Givova Scafati, coach Perdichizzi: "Noi e Casale due squadre in difficoltà, sfida speciale"

Primo turno infrasettimanale del campionato di serie A2 e prima volta stagionale della Givova Scafati davanti alle telecamere di Sky Sport. Il match dell’undicesima giornata al PalaFerraris contro la Novipiù Casale Monferrato, previsto per giovedì 8 dicembre, alle ore 18, è questo e non solo. In palio, infatti, oltre alla vittoria ed ai conseguenti due punti, c’è anche il penultimo posto nel girone ovest: la squadra che si aggiudicherà la vittoria, lascerà all’avversaria la maglia nera del raggruppamento. Due società che solo nella passata stagione si sono affrontate per conquistare una posizione di classifica importante nella griglia play-off, stavolta si troveranno invece a battagliare nella lotta per la salvezza, in virtù di un inizio di campionato al di sotto delle aspettative, che ha visto entrambe vincere solo due incontri nei dieci fin qui disputati.

Mancherà ancora il playmaker Naimy tra le fila ospiti, i cui tempi del completo recupero si avvicinano sempre di più e che potrebbe assentarsi per l’ultima volta dalle competizioni ufficiali. Sarà comunque a disposizione del tecnico gialloblù tutto il resto dell’organico, che continua a lavorare sodo in allenamento per dare un calcio quanto prima a questo periodo negativo, contrassegnato da cinque sconfitte consecutive.

Dichiarazioni di coach Giovanni Perdichizzi: «La sfida contro Casale Monferrato ha un sapore particolare, perché si troveranno l’una contro l’altra due squadre che nell’ultimo campionato avevano posizioni ed ambizioni differenti. Dobbiamo dimenticare la passata stagione e proiettarci solo a quella attuale, che sarà di grande sofferenza e nella quale potremo conquistare gli obiettivi prefissati solo col lavoro duro e col sudore, così come stiamo facendo in questo periodo, consapevoli che è l’unico modo per ottenere qualche buon risultato sul campo. I miglioramenti in difesa delle ultime settimane sono stati evidenti, ma ciò non è bastato: serve maggiore attenzione nelle scelte offensive e dobbiamo rendere l’attacco più fluido, al di là della defezione di Naimy. Abbiamo la rabbia e la voglia di tornare alla vittoria e, per riuscirci, dobbiamo continuare a difendere così come abbiamo fatto nelle ultime tre partite e migliorare in attacco, selezionando le soluzioni, in particolare negli ultimi minuti di gioco, dove ci sta mancando l’esperienza e la presenza di un leader, che ci guidi in campo. In questo momento, il leader deve essere la squadra, con le sue letture e le sue scelte. Possiamo competere con tutti, anche in queste condizioni, e siamo desiderosi di tornare alla vittoria, migliorando quelle piccole cose che stanno funzionando solo a corrente alternata. Casale Monferrato, che come noi ha avuto un avvio di stagione complicato, rispetto alla passata stagione ha cambiato solo i due stranieri, a riprova del fatto che la loro scelta può rivelarsi decisiva in questo campionato. Ha poi conservato il medesimo nucleo di italiani, finora condizionati nel rendimento da tanti piccoli infortuni. Sarà una partita dura e difficile, tra due squadre che vogliono tirarsi fuori da questa situazione e, per riuscirci, devono migliorare la gestione dei possessi finali e le scelte in attacco nel corso dell’intera gara».

Fonte: Ufficio stampa Givova Scafati

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author