Geas domenica contro la forte Ragusa

Una sfida impossibile, in cui dare comunque tutto: domenica, alle 18, al PalaNat arriva Ragusa, uma delle big del campionato alla ricerca di punti per mantenere la vetta della classifica dopo l’aggancio portato a Lucca. Non certo le condizioni migliori per le geassine, che devono però reagire alla brutta sconfitta e soprattutto alla brutta prestazione di Orvieto. Come detto già da inizio anno, non sono queste le avversarie con cui cercar punti, ma dopo il giro di boa del campionato e con una classifica non certo positiva le rossonere devono cercare di dare il 110% senza guardare in faccia a nessuno. Sarà un Geas incerottato quello che scenderà in campo domenica, con coach Zanotti che in settimana ha dovuto fare i conti con i problemi fisici di Barberis e Madonna. Entrambe dovrebbero essere in campo, anche se non al massimo delle condizioni. Qualche problemino anche per Galli, che tra l’altro proprio domenica saluterà momentaneamente il Geas prima di partire per un periodo di studi a Madrid. Coach Zanotti chiederà quindi a tutte uno sforzo in più: “Ragusa è certamente un’avversaria più che impegnativa, ma abbiamo il dovere di provare a metterle in difficoltà con quello che abbiamo provato in settimana. Loro hanno un roster eccellente, peraltro concentrato solo sul campionato, e certamente più abituato di noi a gestire ritmi e situazioni. Dobbiamo cercare di tornare a fare dei passi avanti dopo la brutta prestazione di Orvieto, che certamente dobbiamo prendere da esempio quando pensiamo a cosa non dobbiamo più fare. Speriamo di avere un buon contributo da tutte e di riuscire a restare in partita il più possibile”. Un roster di altissimo livello e un’abitudine a stare in testa alla classifica ormai consolidata, viste le prestazioni degli ultimi anni, fanno di Ragusa un’avversaria quasi impossibile per le geassine. In Sicilia il pubblico biancoverde sta ammirando in questa stagione una delle coppie di straniere tra le più forti mai viste in A1: Rebekkah Brunson e Marissa Little sono infatti giocatrici sopra la media, che stanno facendo le fortune di Ragusa. 43 punti e 16 rimbalzi, questo il fatturato delle due americane nell’ultima partita contro Cagliari, cifre da far impallidire tutti. Non da meno le medie stagionali (16.5 punti per Little, 13 per Brunson con anche 11 rimbalzi a partita), che unite a quelle di Erkic (9.5 punti), Consolini e Nadalin certificano la pericolosità delle ragusane. Completano le rotazioni Gonzalez, Micovic, Gorini e Ngo, giocatrici da quintetto in ogni altra squadra che non si chiami Ragusa.

 

Jacopo Cattaneo

Ufficio stampa Geas

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author