Fassi Albino: domenica a Costa per tentare il colpo

Saranno 7 giorni di pura adrenalina per il Fassi Edelweiss Albino a partire da Domenica sera in quel di Costa Masnaga dove alle ore 18 in punto andrà in onda la 7^ giornata del campionato di Serie A2 (diretta streaming dal sito www.basketcostaweb.com) contro le padrone di casa del Basket Costa x l’Unicef, avversarie di splendide battaglie già due stagioni fa.

Il primo di una serie di tre importantissimi match, col replay game vs Giants Marghera mercoledì ore 20.30 a Torre Boldone, che ci daranno dopo quasi un terzo di campionato le prime vere indicazioni su quello che potrà essere il futuro delle “Stelle Alpine” in quest’annata sportiva.

L’ultima apparizione delle biancorosse alla palestra di via Verdi nella cittadina lecchese regala un ricordo particolare: la stagione del ritorno in Serie A (denominata al tempo Divisione Nazionale A3) fu ricca di emozioni durante tutto l’arco del campionato ed una delle più memorabili risale proprio alla gara di ritorno del girone di qualificazione quando dopo ben 3 overtime il Fassi Albino uscì sconfitto a testa altissima candidandosi in piena crescita tecnica e fisica a vera outsider… dopodiché abbiamo ancora tutti negli occhi come proseguì quella cavalcata entusiasmante!

La formazione del confermatissimo, nonché responsabile tecnico del settore giovanile, coach Gabriele Pirola ha letteralmente dominato nel 2014/2015 l’ormai scomparsa Serie A3 guadagnandosi meritatamente un ruolo importante, già avuto nel suo glorioso passato, nel secondo campionato a livello nazionale. Società amica guidata dal factotum Fabrizio “Bicio” Ranieri, il Basket Costa vive di una politica molto simile a quella fortemente voluta da tutto il management seriano, ossia un investimento a lungo periodo nelle giovanili da cui attingere in modo sempre più naturale ad ogni inizio stagione per rinfoltire numericamente ma soprattutto qualitativamente il roster della prima squadra.

Attualmente i punti di forza del team lecchese restano comunque giocatrici d’esperienza che fanno, come la più classica delle situazioni, da chiocce alle varie Del Pero, Mistò, Polato, Picarelli e tutta l’ottima compagnia. Masha Maiorano è indiscutibilmente da due stagioni la leader del gruppo, guardia tiratrice classe 1982 con 10 anni alle spalle in Serie A1, alla quale è stato affiancato da agosto il talento di Sara Canova, altra esterna classe 1989 che sta viaggiando a quasi 14 punti di media in quest’inizio di stagione. Al carattere e voglia di vincere di queste due pedine imprescindibili si aggiunge l’estro delle pupille di casa Francesca Pozzi e Michela Longoni, combo guard 24enni che completano il quintetto insieme all’unica vera e propria lunga Marta Meroni, classe 1993 di 185 cm. Alle prese con problemi fisici che ne stanno condizionando il percorso e l’apporto al gruppo, l’ala 26enne Lara Tagliabue rappresenta una considerevole variante tattica per coach Pirola ed insieme alla lungodegente Veronica Schieppati, in via di recupero da un brutto infortunio, vanno a formare un bel mix capace di giostrarsi in modo efficace sia fronte che spalle a canestro.

“Domenica dobbiamo aspettarci un’avversaria estremamente agguerrita” – avverte coach Michele Pasqua – “Maiorano e compagne punteranno su ritmi alti e grande aggressività in difesa, sulla loro capacità di essere fluide in attacco e su alcuni accorgimenti tattici. La nostra abilità nel farci trovare pronte sarà essenziale per poter poi impostare la partita sui binari a noi più congeniali”.

La sfida è dunque accesa, c’è voglia di proseguire e migliorare con una bella prestazione il percorso svolto finora sfruttando tutte le carte da poter mettere in tavola, sia dal punto di vista tattico che per le qualità viste sul rettangolo di gioco in questo primo scorcio di stagione. La svolta, speriamo iniziata domenica scorsa con la vittoria su Virtus Cagliari, deve obbligatoriamente passare per la forza del gruppo con i lampi di talento di tante singole in grado di fare la differenza a prescindere da età ed esperienza ma sempre con la giusta determinazione e cattiveria agonistica!

Ci sarà la diretta streaming, è vero… ma perché non sostenere capitan Locatelli e compagne col solito immancabile calore?! Tutti a Costa per tentare il colpaccio!

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author