Finali Nazionali U15: la Stella Azzurra è Campione d’Italia

Benetton Treviso – Stella Azzurra 51 – 67 (31-19; 9-15; 5-17; 6-16)

Benetton Treviso: Da Rin De Lorenzo 2, Battistuzzi 11, Vanin, Sarto 23, Smaniotto, Borsoi, Menoncello, Vendramin 6, Musajo, Danieli 5, Zecchin 4. All. Mian.

Stella Azzurra: Rinaldi 2, Pazin 15, Ugolini 11, Lafitte 14, Palumbo 16, Grillo, Di Noi, Donadio, Cupellini 2, Panopio 5, Castronovo, Bobroczkyi 2. All. Carducci.

La Stella Azzurra si laurea Campione d’Italia nella categoria U15 battendo in finale la Benetton Treviso dopo aver rimontato ad un gap di 12 lunghezze, mettendo il naso avanti nella terza frazione e conducendo poi fino alla fine toccando il massimo vantaggio conclusivo di 16 punti. Con questo successo la Stella Azzurra si conferma nella categoria U15 dopo la vittoria della scorsa stagione e bissa il successo di quest’anno ottenuto a maggio con la DNG. Ulteriore soddisfazione finale per Palumbo e Pazin inseriti nel quintetto ideale della manifestazione.

La Stella Azzurra prova subito a prendere il largo guidata da Palumbo e Ugolini ma la Benetton rimane incollata e si porta avanti con Sarto che scalda la mano e mette poi a referto 10 punti consecutivi consentendo ai suoi l’allungo. Da Rin De Lorenzo sigla il temporaneo +13 e Lafitte dall’altro lato scuote i suoi che cominciano a riprendere il ritmo pur chiudendo il primo periodo sotto ancora 31 a 19. La seconda frazione vede i ragazzi di coach Carducci riprendere l’inerzia del match in mano. La difesa stellina limita le soluzioni offensive avversarie ed i laziali ricuciono con calma il gap. Lafitte accorcia dalla linea della carità e riporta poi i nero stellati sul -2, Danieli e Sarto rispondono e Bobroczkyi carica i suoi con la schiacciata che fissa il punteggio sul 40 a 34 per la Benetton quando siamo arrivati alla pausa lunga.
Al rientro in campo la Stella Azzurra riprende con lo stesso piglio. Il gap si riduce e Pazin sigla dopo 3’ e 20’’ di gioco il sorpasso stellino. L’attacco di Treviso non trova soluzioni efficaci e i giocatori di coach Carducci continuano a spingere chiudendo la prima metà di periodo con un parziale di 11 a 3. Palumbo fa uno su due ai liberi ma Rinaldi a rimbalzo garantisce l’extra possesso, Pazin tenta la tripla, raccoglie Palumbo e sigla un gioco da 3 punti che porta per la prima volta la Stella Azzurra sul +6. Nel finire di periodo si segna poco e la frazione si chiude sul 51 a 45 per la Stella Azzurra. L’ultimo quarto è tutto di marca nero stellata: la Stella Azzurra incrementa ancora il gap rispondendo prontamente ai tentativi bianco verdi di rifarsi sotto, poi Pazin ruba palla a metà campo e in contropiede sigla il +9. Per i 3 minuti successivi le retine rimangono inviolate, ad interrompere il digiuno è Lafitte che mette a segno due scorribande in area e porta la Stella Azzurra sul +13. Con un minuto e 42 secondi ancora da giocare Pazin mette il punto esclamativo sul successo stellino andando a rubare palla a metà campo e schiacciando in contropiede. La Stella Azzurra può finalmente festeggiare la vittoria ed il titolo di Campione d’Italia. La gara finisce poi 67 a 51.
Tra i premi individuali due giocatori della Stella Azzurra sono stati inseriti nel Miglior Quintetto della Manifestazione: Mattia Palumbo e Djordje Pazin. Questi i nomi completi del Miglior quintetto: Alessandro Cipolla (Aurora Desio), Mattia Palumbo (Stella Azzurra), Alvise Sarto (Benetton Treviso), Omar Djeng (Armani Milano), Djordje Pazin (Stella Azzurra Roma). Marco Mian della Benetton Treviso è stato nominato miglior allenatore delle Finali.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author