Forlì, parla De Laurentiis: "Sono un giocatore d'intensità,qui per migliorare"

Duttile, solido, combattivo, motivato, intelligente. Se il classe 1992 Quirino De Laurentiis è stato il primo giocatore firmato da Forlì all’inizio dell’estate un motivo ci sarà.

L’entusiasmo di coach Valli per De Laurentiis

‘Lo vidi qualche anno fa a Rimini alle finali di coppa di Lega, e anche se allenavo in A1 annotai il suo nome; aveva qualcosa di diverso in termini di aggressività, entusiasmo e anche letture tattiche. Sa a chi passare la palla, quando passarla e va a rimbalzo d’attacco. Era il primo della lista, siamo stati bravi e fortunati a firmarlo subito; sono felice di questa scelta. Rino sa di dover crescere molto dal punto di vista tecnico ma siamo qui apposta. Da parte sua c’è grande disponibilità al lavoro e motivazioni, ci servirà sia da 4 che da 5, starà a lui guadagnarsi stima, rispetto e minuti’.

“Sono qui per migliorarmi “

Centro o ala grande? Meglio partire dall’inizio di una carriera anomala, almeno agli albori.

‘Ho iniziato a giocare a pallacanestro attorno ai 14-15 anni perché nel paesino in cui sono nato, Guardiagrele (Ch), neanche c’era il canestro…  Ho fatto un anno di Under 17 e due di Under 19 a Chieti. E quando ho finito il Liceo Scientifico mi sono trovato davanti ad un bivio; continuo gli studi o provo la carriera da cestista? Ho scelto la seconda’.

Una parabola ascendente che non si è più fermata: B2 a Castelfiorentino in Toscana, poi nel 2012 ad Agrigento. Dove i tifosi l’hanno soprannominato subito  “Ringhio”, come Gattuso; ‘Sono sempre stato un giocatore d’intensità, pronto ad aiutare i compagni soprattutto in difesa e magari lasciare spazio agli altri in attacco. Ma sono venuto qui per migliorare i miei punti deboli’.

E se il primo passo è la consapevolezza, ecco la lucida analisi del nuovo pivot biancorosso. “Sono partito come centro ma negli ultimi due anni fatto spesso anche l’ala grande: offensivamente giocavo da centro, difensivamente da ala grande marcando i 4. Sono due ruoli totalmente differenti ma mi trovo bene in entrambi. Vorrei arrivare ad un buon livello da 4 anche in attacco”

Domani la squadra torna in campo per la seconda amichevole estiva con i Tigers Forlì, palla a due (porte aperte) alle 17.30 al Palafiera. Out Iba Thiam, che ha cominciato il percorso di recupero dopo l’operazione al ginocchio sinistro, è  in dubbio la presenza di De Laurentiis che potrebbe essere tenuto a riposo per un leggero fastidio alla schiena; ‘Sono partite che non hanno alcun valore – chiude Valli -, di pallacanestro in queste settimane se ne vede poca. Spero in un piccolo passo avanti nella collaborazione di squadra e nella brillantezza. E spero di vedere in campo Naimy’.

Commenta
(Visited 36 times, 1 visits today)

About The Author