Givova Scafati a mezzo servizio per la trasferta di Tortona

GIVOVA SCAFATI A MEZZO SERVIZIO PER LA TRASFERTA DI TORTONA.

Recuperato Sciutto in extremis, ma senza Di Capua e Ghiacci. Esordio per Lestini.

SCAFATI – Sarà una Givova Scafati rimaneggiata, incerottata e con diversi punti interrogativi quella che, questa sera alle ore 18:00, affronterà in trasferta la neopromossa Orsi Tortona nell’ottava giornata del campionato di serie A2 Silver. 

Al PalaOltrePo di Voghera, a sorpresa, sarà regolarmente schierata in campo l’ala forte Sciutto, uno dei tre infortunati della sfida di domenica scorsa al PalaMangano, vinta 64-62 contro l’Industrialesud Roseto. L’atleta italo-argentino, uscito anzitempo dal campo sette giorni fa per una forte distorsione alla caviglia, grazie all’assistenza ed all’ausilio dello staff medico, che hanno compiuto un mezzo miracolo, è riuscito a recuperare in tempo utile per la sfida di quest’oggi, anche se, ovviamente, scenderà in campo con una vistosa fasciatura e non al top della condizione fisica. Niente da fare, invece, per gli altri due acciaccati: Ghiacci (lussazione alla spalla) ne avrà per diverse settimane; Di Capua (forte contusione al polpaccio) potrebbe forse essere recuperato per la prossima gara.

In compenso, lo staff tecnico del sodalizio dell’Agro potrà disporre del neo acquisto Lestini, giunto a Scafati mercoledì sera e tesserato in tempi record dalla società, per riempire un importante vuoto in organico.

E’ quindi attesa da un’impresa titanica la truppa gialloblù, che affronterà una squadra, reduce dal successo in trasferta a Latina, in netta crescita dal punto di vista del gioco, anche se in classifica ha due punti in meno. E’ guidata in panchina da coach Cavina, a Scafati due stagioni or sono, senza però lasciare il segno. 

L’organico è un buon mix di atleti esperti e navigati, con giovani di belle speranze. I più pericolosi e rappresentativi sono senza dubbio i due statunitensi Galloway (guardia che viaggia a 14 punti di media, tira col 47% dall’arco e conquista quasi 7 rimbalzi a partita) e Crockett (ala, rookie del ’91, che mette a referto – in media – 12,6 punti, con un hight di 23 contro Ravenna, e cattura 9 rimbalzi a gara). Completano lo starting five il play Simoncelli, il pivot Rotondo (visto in Campania con la maglia di Napoli) ed un’altra vecchia conoscenza gialloblù, l’ala tiratrice Tavernari, terzo miglior marcatore del club piemontese. La panchina è infine composta dall’esperta ala Valenti, dal play di scorta Venuto, dalla guardia Gioria, dal neoacquisto Losi e dal centro di riserva Strotz. Insomma, una squadra da prendere con le pinze.

 «Ripartendo dalle potenzialità umane e tecniche, che ci hanno permesso di vincere l’ultimo incontro e tenendo conto di quelle che saranno le condizioni fisiche dei nostri atleti infortunati, – ha dichiarato coach Putignano – affronteremo Tortona con grande cuore e determinazione». Le parole dell’allenatore fanno pendant con quelle del giovane pivot Matrone: «Siamo un po’ in “emergenza” – ha detto – ma siamo motivati e determinati e faremo di tutto per portare a casa i due punti cercando di non far sentire, per quanto possibile, la mancanza di chi non potrà giocare».

Antonio Pollioso

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author