Il Fila è decimato dalle assenze, il derby del Taliercio va alla Reyer

Umana Reyer Venezia – Fila San Martino 74-37

REYER VENEZIA: Micovic 8 (2/6 da tre), Melchiori 5 (1/3 da tre), Carangelo 10 (3/3, 1/4), Sandri 6 (1/1, 1/4), Cubaj, Ruzickova 8 (3/8), Dotto 2 (1/5, 0/2), Fontenette 9 (2/9, 1/3), Walker 9 (1/7, 1/1), Favento 17 (4/4, 3/7). All. Liberalotto.
BASKET SAN MARTINO: Mahoney ne, Filippi ne, Amabiglia (0/1 da tre), Fassina 3 (1/3, 0/1), Bailey 9 (2/8, 1/5), Keys 12 (3/7, 1/1), Beraldo (0/2 da tre), Brutto (0/1 da tre), Sulciute ne, Gianolla 7 (1/7, 1/2), Sbrissa 2 (1/4, 0/2), Fabbri 4 (2/8). All. Abignente.
ARBITRI: Tirozzi di Bologna, Colazzo di Milano e Padovano di Ruvo di Puglia (BA).
PARZIALI: 17-11, 38-21, 59-27.
NOTE: Uscita per 5 falli: Bailey (38′). Tiri da due: Venezia 15/37, San Martino 10/37. Tiri da tre: Venezia 10/30, San Martino 3/15. Tiri liberi: Venezia 14/15, San Martino 8/14. Rimbalzi: Venezia 50 (Ruzickova 12), San Martino 33 (Fabbri 7). Assist: Venezia 19 (Dotto 4), San Martino 7 (Bailey 3).

Al Taliercio un Fila decimato dagli infortuni (out Mahoney, Filippi, Sulciute e Tonello) non può reggere l’urto contro l’Umana. Sostenute dai loro sempre eccezionali tifosi, le giallonere ci provano ma alla fine devono arrendersi alla seconda sconfitta stagionale. Uno stop che comunque arriva nella giornata in cui le Lupe, grazie alla vittoria di Ragusa su Napoli, acquisiscono la certezza di chiudere il girone di andata tra le prime quattro, e dunque si qualificano direttamente al secondo turno di Coppa Italia. Un grande risultato difficile da pronosticare a inizio stagione, vista l’agguerrita concorrenza.

In avvio, proprio in virtù delle tante assenze, coach Abignente parte con un quintetto inedito, schierando Sbrissa e Fabbri insieme a Gianolla, Bailey e Beraldo. C’è equilibrio nelle prime fasi, con Bailey che va a siglare il 7-7 al 6′. Il furto con contropiede di Fabbri vale anche il 7-9, e al 7′ San Martino è ancora avanti sul 10-11. Il quarto però si chiude con un break favorevole alla Reyer, che inizia già a far vedere la differenza di profondità tra le due panchine: Ruzickova firma quasi sulla sirena il 17-11 del 10′.

Venezia domina a rimbalzo (19 palloni catturati solo in attacco, contro i 23 di San Martino sotto lo stesso canestro), e in più è anche ispirata nel tiro da fuori, in particolar modo con l’ex Favento. Diventa sempre più difficile dunque per le Lupe rimanere aggrappate al match, e all’intervallo lungo il divario si è allargato sul 38-21.

Nel secondo tempo energie e lucidità calano, e riaprire la contesa diventa impossibile. Coach Abignente schiera spesso quattro giovanissime contemporaneamente, e loro rispondono comunque bene, come nel caso di Keys, per la seconda partita consecutiva top scorer delle sue. Il risultato però è ormai favorevole alla Reyer, anche se il gruppo di tifosi gialloneri continua a farsi sentire all’interno del palasport, sostenendo alla grande la squadra fino al termine.

Domenica prossima per il Fila ultima gara interna del 2016: a San Martino di Lupari arriverà La Spezia, e nel frattempo lo staff si augura di recuperare qualche infortunata.

GLI ALTRI RISULTATI. Broni-Umbertide 55-56, Ragusa-Napoli 72-55, La Spezia-Battipaglia 63-88, Torino-Vigarano 65-67, Lucca-Schio 61-53.
La classifica: Lucca, Schio e Venezia 16; San Martino 14; Ragusa e Napoli 10; Torino, Umbertide e Vigarano 6; Broni 4; Battipaglia e La Spezia 2.

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author