Finali Nazionali U19: il Cilento Basket fuori dalla competizione

È finito questo cammino come il più classico dei film americani, quando sei li per arrivare al traguardo il fato non sembra essere benevolo. Abbiamo giocato contro le prime della Lombardia, Emilia Romagna e Lazio, probabilmente le scuole più importanti del panorama cestistico. Proprio contro Milano siamo stati avanti fino ad 1.30 minuto dalla fine, però forse doveva finire così, anche perché la vittoria più bella era stata già conquistata, quella di aver a disposizione un gruppo di giovani che si vogliono bene e che soprattutto si diverte quando gioca. Partivamo sfavoriti e ancora una volta abbiamo dimostrato tutta la nostra grinta e il nostro carattere, mettendo davvero paura a mostri sacri della pallacanestro. Non ci scordiamo quello che abbiamo fatto prima di arrivare tra le migliori 16 d’Italia, perché ci siamo laureati campioni regionali e abbiamo superato un difficilissimo concentramento ad Ozzano. Siamo stati anche sfortunati per non aver potuto schierare tutti i giocatori, ma anche chi non poteva essere presente ha dato il suo sostegno e questo è servito molto alla squadra. È un grande onore portare non solo il nome di Agropoli in giro per l’Italia, ma tutta la nostra regione, abbiamo combattuto i classici stereotipi e abbiamo fatto ricredere molta gente. Questo risultato è merito di questi ragazzi che hanno dimostrato il loro attaccamento a questi colori e a questa città. Oltre a queste parole mi sento di dire altre due cose: “Ragazzi meritate davvero un grande futuro.” Seconda cosa: “Grazie per quello che avete fatto e complimenti per questo risultato che ha scritto la Storia”.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author