Geofarma Mola, le parole di coach Patella prima del Martina: "Mantenere la concentrazione"

Alla vigilia della partita contro il Martina, il coach della Geofarma Dimitri Patella ha parlato delle ambizioni della squadra nell’imminenza di un incontro importante. Il tutto è stato riportato nel comunicato stampa diffuso dalla società:

“«Abbiamo ancora dei margini di crescita, dobbiamo cercare di restar intensi e concentrati». Ripartire da qui, dalle parole di coach Dimitri Patella dopo la convincente vittoria nell’esordio casalingo con Castellaneta. Abbiamo fatto bene, continuiamo a farlo, le due partite alle spalle sono il passato positivo e da quel passato dobbiamo riprendere per continuare il percorso, la cui prossima tappa ha il nome di Martina Franca. Roster proveniente dalla serie B come il nostro, finora una vittoria e uno stop nella gara di domenica a casa del Monopoli degli americani Gibbs ed Hamilton, gli arancio-blu sul gong del mercato estivo hanno chiuso il roster con due innesti importanti, Johnathan Gray, guardia classe 1991 originario delle isole Vergini cresciuto nell’Ncaa con la Cornell Univeristy già 22 punti all’esordio e Paolo Colnago, guardia ma all’occorrenza playmaker, vivaio dell’Olimpia Milano, campione d’Italia Under 19 con l’Armani Jeans, miglior marcatore di Martina nelle prime due gare. Rinforzi che hanno completato un buon gruppo guidato da coach Terruli, che ha nello statunitense Corman l’uomo delle plance, ala/pivot di 201 cm nato a Washington D.C. Atleta di grande energia ed efficace a rimbalzo, con gioco versatile, veloce ed esplosivo a cui abbina un ottimo movimento spalle a canestro e buona mira da 3 punti. Il capitano Andrea Lasorte (1993) di ritorno dalla Pall. Ceglie a guidare in impostazione, così come di ritorno l’esplosivo Obinna dopo l’esperienza in Lega Due a Recanati. Ci sarà anche un volto noto per i colori bianco-blu della Geofarma, quel Fabio Argento, in gruppo nell’anno della vittoria in C con coach Lotesoriere, cresciuto dopo due anni di esperienza a Fasano. Coach Patella spera di poter avere a disposizione Emanuele Musci,  in ripresa dopo il problema al polpaccio, ed analizza così questo terzo impegno per i suoi ragazzi: «Sarà una partita dura perchè innanzitutto Matera è un ottimo roster guidato da un sapiente coach come Terruli, poi perchè andremo per la seconda volta consecutiva ad impattare una trasferta con un pubblico di quelli caldi, il basket a Martina è molto seguito e non a caso nelle partite casalinghe ci sono 800-1000 spettatori, ed infine perchè loro avranno una settimana in più per cementare l’amalgama di pedine importanti come il secondo statunitense Gray che ha esordito nella scorsa gara, o come gli stessi Corman e Colnago. Noi siamo partiti col piede giusto nonostante alcune assenze, ed era ciò che mi auguravo, stiamo facendo un ottimo lavoro anche grazie al preparatore atletico Gianni Caputi e allo staff sanitario che ci supporta con costanza, ma il merito maggiore di questo avvio positivo è di questi ragazzi che si sono messi completamente a nostra disposizione.  Adesso sarà importante riuscire a mantenere lo stesso livello di attenzione, questa concentrazione per lungo tempo, posso solo dire che lavoreremo sodo per far si che ciò possa realizzarsi»”.

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author