e Giulia Zecchin (guardia) saranno quasi sicuramente del match. Le gemelle Anna e Giulia Togliani sono senza ombra di dubbio i cambi di lusso nel reparto esterne, nel pitturato invece l’ala classe 1998 Elena Castello offre i minuti di qualità necessari per allungare le già ampie rotazioni oro-granata.

Le ragazze del presidente Brugnaro sognano in grande anche in quest’inizio di campionato avendo recentemente sconfitto l’ambiziosa Basket Vicenza e, pur cedendo il passo alle pari classifica Basket Team Crema e Sanga Milano, si sono assestate nel gruppone al 2° posto in graduatoria. Chiaro che magari la mancanza d’esperienza potrà in alcune situazioni fare brutti scherzi ma sia per qualità di gioco che soprattutto talento individuale il Sistema Rosa resta sempre una squadra molto pericolosa da affrontare! A questo proposito sorgono dubbi sul roster e lo staff che domani sera a Torre Boldone saranno protagonisti contro il Fassi Albino dato che in concomitanza con l’impegno dell’A2 si sta svolgendo in queste ore la prestigiosa “Fiba Champion’s Cup Under 18” in Ungheria…

A prescindere da qualsiasi situazione o ipotesi paventata della vigilia le biancorosse seriane sono chiamate a gran voce a confermare quanto di buono sviluppato nelle prime due frazioni di gioco mercoledì sera e in buona parte di gara la settimana scorsa in quel di Costa Masnaga, l’approccio difensivo crediamo sarà una chiave tattica molto importante da unire ad un buon equilibrio di squadra nel momento in cui saremo impegnate nella fase offensiva. Vietato in ogni caso lasciare spazio alle iniziative delle nostre giovani avversarie, imporre il ritmo di gara sin dalla palla a due dovrà essere il tema principale di tutti quaranta i minuti!

Forza Stelle Alpine, rialziamoci in questa battaglia… la guerra è ancora lunga e tutta da combattere!

Commenta
(Visited 66 times, 1 visits today)

About The Author