Final Eight Coppa Italia serie C: Rosazzo contro Ortona, la parola ai senior friulani

E’ tempo di Final eight di Coppa Italia di C. Domani, alle 15.15, nell’Arena Parigi 1999 alla Fiera di Rimini, la Calligaris Csb Corno di Rosazzo affronterà la We’re basket Ortona nei quarti di finale: diretta streaming su http://webtv.legapallacanestro.com/2014/. Queste le parole degli otto senior friulani.

Capitan Marco Diviach
«Partecipare alla Final eight di Coppa Italia, portando il nome di Corno e della Calligaris a questa manifestazione, è motivo d’orgoglio per squadra e società. Affronteremo questo nuovo impegno con la consapevolezza di potercela giocare fino in fondo con tutti senza timori e confortati dall’importante vittoria nel derby di campionato a Monfalcone che ha ribadito ancora una volta lo spirito e l’affiatamento del nostro gruppo. Sarà una fantastica esperienza da vivere intensamente. Con il massimo degli stimoli che finora ci hanno permesso di ottenere questo traguardo e lottare per i play-off in campionato».

Massimiliano Vecchiet
«La partita con Ortona non sarà per niente facile visto che gli abruzzesi forse sono tra i più forti. La vittoria nel derby a Monfalcone, però, ci ha dato grande carica e siamo più consapevoli della nostra forza. La settimana di pausa è servita a tutti per recuperare da qualche piccolo acciacco. Ovviamente, andremo a Rimini per cercare di vincere la Coppa sapendo che non sarà semplice e, nel contempo, sarebbe un traguardo molto prestigioso».

Andrea Avanzo
«C’è molta soddisfazione da parte di tutti perché, oltre ad esserci guadagnati la qualificazione in Coppa grazie a un ottimo girone d’andata, siamo reduci da un’importante vittoria nel derby a Monfalcone che ci ha dato serenità in vista del rush finale in campionato. Quindi, andremo a Rimini in tranquillità, ma decisi a fare bene e convinti di potercela giocare alla pari con le altre partecipanti. E’ la mia seconda esperienza in una Final Eight dopo quella di B dilettanti a Foligno nel 2010 sempre con la Calligaris. All’epoca, fu solo una “gita” anche se alla fine ebbi l’opportunità di giocare a 17 anni. Ora, è tutto diverso. Sono cresciuto, gioco con costanza, quindi ci tengo in maniera diversa».

Andrea Franco
«Arriviamo a questo appuntamento in un buono stato di forma avendo potuto recuperare da influenze e risentimenti muscolari vari. Personalmente, sono molto contento di prendere parte a questa competizione che raduna le migliori squadre della nostra categoria e a cui non avevo mai partecipato in passato. Affronteremo nei quarti un’ottima squadra consapevoli, tuttavia, di potercela giocare contro chiunque. Sarà anche una buona occasione per confrontarci con una formazione di un altro girone».

Riccardo Miniussi
«Andremo a Rimini convinti di potere fare bene anche se il sorteggio non è stato dei più fortunati. La settimana di riposo in campionato ci ha permesso di recuperare da qualche acciacco. Stiamo disputando una buona annata, ma non ci accontentiamo. Vogliamo ben figurare anche in Coppa Italia. Come sempre, scenderemo in campo per dare il massimo e vincere».

Siro Braidot
«Arriviamo carichi all’appuntamento dopo la vittoria nel derby a Monfalcone e la sosta che ci ha permesso di prepararci al meglio. La squadra sta bene, c’è qualche piccolo acciacco, ma fa parte del gioco. La possibilità di partecipare alla Final eight non capita ogni giorno. Per me sarà la prima volta, c’è grande emozione, ma anche determinazione nel non volerci fermare qui. La forza della nostra squadra è il gruppo, stiamo bene assieme e lavoriamo in grande serenità. Situazioni di questo tipo sono rare e i risultati ottenuti finora sono figli di questo clima».

Daniel Tonetti
«Siamo in una buona condizione di forma e abbiamo avuto la fortuna di riposare nello scorso fine settimana. Andremo a Rimini per provare a vincere consapevoli che giocheremo contro un’ottima squadra nei quarti di finale. Sarà la mia prima esperienza in una Final eight come per tanti altri miei compagni di squadra. Daremo il massimo tutti quanti, dal primo all’ultimo».

Luca Piccini
«Comunque vada, siamo orgogliosi di essere tra le prime otto squadra d’Italia di serie C. Sarà una bella emozione disputare la Final eight e cercheremo di giocarcela fino in fondo. Personalmente, il turno di riposo in campionato mi ha permesso di recuperare ancora di più dal problema muscolare, non sono al massimo, ma di sicuro sto meglio rispetto alle precedenti uscite. Nel 2010 a Foligno non giocai a causa di un infortunio. Stavolta non volevo e potevo mancare».

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author