Ferrara - Magika, big match per il secondo posto

Quella tra Magika e Ferrara di sabato sera è senza dubbio una delle sfide più intriganti dell’intera A2 di quest’anno. Ferrara viene dal ko a La Spezia, la prima sconfitta stagionale per le estensi, mentre la Magika ha iniziato l’anno vincendo a Viareggio, anche se a fatica, ed ora il divario in classifica tra le due formazioni è di soli due punti. All’andata Ferrara vinse a Castel San Pietro Terme per 58 a 60, con un finale punto a punto grazie ad un bel recupero delle maghette, che tuttavia tirarono con basse percentuali proprio nell’ultimo quarto. Da allora tuttavia sono passati tre mesi e le squadre sono cresciute. Paolo Seletti presenta così questo big match tra la sua Magika e la forte PFF Group Bonfiglioli Ferrara.

 

“Noi siamo un po’ all’ultima chance per poter provare a rientrare sulle prime. E’ chiaro che loro in questo momento hanno fatto un campionato di profilo superiore al nostro, anche a livello di risultati. Per farla semplice: loro hanno fatto bene bene e noi soltanto bene. Nello stesso tempo abbiamo dimostrato che non andiamo sotto realmente con nessuno, quindi è una gara ampiamente nelle nostre possibilità. Soprattutto la possibilità di fare una prestazione importante passa attraverso la consapevolezza del nostro miglioramento che è continuo e palpabile dal nostro punto di vista per quanto riguarda la palestra, ma che ancora non riusciamo a trasferire ai 40 minuti di partita come vorremmo. Se questa cosa si verifica penso che siamo al livello anche delle prime due, se invece continua ad essere una cosa limitata alla settimana, a quel punto è giusto che loro ci stiano davanti. E’ una cosa che sta molto a noi e alla nostra capacità di essere consapevoli.

 

Loro sono fortissime e lo sappiamo. Sono una squadra molto esperta e con tutti i ruoli ampiamente coperti, con delle giocatrici che sono contemporaneamente estremamente fisiche ed estremamente mobili, è chiaro che sono una squadra rognosissima da prendere. Hanno tante opzioni, una capacità tattica importante, un allenatore che è molto sveglio.  Noi non possiamo fare una partita normale: in una partita normale abbiamo poche chance; in una partita straordinaria invece possiamo portarle ad un finale punto a punto come riuscimmo a fare all’andata, anche se quella dell’andata è una gara che fa un po’ storia a sé”.

 

Palla a due alle 20:30 al Pala Hilton Pharma di Ferrara, Piazzale Atleti Azzurri d’Italia.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author