Fip Sicilia: entra nel vivo l’attività a cura del Centro tecnico federale femminile

Con il raduno interprovinciale dello scorso fine settimana, entra nel vivo l’attività a cura del Centro tecnico federale femminile. Diversi i percorsi intrapresi dal Comitato regionale, sotto la supervisione dell’RTT Ninni Gebbia: un ampio monitoraggio regionale delle atlete nate nel 2001-2002, in vista del prossimo Trofeo delle Regioni, attenzione anche al gruppo delle 2002-2003 che, per la prima volta, parteciperà al “Memorial Fabbri”, il prestigioso torneo giovanile in programma a gennaio a Rimini. Continueranno inoltre ad essere monitorate le 2000, in ottica di una rete attiva per i centri nazionali.

“Il raduno interprovinciale – conferma Gebbia – è servito come primo contatto con le atlete 2003, previsto dal Centro tecnico federale femminile anche in vista dell’importante partecipazione al torneo di gennaio. La prima tornata, a Ragusa, ha coinvolto anche Siracusa, Caltanissetta ed Enna ed ha visto oltre 20 presenze. Circa 12 le atlete visionate nel concentramento di Messina e Catania. Meno di 10 elementi, infine, per il concentramento a Castellamare con le province di Trapani, Palermo e Agrigento. Alla luce di questi numeri, il nostro impegno sarà quello di sensibilizzare maggiormente le società della Sicilia occidentale per i prossimi raduni”.

Oltre agli interprovinciali, il Centro tecnico federale femminile è in moto per organizzare i raduni interregionali. “Lo scorso anno abbiamo collaborato con la regione Calabria – spiega Gebbia – contiamo di riproporre questa sinergia, contemporaneamente stiamo lavorando per verificare la fattibilità di una collaborazione con Malta. Potrebbe essere una ulteriore occasione di crescita per le nostre ragazze”. Nel frattempo le 2001 e 2002, dopo i primi raduni di Cefalù della scorsa settimana, torneranno ad essere visionate, al momento sempre in gruppi distinti, quasi certamente il 25 ottobre a Messina. “Un momento di confronto alla luce di quanto ascoltato nel corso del recente incontro a Roma, con tutti gli RTT nazionali convocati dal neo responsabile tecnico della Nazionale Femminile, Andrea Capobianco, e dal responsabile del settore squadre nazionali giovanili femminili, Giovanni Lucchesi, al fine di dettare le linee guida stagionali”.
Tante le iniziative, grazie all’attenzione del Comitato regionale, che però devono fare i conti con numerosi ostacoli pratici. “Non possiamo nascondere – ha concluso l’RTT Gebbia – le enormi difficoltà logistiche che il movimento sta incontrando. La difficoltà a spostarsi, a causa delle ben note carenze infrastrutturali, limita di molto la nostra operatività organizzativa, nonché l’identificazione di una sede facilmente raggiungibile da ogni provincia siciliana”.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author