Fortitudo Bologna, Cinciarini: "Il taglio degli stipendi? Giusto andare incontro alle società"

Tra i temi caldi di questo periodo di ‘serrata’ per il basket (e non solo) c’è sicuramente quello del possibile taglio degli stipendi dei giocatori; una misura che potrebbe certamente dare un po’ d’ossigeno alle società, in una fase che, soprattutto nel prossimo futuro, ne vedrà tante con l’acqua alla gola.

In proposito si è espresso Daniele Cinciarini. Il giocatore della Fortitudo Bologna, raggiunto da Il Resto del Carlino, si è detto totalmente favorevole: “Giustissimo andare incontro alle società, poiché non è corretto che soltanto i club facciano sacrifici in questo momento. Io, per restare a Bologna e continuare a vestire la maglia della Fortitudo, ho fatto rinunce importanti e, a maggior ragione, è corretto farle in una fase in cui tutto il Paese deve fare i conti con questa emergenza“.

Il 36enne cremonese racconta che della questione ne hanno già discusso tutti in squadra: “Dai primi colloqui che abbiamo fatto questa è la posizione di tut­ti all’interno dello spogliatoio. Però è prematuro parlarne adesso, perché prima dobbiamo capire se e come andremo avanti“. Sul suo futuro, il maggiore dei fratelli Cinciarini non ha dubbi: “Il domani lo vedo dipinto solo di biancoblù. Come per altri il mio contratto non scade quest’anno, ed è vero che nella vita possono capitare imprevisti vari. Dipendesse da me, però, vorrei restare“.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.