Geofarma ancora senza punti, Ortona al quarto successo

Pronostico rispettato al Pala Sport di Via Giovanni XXIII di Ortona, i padroni di casa della We’re Basket piegano per 81-64 una Geofarma ancora incerottata (Calò sempre ai box) che lascia campo al roster dell’ex Leo nel corso dell’ultima frazione dopo essere rientrata bene in partita durante il terzo quarto.

Ancora una gara sulla carta sbilanciata a favore degli abruzzesi, roster all’esordio assoluto in B ma ben assortito con gente esperta della categoria (Lillo Leo e Gialloreto) ed ottime rotazioni, i ragazzi di coach Cazzorla hanno patito il solito avvio a fari spenti quando accusavano nel finale di primo quarto una decina di disavanzo. La sveglia nella terza frazione, unico periodo approcciato con la “fame” di canestro, pur gravati dal fardello dei falli, infine un ultimo quarto ancora una volta affrontato senza benzina, concedendo alla squadra di coach Sorgentone di allungare e di arrivare in scioltezza alla sirena.

Inizio di gara in equilibrio con Gialloreto sugli scudi da una parte e un buon Musci dall’altra per il 12-11 del minuto 6, poi Ortona allunga in finale di tempo e con i punti di Leo e Di Carmine si accomoda al primo risposo breve davanti per 27-16. Prova a riavvicinarsi e ci riesce Mola con la tripla di Didonna (29-21), il capitano però va ad accomodarsi in panca con 4 falli già in chiusura di quarta frazione, duro colpo per un roster già ridotto ai minimi termini di rotazione causa infortunio di Emanuele Calò. La We’re Basket di contro può sfoggiare rotazioni profonde e con Diomede-Martone riapre la forbice per il 48-31 di metà sfida. Il terzo quarto è targato Geofarma, anche se fino al minuto 27 i locali arrivano al massimo vantaggio della serata (59-36): Bastone, sottotono nei primi minuti, con 9 punti in sequenza fa saltare il banco della difesa ortonese e in collaborazione con Pavone (13 punti, secondo miglior marcatore) contribuisce a portare il vantaggio interno a solo otto lunghezze prima dell’avvio del quarto decisivo (61-53). Come accaduto solo una settimana prima con San Severo, però, l’approccio dei 10 minuti conclusivi è da dimenticare, Gialloreto castiga dalla linea dei 6.75 per due volte (50% da tre e 16 punti miglior marcatore in bianco) mentre Mola (Didonna in panca causa 4 falli per l’intero terzo quarto e riapparso sul parquet a 5 dalla fine) non trova mai la via del canestro fino al 35′. La gara scappa via, Musci, Didonna e Angelini lasciano il parquet per 5 falli, Bastone è l’ultimo ad arrendersi (23 punti, ancora top scorer) ma gli atleti in casacca bianca con un Martone in spolvero e Comignani arrivano in carrozza alla sirena.

WE’RE BASKET ORTONA  81

GEOFARMA MOLA            64

WE’RE BASKET ORTONA

Di Carmine 9, Gialloreto 16, Brown 7, Leo 14, Diomede 10, Musso 2, Agostinone 2, Martone 12, Martelli, Comignani 9.

All. Domenico Sorgentone

GEOFARMA MOLA

Musci 9, Bastone 23, Didonna 6, Pavone 13, Angelini 2, Biasich 3, Mazzarano, Fiume, Calò N.E., De Leone 8.

All. Massimo Cazzorla

Arbitri: Marco Guarino, Marco Marsico

Parziali: 27-16; 48-31; 61-53;81-64

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author