Favola Cesarano: sono play off per la promozione. Prossimo avversario Cassino. Iovino: " Siamo in ballo, giochiamocela!"

Girone C Serie B 2015/2016: nel weekend tra sabato 30 aprile e domenica 1 maggio scattano i play off promozione e la Cesarano c’è, tentando alla scalata alla sesta promozione di fila, qualcosa di inimmaginabile per la storia recente del basket cosidetto ‘minors’.

La Cesarano ci arriva con il sesto posto conquistato in regular season e al meglio delle tre gare affronterà la Virtus Tsb Cassino che ha chiuso al terzo posto il campionato. La formazione di Di Capua, Sergio &Co. è reduce dal KO subito contro la Luiss Roma per 96-92

Sfida difficile che analizziamo con il coach dei salernitani, Luigi Iovino, nonchè una panoramica a tutto tondo sulla stagione della Cesarano targata 2015/2016.

Stagione conclusa, ora i play off. Sconfitta contro Roma al fotofinish, quindi il sesto posto come posizione finale.
 “Siamo sicuramente contenti di quanto fatto ad oggi. Siamo una neopromossa e abbiamo raggiunto i play off che erano il nostro obiettivo ambizioso dichiarato. Purtroppo la differenza canestri ci vede soccombere con Scauri e quindi se avessimo vinto contro Roma con la conseguente sconfitta di Scauri contro Maddaloni, avremmo preso il quinto posto; così non è stato e siamo finiti sesti con Scauri quinta.   Ci faremo trovare pronti ai play-off.”
Dopo l’addio di Petrucci e l’infortunio di Monacelli, come sta la squadra, i due nuovi innesti come stanno rendendo e come hanno reso??
“Abbiamo registrato durante l’anno la partenza di Petrucci che è tornato a casa all’Eurobasket Roma e giocherà per la vittoria del campionato e di Sansone, andato ad Isernia per trovare minuti in piu’ e lottare per la conquista della salvezza. Abbiamo sostituito i due ragazzi con l’arrivo di Salvatore Forte e Malik Diaye, due ragazzi giovani, under, ma di qualità.
Forte, partita dopo partita, si è inserito sempre meglio all’interno del nostro sistema di gioco. E’ un giocatore dalla grande tecnica e dalla grande qualità. Gli mancava un po’ il campo e il giocato ma dobbiamo pur sempre ricordarci che è un ragazzo davvero molto giovane. Ha però tutte le carte in regola per diventare un giocatore importante in categorie superiori. Malik viene dalla serie C siciliana e ci dà grande competitività in allenamento e ci permette di ruotare quattro uomini nei due spot di 4 e 5. Dispiace tanto per l’infortunio di Monacelli che era diventato per noi fondamentale. Speriamo di recuperarlo. Sono fiducioso.”
Ci sono chances per la Cesarano di arrivare alla sesta promozione di fila? La Serie A2 è fattibile?
“Qualcuno potrebbe dire questi sono matti. Hanno già raggiunto il loro obiettivo e con una squadra mix di giovani ed esperienza vogliono provare a raggiungere la promozione? Beh, ho detto alla squadra una cosa molto semplice. I play-off si giocano per vincere il campionato. Noi parteciperemo ai play off quindi non possiamo far altro che credere nella promozione. Non è la prima volta che una squadra classificatasi quinta o sesta vinca poi il campionato. Vogliamo essere un po’ matti però ci piace pensarla così. Sappiamo benissimo che ci sono squadre che hanno speso il doppio se non il triplo di noi e che quindi ci sono squadre che partono nettamente favorite rispetto a noi. Però spesso i pronostici sono fatti proprio per essere smentiti.”

Play off turno 1, la gara contro Cassino, che squadra è?

 

“Di fronte avremo Cassino che non hai mai nascosto tutte le sue velleità di promozione. E’ una squadra che può contare su 10 rotazioni, su 10 giocatori senior, di grande esperienza. Ad un gruppo già importante hanno aggiunto strada facendo due innesti di qualità: Liburdi e da poche settimane anche Berti in uscita da Napoli. Loro partono sicuramente con i favori del pronostico: hanno rotazioni piu’ lunghe di noi, maggior esperienza. Questo non significa minimamente che noi ci presenteremo lì da sconfitti o pensando di essere già eliminati. Con la giusta faccia tosta e con un pizzico di presunzione, ricordando che siamo già stati capaci di vincere in casa loro in campionato, andremo lì’ tranquilli per divertirci e giocare la nostra pallacanestro. Dobbiamo crederci. E’ il campo che decide chi vince o chi perde: al campo non interessa sapere qual è la squadra che ha il budget maggiore, quale squadra ha il maggior numero di giocatori. Proprio per questo sul campo daremo tutto quello che abbiamo”.

C.C.

 

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author