Geofarma alla prima dell'anno al Pala Pinto. Pavone: "Altamura avversario insidioso, ma noi abbiamo voglia di riscatto"

Archiviato il primo stop del 2017 a Vieste al termine di una gara che ha ripresentato la Geofarma vista più volte nel corso della stagione, fuori dalla partita in avvio, imprecisa e forzata, quasi miracolosa negli ultimi 10 minuti quando ribaltava un parziale di -13 e si portava a un passo dai due punti per poi incepparsi nel momento di tenere mano e cuore saldi, riprendiamo il percorso di questo girone di ritorno con la sfida all’Altamura, quell’avversario che ci aveva tolto l’imbattibilità dopo la striscia iniziale di sei vittorie consecutive. E’ stata la prima fermata forzata che ha innescato una reazione a catena per un ingranaggio fin lì quasi perfetto, da quel momento inceppato più volte. Rispetto alla sfida d’andata ci saranno alcune differenze negli uomini, la Geofarma avrà Campbell in campo fermato in quell’occasione da problemi al ginocchio, mentre Altamura potrebbe avere due frecce in più al proprio arco. Di sicuro Barozzi assente al Pala Piccinni per problemi fisici, probabilmente Manny Richardson 200 cm e 28 anni da Detroit – Michigan atleta che può giocare da 4 e da 5, tesserabile dal 16 Gennaio con alle spalle una carriera nella University of Central Missouri (NCAA II – MAIAA). Primo giocatore americano per la squadra murgiana lo scorso anno nella serie B tedesca, con un’esperienza a Taiwan nella lega locale, nella SuperLega in Kosovo nel KB Besa e nel Creek Knight nella IBA degli Stati Uniti. Tre vittorie nelle ultime quattro gare disputate per la Libertas di coach De Bartolo, Ruvo, Adria Bari e Foggia in esterna nell’ultimo turno con una prestazione maiuscola dell’ex Gianluca Maietta (35 punti), assieme a De Bartolo e Perrucci, 13.7 e 14 punti per incontro, i giocatori più pericolosi del roster biancorosso, che in classifica ha due punti in più della squadra molese. “Veniamo da una sconfitta che ci ha fatto parecchio male – esordisce così Antonello Pavone – soprattutto per il modo in cui è maturata, perchè siamo stati capaci di effettuare una gran rimonta tra terzo e quarto quarto, dopo un avvio di partita non brillante e sottotono, come spesso ci è capitato fino ad ora. Non è semplice assorbire una sconfitta maturata da un tiro da tre preso a pochi secondi dalla sirena, soprattutto se eri in vantaggio di due punti, ma bisogna voltare pagina, ci accingiamo ad affrontare un’altra gara difficile, avversario complicato. Quella con Altamura sarà una gara delicata, anche perchè loro stanno facendo un bel campionato e attraversando un bel momento, Domenica probabilmente avranno a disposizione anche il nuovo americano appena tesserato, quindi sarà una bellissima gara. Noi l’affronteremo senza paura, abbiamo voglia di riscatto per i due punti persi a Vieste e vogliamo restituire lo sgarbo della gara d’andata, il nostro primo stop del campionato. Sarà uno spettacolo da non perdere con il proposito di conquistare i primi due punti interni del 2017.”

“Combattiamo all’infinito. Combattiamo senza curarci di quanto ci costa, delle sconfitte che incassiamo, dell’improbabilità del successo. Combattiamo fino all’ultimo respiro.” (Dal film la Vita di Pi)

 

Donatello Biancofiore

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author