Givova Scafati, coach Perdichizzi: "Affronteremo Rieti per aggiudicarci questa importantissima partita"

 

La nuova Givova Scafati, rinforzata dai quattro innesti del mercato di riparazione (Dobbins, Jackson, Metreveli e Lupusor), si prepara a disputare il primo di due importanti match salvezza in soli sette giorni. Si comincia al PalaMangano, domenica 29 gennaio, alle ore 18:00, contro la N.P.C. Rieti, terzultima nella classifica del girone ovest.

La posta in palio assume una importanza basilare per il cammino di entrambe le società, intenzionate ad allontanarsi quanto prima dai bassifondi della graduatoria e conquistare la permanenza nel secondo campionato. Sono addirittura sei le sconfitte consecutive della compagine laziale, che a Scafati non verrà certamente a fare da sparring partner, ma venderà cara la pelle e proverà a bissare il risultato della gara d’andata, che la vide vittoriosa 81-70. Nonostante il periodo negativo, la dirigenza ha ribadito massima fiducia all’allenatore Luciano Nunzi, sulla panchina amarantoceleste sin dalla stagione 2012/2013 e artefice, in questi anni, di grandi e importanti successi. Potrà poi contare su un gruppo solido e ben assortito, che fa leva soprattutto sulla coppia di statunitensi Sims (ala grande) e Pepper (ala piccola): il primo sta viaggiando a 20,3 punti e 7,3 rimbalzi di media a gara; il secondo, invece, staziona sui 15,4 punti ad allacciata di scarpa. Uno dei perni del roster è il playmaker Zanelli (10,7 punti e 4,4 assist di media a partita), che, insieme al centro Chillo e all’esperta guardia Benedusi, completano un ottimo quintetto base. Di grande valore sono pure i rincalzi, a partire dall’ex scafatese Casini, guardia trentasettenne, tiratore implacabile, che sta viaggiando a 10,7 punti di media a gara, impreziositi da un 48% da tre punti, che la dice lunga sul valore dell’atleta. L’altro interessante esterno è l’ex Agropoli Di Prampero, che è cresciuto moltissimo, così come il playmaker di scorta Della Rosa, che sta trovando fiducia e minutaggio in campo. I ricambi dei lunghi sono, infine, l’altro ex della partita Eliantonio (ala grande) e l’ultimo arrivato in casacca amarantoceleste Pipitone (centro), prelevato ad inizio mese di gennaio dall’Alma Trieste (serie A2, girone est).

Non sarà semplice per la Givova Scafati imporsi contro un avversario temibile e ben allenato, ma la ritrovata fiducia data dall’ampliamento dell’organico, unita alla voglia di abbandonare la maglia nera del raggruppamento, per così troppo tempo indossata, mette il team dell’Agro nelle migliori condizioni possibili per fare risultato. Un ruolo importante, poi, sarà ricoperto dai supporters gialloblù, pronti ad incitare i propri beniamini per 40’, a prenderli per mano e ad accompagnarli prima alla vittoria e poi verso zone di classifica più serene.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Dobbiamo pensare solo a noi stessi, alle nostre cose e a trovare sin da subito una buona chimica di squadra ed un buon equilibrio in campo. I quattro nuovi arrivati ci consentiranno di aumentare e migliorare la qualità nelle rotazioni. Confido molto nel nostro pubblico e nell’atteggiamento della squadra che, sin da subito, dovrà dare il massimo. Ci mancano dodici partite, ma quella di domenica costituisce già un test molto importante. Affronteremo Rieti, una squadra costruita bene, puntellata rispetto alla stagione passata nei ruoli in cui aveva avuto qualche problema. Gli infortuni occorsi ad alcuni suoi atleti nel corso della stagione, ne hanno condizionato il rendimento. Poi, quando le cose non vanno per il verso giusto, si è vittime di una involuzione ed è proprio questo che è accaduto ai reatini. Ora però sono consapevoli dell’importanza della posta in palio e verranno a Scafati per provare a vincere la sfida. Noi dovremo sfruttare al massimo il vantaggio del fattore campo ed aggiudicarci questa importante e delicata partita».

Dichiarazione dell’ala piccola Anthony Andre Dobbins: «Dopo tante settimane di allenamento, non

vedo l’ora di cimentarmi in una gara ufficiale ed aiutare in campo i miei compagni a vincere la prima delle

dodici partite che restano prima della fine della stagione regolare ed iniziare così la risalita della classifica

verso posizioni più tranquille. Ho avuto ottime sensazioni finora e l’arrivo degli altri nuovi compagni ha

aumentato la fiducia, la stima in noi stessi e la sicurezza nei nostri mezzi. Sappiamo che non sarà semplice, ma

siamo consapevoli di avere le carte in regola per abbandonare i bassifondi della graduatoria in tempi brevi.

Quella contro Rieti, nell’ottica salvezza, è una gara importante, contro una squadra dotata di un organico che

non merita quella posizione di classifica. Ma noi non possiamo permetterci ulteriori passi falsi e dobbiamo far

nostri i due punti in palio».

Arbitreranno l’incontro i sig.ri Ciaglia Gianfranco di Caserta, Pecorella Pasquale di Trani (Bt) e

Mottola Christian di Taranto.

Fonte: Ufficio Stampa Basket Scafati 1969

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author