Geofarma, con Giulianova il primo bivio della stagione. Angelini "Sarà una battaglia"

Rialziamoci. Il momento è di quelli duri, durissimi, cinque stop di fila sono un portone sbattuto in pieno viso e la classifica recita che siamo in fondo, ma non è il momento di restare per terra il torneo è ancora lungo, undici tappe che scriveranno  il nostro destino, scali tutti dall’importanza capitale. Domenica il primo tra le mura amiche contro un avversario con 6 punti in più e che all’andata per lunghi tratti abbiamo tenuto in scacco per poi abbandonarci alla follia dell’ultimo parziale e subirne la rimonta. L’Etomilu Giulianova non attraversa un gran momento – tre gli stop di fila, ancora a secco nel 2016 – ed ha costruito il proprio fortino di punti nelle gare interne – 6 vittorie sulle 7 totali, unico golpe esterno a casa del Monteroni 75-74 sul filo di lana- uno dei temi del match sarà quello di sigillare i nostri spifferi difensivi – record negativo del girone con 1574 punti subiti, ben 140 in più della penultima – lacuna esiziale da rattoppare in fretta per non vanificare tutto ciò che di buono si produce faccia al canestro avversario. Gli abruzzesi guidati da coach Francani hanno in Danilo Gallerini la punta di diamante in materia realizzativa, l’ala piccola ha una media a referto di 17.1 punti per incontro, mentre Rudi Diener e Lorenzo Bartoli – 12.6 e 13.6 rispettivamente – sono le altre due pedine con maggior familiarità col canestro. Sacripante l’uomo in regia a dettar gioco, mentre i due De Angelis e Riccardo Bortolozzi gli assi nella manica, quest’ultimo assente contro Falconara e in dubbio per la sfida del Palpa Pinto, lungo (204 cm classe 1995) capace di un 73% da 2 nelle otto partite disputate finora. Sarà una sfida da impattare col passo giusto sin dalle prime battute, magari una inversione di tendenza per un roster, quello molese, costretto a inseguire troppo spesso e inevitabilmente sprecare energie fisiche e nervose per rimettersi in pista nel corso delle terze e quarte frazioni (in tre delle quattro gare vinte in svantaggio fino a metà gara). L’approccio di uno dei protagonisti della sfida lascia sperare bene: “Sarà una battaglia – esordisce così Federico Angelini, play diciannovenne da qualche settimana stabile in quintetto d’avvio- sicuramente non stiamo vivendo un periodo facile ma Domenica sera per noi vale troppo. Ci servono a tutti i costi i due punti e stiamo lavorando bene in questa settimana. Sappiamo cosa abbiamo sbagliato all’andata e per questo siamo convinti di poter fare una grande gara. Giulianova è una buona squadra ma difendendo meglio e soprattutto perdendo meno palloni potremo puntare ad aggiungere due punti preziosissimi alla nostra classifica“.

Uomo sarà colui che non si lascerà né trasportare dal soffio della buona fortuna né schiantare da quello delle avversità.

Tito Livio

 

 

Donatello Biancofiore

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author