Geas, con Genova c'è da cancellare la sconfitta dell'andata

Domani sera, sabato, grande sfida a Genova

C’è da cancellare la sconfitta dell’andata

La sfida con l’aLmore Genova, che andrà in scena domani, sabato alle 20.30 al PalaNat di Sesto San Giovanni, ha un sapore particolare: non tanto per la classifica, dato che il passaggio alla poule promozione è già in tasca grazie ai 10 punti di vantaggio sulla quinta in classifica, quanto perché Genova è stata fino ad ora l’unica capace di battere il Geas in questa stagione. All’andata infatti finì 60-56 per le liguri, con le rossonere non nella loro miglior giornata e penalizzate da infortuni (Mazzoleni e Kacerik) e dalle condizioni fisiche precarie di Arturi e Gambarini. Sabato l’obiettivo è portare a casa altri due punti e soddisfare la sana voglia di rivincita che una grande squadra deve avere.

Contrariamente alla partita di andata, lo stato di forma della squadra è nettamente migliore e l’infermeria quasi vuota: non ci sarà infatti la sola Carlotta Picco, il cui infortunio alla spalla sarà valutato meglio in questi giorni e per cui si spera in un pronto recupero. Tutte le altre sono abili e arruolabili per una sfida importante e sentita. Le rossonere vogliono infatti confermarsi in testa alla classifica, tenendo il passo di Torino e Genova, che segue le due capilista a due punti di distanza (ma con una partita, con Broni, da recuperare).

“Quella con Genova – commenta coach Zanotti – è una partita importante, anche se il passaggio del turno è già nelle nostre mani. Vogliamo vincere e giocare al meglio delle nostre possibilità, fa parte del nostro processo di crescita e in generale non vogliamo lasciar punti per strada. La classifica non deve essere una fissazione, è più la vittoria che conterebbe e farebbe bene al gruppo. All’andata abbiamo perso, ma siamo sempre rimasti in partita nonostante infortuni e un pizzo di sfortuna in certi frangenti. Questo vuol dire che Genova è un’ottima squadra, ma che noi abbiamo la possibilità, sbagliando meno e restando sul pezzo per 40’, di far nostra la contesa. Stiamo lavorando dall’inizio
12/12/2014
dell’anno per mantenere uno stato di forma buono fino alla fine, cercando di crescere man mano che la fase cruciale dell’anno si avvicina. Abbiamo preparato al meglio questa gara e sono convinta che faremo bene”.

Partita difficile, contro una squadra tosta e ben organizzata: “Genova – prosegue coach Zanotti – ha giocatrici di livello e in generale un quintetto molto competitivo. Forse rispetto a noi hanno una panchina meno lunga, come dimostrano anche i minutaggi delle giocatrici, ma non per questo potremo permetterci di abbassare la guardia. In settimana abbiamo lavorato per evitare alcuni errori dell’andata e per trovare le giuste contromisure al logo gioco, siamo certamente pronte”.
Guardando le statistiche, appare evidente come Genova abbia in effetti un quintetto di assoluto livello: a partire da Visconti, fino a alla croata Bozic, l’aLmore porta in doppia cifra praticamente tutto il suo quintetto (Visconti 15.5, Diene 11.9, De Scalzi 11, Costa 10.6, Bozic 9.4). Il ruolino di marcia della squadra parla di 8 vittoria e 1 sconfitta, con Genova che rientra nel “mini” girone interno al “vero” girone A di questa A2, composto dalle capoliste Geas, Torino e appunto Genova, tutte con 1 sola sconfitta all’attivo arrivata per tutte contro una delle stesse tre squadre (il Geas ha perso con Genova, Torino ha perso col Geas e Genova solo con Torino).

Anche l’allenatrice rossonera, per chiudere, lancia un appello ai tifosi in occasione delle giornata dedicata a Telethon, con cui il Geas ha da poco lanciato una collaborazione: “Venire al palazzetto a vedere la squadra è sempre importante, sabato sera lo sarà ancora di più: sostenere un’associazione come Telethon, dando il proprio contributo, è un gesto che tutti dovremmo sentirci di fare per garantire a chi è meno fortunato di noi un futuro migliore. Venite a tifare Geas e Telethon!”

Jacopo Cattaneo
Ufficio stampa Paddy Power Geas

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author