Geas, vittoria a Umbertide e torna il sorriso

Torna al successo il Geas Basket che mette in scena a Umbertide un “miracolo umbro” che replica la vittoria (pur ottenuta a Napoli nell’open day) contro un’altra squadra della stessa regione, ovvero Orvieto. Una vittoria rincorsa, voluta e sofferta per le rossonere, che sulla scia della bella prestazione di Parma hanno messo la stessa intensità contro la squadra di coach Serventi, trovando anche un’ottima fase offensiva oltre a una difesa arcigna e presente. Ottime prove per Brown (25 punti e tanta fiducia) e per Mandache (17), con quest’ultima protagonista di un sontuoso e decisivo quarto periodo. Una vittoria utile più che per la classifica (ha vinto anche Vigarano, che occupa col Geas il fondo della classifica) per il morale per una squadra che ha sempre dato tutto raccogliendo, suo malgrado, molto poco.
“Questa vittoria ci voleva, è il premio per il nostro impegno che non è mai mancato nonostante risultati di sicuro non positivi”. Rende merito alle sue ragazze coach Zanotti, che finalmente piò godersi i due punti.
“Abbiamo vinto una partita con tanto carattere, trovando nel momento decisivo e di difficoltà risposte positive: abbiamo avuto la giusta testa negli episodi chiave, trovando risposte positive da tutte le ragazze. Reazione e non rassegnazione, questo ha fatto la differenza. Non mi sento di condannare gli errori commessi nel finale, come i due falli sulle triple, perchè sono sintomo di voglia di difendere e di lottare fino alla fine. Stasera ci godiamo questo bel momento, da domani penseremo a Vigarano: sarebbe importante dare continuità, ci proveremo con la stessa convinzione che abbiamo messo stasera in campo”.
Come accaduto nelle ultime vare, inizio difficile per il Geas che nei primi 5’ di gioco non trova il canestro, offrendo il fianco alle triple di Simmons e a Tikvic, che fissano il punteggio sull’8-0. Umbertide non punisce le cinque perse consecutive di un Geas che può così rimettersi in corsa grazie all’ingresso di Madonna per Arturi e al primo canestro dal campo di Ercoli. Le padroni di casa trovano nuova linfa da Milazzo, ma le rossonere hanno più fiducia in attacco rispetto ai primi minuti e sul finale del quarto trovano in Brown e Madonna, autrice della tripla del -4 (15-11), due importanti terminali offensivi. Peccato per il canestro sulla sirena di Milazzo, che rilancia Umbertide sul +6 alla fine del primo parziale.
Nel secondo quarto scendono bene in campo le rossonere, che vanno subito a canestro con Brown. La difesa lascia però spazio a Cabrini, brava a mettere a segno la tripla, subito resa vana da Madonna, che certifica il suo ottimo impatto col settimo punto personale. Il canestro del 22-15 di Simmons, che fa saltare con grande tecnica Mandache, non spaventa le rossonere che mettono a segno, in 3 minuti, ben 12 punti con il parziale aperto dalla bomba, con fiducia, di Brown. Fondamentali nel parziale il canestro del pareggio di Mandache (24-24, primo centro dal campo per la romena) e la tripla del vantaggio di una finalmente ritrovata Brown. Sul +2 le rossonere concedono però il fianco alle padroni di casa, che si riassestano e chiudono il primo tempo in vantaggio 30-29.
Dopo il riposo lungo la partita ricomincia sui binari dell’equilibrio: Ercoli segna e prende rimbalzi, Brown continua a trovare la via del canestro mentre per Umbertide sale in cattedra Tikvic, brava a rendersi protagonista del parziale di 6-0 con cui Umbertide torna avanti (38-35). I ritmi si abbassano, Barberis trova i suoi primi punti nella partita ma Umbertide cresce a rimbalzo e con i punti di Simmons prova la fuga. L’americana è anche protagonista, sulla sirena, di una giocata a cinque stelle: rimessa sporca di Umbertide, palla che vola tra le mani di Simmons che in equilibrio precario piazza dall’angolo la bomba del 44-40.
Inizia il quarto periodo e Geas piazza un bel parziale di 6-0, riportandosi avanti grazie alle giocate di Kacerik e Mandache. Le due squadra abbassano i ritmi ma alzano decisamente le percentuali e l’equilibrio regna sovrano: Tikvic si fa valere in post, Mandache segna a ripetizione e il punteggio si alza sensibilmente. Sul 49-53 la lunga romena segna anvora, Ercoli stoppa Simmons e il Geas sembra poter prendere il largo: cosa che effettivamente accade con l’ennesima gran giocata di Manda he, assistita da Arturi per la tripla del +5 seguita dal 2/2 dalla lunetta di Brown. Tikvic segna ancora in post, ma il Geas c’è, nonostante l’evitabile fallo di Arturi sulla tripla di Milazzo, che porta a casa un gioco da quattro punti che riporta le umbre sul -1 (57-58). Dall’altra parte segnano prima Kacerik poi la stessa Arturi. Con poco più di un minuto da giocare Mandache fa 2/2 dalla lunetta ma Arturi commette un altro fallo su tiro da tre, non venendo completamente punita dal 2/3 di Simmons. Nella girandola di liberi finali il Geas fa 4/4 con Brown e Kacerik, sbancando Umbertide e conquistando la sua seconda vittoria stagionale (65-67).
Prossimo impegno la sfida casalinga di sabato prossimo (ore 20.30) contro Vigarano.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author