Fiat Torino, Poeta: "Retrocedere sarebbe una sconfitta troppo grande"

Il campionato di Serie A sta osservando una lunga pausa, dovuta prima alle Final Eight di Coppa Italia, vinta a Firenze dalla Vanoli Cremona, poi agli impegni della Nazionale di coach Sacchetti, la quale venerdì, battendo a Varese l’Ungheria, ha conquistato l’agognata qualificazione ai Mondiali di Cina 2019.

A partire dal prossimo weekend, con la 20° giornata, tornerà a farsi maledettamente sul serio. Non solo nella corsa per un posto al sole nei Playoff, ma anche in coda, per evitare la retrocessione in A2. Una corsa che, al momento, vede impegnate quattro squadre: Vuelle Pesaro e Fiat Torino a quota 12, Oriora Pistoia e Grissin Bon Reggio Emilia a quota 10.

I torinesi, in particolare, saranno attesi da una trasferta sulla carta improba, al Forum contro l’Olimpia Milano di coach Pianigiani. Una di quelle tipiche partite che, in una situazione del genere, pur scendendo in campo per dare il massimo non vengono considerate tra quelle dove racimolare punti importanti.

Più in generale, a chiamare a raccolta l’ambiente ci pensa come al solito Peppe Poeta: “Il basket a Torino ha un grande valore e può crescere ancora tantissimo. Perdere la serie A sarebbe un suicidio, una grande sconfitta” – ha commentato a La Stampa – “Oggi prima di tutto bisogna salvare la parte tecnica. Cioè mettersi in salvo il prima possibile. Bisogna pensare solo a questo, perché il resto non è sotto il nostro controllo. Pensare ad altro sarebbe soltanto uno spreco di energie“.

Commenta
(Visited 62 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.