FMC Ferentino, la stagione riparte con un derby

Riparte ufficialmente la stagione della FMC Ferentino, che affronta la neo-promossa Eurobasket Roma per la prima giornata di andata della Serie A2 Citröen – Girone Ovest. Al Ponte Grande va in scena uno dei quattro derby regionali che i gigliati si troveranno ad affrontare nel corso della regular season. Dopo un pre-campionato condizionato dagli infortuni ma comunque positivo (chiuso con cinque vittorie e quattro sconfitte) gli amaranto tengono a battesimo la squadra capitolina, che giocherà la prima gara della sua storia in A2. Le due formazioni si sono già affrontate in sede di preparazione, più precisamente nella finale 3°/4° posto del Torneo “Città di Ferentino”, giocato proprio sul parquet. In quell’occasione Raymond e soci s’imposero 63-61 ma la gara fu condizionata dalle assenze della coppia Imbrò-Sabbatino da una parte e di quella Stanic-Fanti dall’altra.

Queste le dichiarazioni del coach Luca Ansaloni: «Veniamo da una settimana regolare dove tutti si sono allenati regolarmente fin dall’inizio, mentre in pre-season abbiamo dovuto registrare diverse assenze. Contro l’Eurobasket mi aspetto un match con ritmi più alti rispetto a quello pre-stagionale, quando entrambe le squadre venivano da una gara giocata il giorno prima ed era normale ci fosse un po’ di stanchezza. La formazione di Bonora può contare su giocatori molto esperti come Stanic, Righetti, Bonessio, Malaventura e due americani, che hanno trascorsi importanti in Italia; sono molto bravi a gestire il ritmo delle partite, sanno quando bisogna correre e quando è necessario rallentare per tirare il fiato. Chiaramente nel nostro gioco ci sono ancora della lacune dovute agli stop forzati di alcuni elementi ma Musso, Gigli, Imbrò e Sabbatino sono giocatori con grande capacità di comprensione e riescono ad assimilare i dettami tattici alla svelta, proprio per questo motivo non sono preoccupato. Nonostante ciò c’è un po’ di incertezza dovuta all’attesa che ogni esordio si porta dietro c’è un po’ di incertezza dovuta all’attesa che ogni esordio si porta dietro».

Per Tommaso Carnovali «La partita sarà diversa rispetto all’amichevole che abbiamo giocato perché c’erano diverse assenze sia da parte nostra sia da parte dell’Eurobasket. Sono convinto che ci sarà più fisicità e che il match sarà più duro anche dal punto di vista mentale, come è giusto che sia per una gara ufficiale. A livello personale sono contento della mia pre-season, i tanti infortuni che hanno colpito la squadra mi hanno permesso di mettermi in mostra e di far vedere che sono pronto a dare il mio contributo. Ho provato anche a giocare da playmaker e mi sono trovato bene, per me partire dalla panchina non è assolutamente, anzi potrebbe anche essere un vantaggio per il tipo di gioco che preferisco. In estate abbiamo perso un po’ di esperienza e questo potrebbe rallentare il processo di amalgama ma dall’altro lato abbiamo acquisito freschezza, cosa che ci potrebbe rendere più brillanti e permetterci di giocare con maggiore intensità»

Commenta
(Visited 15 times, 1 visits today)

About The Author