Geas, a Venezia un ko da dimenticare

Sconfitta senza attenuanti per il Geas, che nella trasferta di Venezia crolla 90-40 in una sfida che, oggettivamente, non ha mai avuto storia. Troppo forte la Reyer di coach Liberalotto, che trova nel terzetto Carangelo, Ruzikova e Christmas un arsenale offensivo che non ha lasciato scampo al Geas.

Le rossonere possono recriminare per l’assenza di Brown, ferma per un problema di tendinite al piede, ma la prova messa in campo contro la Reyer resta comunque insufficiente. Contro Parma, nel prossimo weekend, dovrà cambiare tutto perchè per raggiungere la salvezza servono ora dei punti. Lato positivo di questo turno i risultati negativi delle dirette concorrenti Vigarano e Cagliari, che lasciano invariata la classifica.

Questa la fotografia della gara di coach Cinzia Zanotti: “Forse questa è stata la peggior gara dell’anno, insieme a quella di andata sempre contro Venezia. Loro hanno un’ottima difesa, oggi c’è stato davvero poco da fare e rispetto alle sfide delle scorse settimane abbiamo fatto qualche passo indietro. Brown ci è mancata, ma a mancare di più è stata l’energia da parte delle ragazze: il divario tra noi e Venezia è ampio, ma 50 punti sono davvero troppe. Adesso abbiamo tre sfide importanti, che diranno tanto per la nostra stagione: in settimana dovremo lavorare tanto e mantenere alta la concentrazione perchè da adesso in poi non possiamo più sbagliare”.

La sfida inizia con una tripla di Carangelo, che punisce la difesa geassina. Per le rossonere risponde Mandache, ex di turno, ma a partire meglio è la Reyer: in pochi minuti infatti le orogranata impongono la propria fisicità e la propria difesa, trovando con facilità il canestro grazie a Ruzikova e ancora a Carangelo, che con la sua seconda bomba di serata fissa il punteggio sul 13-6. 5 palle perse in poche azioni costringono coach Zanotti al timeout, ma al rientro ad attendere le rossonere c’è un’altra tripla, stavolta messa a segno da Christmas. Il

canestro successivo della Reyer allunga il parziale delle giocatrici di casa sul 12-0, con il Geas che riesce a rispondere con la tripla del 20-9 a firma Tay Madonna. Nel finale di quarto Correal limita i danni, con le squadre al riposo sul 22-11.

Al rientro in campo Barberis e Mandache, con un parziale di 5-0, ridanno slancio al eas ma la Reyer ruota bene la sua panchina, dando nuova linfa al suo gioco: vanno così a segno Formica, con un bel gancio in post, Fontanette e la classe 1999 Cubaj, brava a guadagnarsi un viaggio in lunetta per il 2/2 che fissa il parziale sul 33-16. Il Geas, da parte sua, non riesce praticamente più ad essere efficace in attacco, ricalcando in apparenza la brutta gara offensiva del girone di andata. A muovere il punteggio per coach Zanotti è ancora Madonna, che segna la sua seconda tripla di serata, ma Bagnara per la Reyer punisce il Geas con la stessa moneta, chiudendo il primo tempo sul 37-19.

Dopo l’intervallo la Reyer rientra in campo con ancor più cattiveria, annichilendo le rossonere e decidendo, di fatto, la partita: per il Geas segna praticamente solo Mandache, con Venezia che trova invece punti importanti da tutte le sue effettive. In palla soprattutto le due giovani Carangelo e Pan, con la seconda che segna la tripla del 49-23. Le rossonere invece continuano a sbattere contro il muro difensivo di Venezia, che dalla panchina trova punti importanti con Fontanette e Cubaj. Il terzo periodo si chiude così sul 61-27, con la partita che nel quarto periodo prosegue sullo stesso binario. Alla fine il punteggio dice addirittura 90-40, con la Reyer che trova una super prestazione della coppia Christmas-Carangelo, decisive insieme a Ruzikova.

Prossimo impegno per le rossonere la sfida casalinga di domenica prossima contro il Lavezzini Parma.

 

 

Jacopo Cattaneo

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author