Givova Scafati, ad Agropoli per la leadership regionale e in classifica

Tempo di derby per il girone ovest del campionato di serie A2. Non un derby qualunque, ma una gara dal sapore speciale e dal duplice valore: leadership regionale nella seconda categoria nazionale e nella classifica generale del raggruppamento.

Domenica sera, ore 18:00, al PalaDiConcilio si affronteranno Bcc Agropoli e Givova Scafati: da un lato, i padroni di casa, da soli al comando della classifica, stanno sorprendendo tutti a suon di risultati utili e prestazioni sopra le righe e sono desiderosi di confermare il brillante inizio di campionato anche al cospetto di una formazione così blasonata; dall’altro, gli ospiti, che inseguono con due punti in meno, vogliono invece conservare il più a lungo possibile la vetta del girone e proseguire nel percorso di crescita che finora ha portato un mucchio di soddisfazioni. Entrambe, poi, anche se sono partite ad inizio stagione con obiettivi differenti (permanenza nella categoria per gli agropolesi; qualificazione play-off per gli scafatesi) sono fortemente motivati a vincere la sfida, per l’entusiasmo e le aspettative con cui le opposte tifoserie stanno vivendo questa attesa.

Il team gialloblù, che affronterà la sfida con l’organico al completo, si troverà di fronte una formazione temibile, soprattutto tra le mura amiche, allenata da un coach emergente come il lucano Antonio Paternoster, che conosce bene l’ambiente, essendo alla sua quarta stagione in terra cilentana. L’organico a sua disposizione fonda la sua forza su tre pedine fondamentali: la guardia statunitense Roderick (18,5 punti di media, col 62% da due, e 5 assist di media), il centro canadese Trasolini (21,1 punti di media, col 65% da due, e 8,6 rimbalzi di media) e l’ala piccola italo-brasialiana Tavernari (13,1 punti di media), che a Scafati ha giocato nella stagione 2012/2013 in Legadue. I due pezzi mancanti del quintetto base sono il playmaker e capitano Santolamazza (reduce da una lunga e importante esperienza a Latina, tra serie B e serie A2) e l’ala grande Spizzichini, fratello maggiore dell’omonimo tesserato scafatese, per i quali la sfida rappresenterà un derby nel derby. Primo ricambio degli esterni è la giovane guardia (classe ’95) Di Prampero, mentre il primo ricambio dei lunghi è l’ala grande Carenza: entrambi hanno finora sempre risposto presente alla chiamata del proprio tecnico. Apporti di sostanza sono stati forniti finora anche dal giovanissimo playmaker di scorta (classe ’97) Bolpin e dai due atleti che completano la rosa dei convocati: il centro De Paoli e il playmaker Merella.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Ho cambiato società, ma i derby mi continuano ad accompagnare, così come accadeva in Sicilia. Le abitudini sono sempre quelle, sono pronto e cercherò di trasmettere alla squadra l’importanza della partita per la città di Scafati. Ma, indipendentemente dal nome dell’avversario, scenderemo in campo per battere quella che è la squadra rivelazione di questo campionato, con grande spirito di coesione e di squadra, perché solo così ci potremo mettere nelle condizioni di vincere contro tutti. Sappiamo bene cosa ci aspetta e sappiamo bene che avremo al seguito anche molti tifosi, che ci tengono a festeggiare con una vittoria. Affronteremo al meglio la partita, su un campo caldo, sapendo che è comunque una partita di campionato che, in termini di classifica, non determina niente. Ma la miglior medicina per andare avanti con serenità sono le vittorie e ci auguriamo anche domenica di incasellare altri due punti».

Dichiarazione dell’ala grande Ferdinando Matrone: «Quella di domenica contro Agropoli sarà una partita cruciale non solo ai fini della classifica, ma anche per alimentare il sempre crescente feeling che si sta creando tra la squadra e il suo sempre più numeroso pubblico. Dal punto di vista tecnico non sarà una partita semplice, visto che la matricola Agropoli ha fin qui dimostrato di poter mettere in difficoltà e battere qualsiasi avversaria. Sono comunque certo che la nostra squadra darà il massimo per portare a casa il risultato. Ci auguriamo inoltre di poter contare su una calorosa presenza del nostro sesto uomo».

Dichiarazione del patron Nello Longobardi: «Agropoli è una realtà bellissima, che non deve nascondersi. Siamo molto legati al sodalizio cilentano, al quale abbiamo offerto la possibilità di usufruire del PalaMangano, nel caso in cui raggiungessero i play-off, obiettivo che auguro loro di conquistare quanto prima. E’ una squadra solida, ben allenta da un coach emergente, che non dovrebbe avere problemi a sistemarsi nelle posizioni medio alte della graduatoria. Il roster è composto da tre ingegneri (Roderick, Trasolini e Tavernari) e sette muratori. Per me non è una sorpresa, perché conosco il valore dei singoli atleti agropolesi e poi, quando si viene da una categoria inferiore, l’entusiasmo ti porta sempre ad avere almeno quattro o cinque vittorie in più, rispetto ad altre squadre, come ad esempio Roma, che, essendo retrocessa di una categoria, ha avuto un approccio molle e blando con il campionato, benché, quanto ad organico, non meriti certamente l’ultima posizione. Andremo ad Agropoli per vincere, per rimarcare la nostra leadership regionale, ma anche per gioire insieme ai duecento tifosi al seguito che la società agropolese ci ha concesso di portare al PalaDiConcilio: favore che saremo lieti di ricambiare alla gara di ritorno».

Arbitreranno l’incontro i sig.ri Noce Sergio di Latina, Longobucco Andrea di Ciampino (Roma) e Di Toro Claudio di Perugia.

La partita sarà trasmessa, oltre che in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio “LNP TV Pass”), anche in diretta radiofonica sui 92,50 mhz di Radio Sant’Anna (media partner della Givova Scafati) e in streaming sul sito internet www.radiosantanna.it. Inoltre, sarà possibile assistere al video della gara in differita su TV Oggi (tasto 71 del digitale terrestre) nei giorni di martedì (ore 21:00) e, in replica, mercoledì (ore 15:25).

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author