Final Eight 2019: Cremona batte Varese 82-73 e va in semifinale

E’ la Vanoli Cremona la prima semifinalista delle Final Eight 2019 di Coppa Italia. Al Mandela Forum, la formazione di coach Sacchetti ha sconfitto l’Openjobmetis Varese con il punteggio di 82-73, trascinati dalla coppia Crawford-Saunders (22 (5 rimbalzi) e 20 (7 rimbalzi) a referto) e da un decisivo Diener (7+9 assist). Avramovic (15+5 rimbalzi e 4 recuperi) e Scrubb (15+9 rimbalzi) non bastano alla squadra di coach Caja.

L’avvio di partita è tutto di marca Vanoli, che si porta subito sull’8-0; Varese prova a reagire, ma l’inizio impetuoso di Cremona conduce al 15-4 di Crawford a metà primo periodo. Nel finale di quarto, però, la squadra di coach Sacchetti riprende fiato, permettendo a Varese di riavvicinarsi fino al -4 del primo intervallo (19-15). Cremona parte forte anche nei secondi 10′, toccando il +9 grazie ad Aldridge e Stojanovic (24-15). Arriva però il momento migliore di Varese, con un break di 0-11, che produce il primo vantaggio per l’Openjobmetis (24-26). Questa sarà l’unica occasione nella quale i biancorossi saranno avanti nel punteggio; la Vanoli torna avanti con tre bombe di uno scatenato Crawford (43-37 al 18′). Il secondo quarto finisce sul 44-40 per Cremona.

Nel secondo tempo il copione non muta, con Varese troppo discontinua e Cremona che, pur non affondando definitivamente il colpo, mantiene alquanto tranquillamente il pallino del gioco in mano. La squadra di Meo Sacchetti arriva nuovamente sul +11 (55-44), per poi arrivare all’ultimo intervallo sul +8 (60-52). Il tira e molla a cavallo della doppia cifra di distacco prosegue anche nella prima metà di quarto periodo. Il canestro della staffa arriva a 4’50” dal termine, con la bomba di Aldridge per il nuovo +11 (70-59); a stretto giro di posta, Saunders dalla lunetta firma il +13 (72-59). Varese alza bandiera bianca, e il match si conclude sull’82-73.

Commenta
(Visited 48 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.