Givova Scafati, cosi Gabriele Spizzichini sulla gara contro Rieti

Comincia ufficialmente questa domenica (01 ottobre), alle ore 18:00, la stagione agonistica2017/2018 della Givova Scafati. Nel primo turno del girone ovest del campionato di serie A2, la societàsalernitana è attesa da una insidiosa trasferta al PalaSojourner, parquet della N. P. C. Rieti.Il blasone dell’avversario di turno, che da molti anni è ai vertici del basket nazionale ed occupastabilmente un ruolo da protagonista nel secondo campionato italiano, ed il campo notoriamente caldoper la passione e il trasporto del pubblico di casa sono elementi e circostanze che tengono il team gialloblùcon la massima attenzione e concentrazione, in vista del momento agonistico.Coach Luciano Nunzi dal 2012 occupa stabilmente il ruolo di capo allenatore, per cui la conoscenzadell’ambiente, della dirigenza e della città gli consente di avere intorno a sé massima fiducia e serenità, cheda sempre è bravo a trasmettere ai suoi atleti. Quest’anno, poi, pur avendo quasi completamente variatogli elementi dell’organico, dispone comunque di un quintetto base esperto ed affidabile, che si componedel playmaker Tommasini, degli esterni Hearst ed Hassan e dei lunghi Gigli e Davenport. I nomi dei ricambi(Salvoldelli, Casini, Carenza, Marini) costituiscono poi garanzia di qualità e quantità.La Givova Scafati arriva a questo esordio ufficiale con la rosa al completo e con la consapevolezza didisporre di un organico ampio, giovane e competitivo, in grado di potersi ritagliare un ruolo daprotagonista in serie A2, anche in virtù di quanto mostrato nella fase precampionato, con particolareriguardo al percorso di crescita, di maturazione e di amalgama tra i reparti.Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Ci attende una partita insidiosa. Conosciamo il valore diRieti, società che ha cambiato quasi tutto l’organico rispetto alla passata stagione, tenendo solo Casini.Dispone di un quintetto base di indubbio valore, composto da Tommasini, Gigli, Hassan e dai due statunitensiHearst e Davenport. Nomi importanti sono anche quelli della panchina, come Casini, Carenza, Savoldelli el’ultimo arrivato Marini, che impreziosisce l’organico e allunga la profondità della panchina di un teamattrezzato per centrare i play-off. Andiamo in un campo dove è molto bello giocare, per il calore e la passionedella gente di Rieti, cosa che ci fornisce un ulteriore stimolo a fare bene. Siamo reduci da un precampionatopositivo, più per la crescita continua, che per i risultati. Abbiamo dimostrato di avere una buona identità disquadra, ma ora dobbiamo imparare a migliorarci anche in queste partite ufficiali. Andiamo a Rieti,consapevoli di essere nelle condizioni di giocare una buona partita e di poterci imporre, ma molto dipenderàdalla nostra difesa e dalla gestione dei ritmi. Sono curioso di vedere all’opera la nostra giovane squadra,soprattutto per capire se riesce a tenere in mano il pallino del gioco, su un campo notoriamente caldo comequello laziale».Dichiarazione del playmaker Gabriele Spizzichini: «Partiamo con una trasferta non facile, in una cittàche vive di basket e in un palazzetto che si riempie sempre di tanti tifosi ed appassionati. Sarà una partitadifficile, ma è la prima e vogliamo regalarci subito una gioia. Arriviamo a questo esordio con una buonapreparazione e, nonostante la squadra sia per gran parte nuova nella sua composizione, siamo già ad un buonpunto dal punto di vista dell’amalgama. Abbiamo tante cose ancora da migliorare, ma siamo pronti a questoavvio di stagione. Affrontiamo una società che ha costruito un buon organico, proprio per continuare il suopercorso di affermazione in questo campionato. Ha preso atleti di grande qualità come Gigli, Tommasini,Hassan e i due americani, allestendo un roster che potrà sicuramente dire la sua in questo campionato».Arbitreranno l’incontro i signori Scrima Alberto Maria di Catanzaro, Pierantozzi Marco di Ascoli Piceno e Butinelli Alessandro di Cerveteri (Roma)

Fonte: Uff. Stampa Scafati Basket

Commenta
(Visited 40 times, 1 visits today)

About The Author