Givova Scafati sconfitta da Reggio Calabria e dalla sfortuna

Prima sconfitta stagionale per la Givova Scafati, superata 81-70 nel terzo turno del campionato di serie A2 (girone ovest), al PalaCalafiore, contro la Bermè Reggio Calabria. Dopo due vittorie di fila, si è arrestata quindi la striscia positiva dei gialloblù che, di conseguenza, hanno perso la propria imbattibilità.

A condizionare l’andamento del match è stato un misterioso virus che, alla vigilia della sfida, ha messo knock-out Loschi, Baldassarre e Portannese: i primi due, stringendo i denti, hanno provato a stare in campo e a dare il proprio contributo, anche se fortemente limitati e condizionati; il terzo, invece, non è riuscito neppure a mettere piede in campo.

Eppure, ciononostante, l’impatto con la sfida dei gialloblù era più che convincente, prima con un 0-5 (a 8’07’’) firmato da Rezzano e Simmons, prontamente rintuzzato dai locali (4-5 a 7’40’’), e poi con un break di 0-11 (4-16 a 3’56’’) che lanciava avanti i viaggianti, grazie ad un bel gioco corale e ad una difesa arcigna, prima di chiudere avanti 14-20 la prima frazione. Crosariol e Freeman, aiutati da Lupusor, facevano il possibile per consentire alla Viola di rientrare in partita, ma Scafati riusciva a tenerla a debita distanza, almeno fino a 2’48’’, ovvero quando calava il buio sul PalaCalafiore, a causa di un improvviso black-out elettrico. La pausa condizionava il buon momento della Givova, che subiva il ritorno della Bermè, pur riuscendo ad andare comunque al riposo col minimo vantaggio (34-35).

I padroni di casa, anche dopo l’intervallo, tenevano pigiato il piede sull’acceleratore (42-35 a 8’25), ma i viaggianti avevano un sussulto d’orgoglio e riuscivano a riprendersi la testa del match (49-54 a 1’26’’), grazie alla lucida regia di Mayo, che consentiva i suoi di finire avanti anche la terza frazione (51-57). Il capitano Mordente metteva in campo tutta la propria esperienza e, in pochi minuti, consegnava alla sua squadra le redini dell’incontro (61-61 a 6’35’’), che da questo momento innanzi trovavano con facilità la via del canestro, costruendo un vantaggio tale da mettere al sicuro il risultato finale.

Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Devo elogiare i miei ragazzi, perché sono stati eroici a giocare, nonostante i problemi avuti da Loschi, Baldassarre e Portannese, tutti vittime di un virus: i primi due, dopo una notte insonne e trascorsa a vomitare, sono stoicamente scesi in campo, nonostante avessero la febbre; il terzo, invece, ad un certo punto, nell’intervallo, non ce l’ha fatta neppure di restare in panchina, tanto dal malessere. Pertanto, devo elogiare i miei ragazzi per quello che hanno fatto vedere in campo per oltre 35’, tenendo testa ad una squadra che tutti indicano tra le migliori del girone e che forse avremmo potuto superare, se fossimo stati in condizioni di normalità. Abbiamo comunque giocato con dignità, lottando fino alla fine, anche se lo scarto finale ci penalizza oltremodo, rispetto a quanto abbiamo fatto vedere. Accettiamo la sconfitta, ma torniamo a casa con la consapevolezza di aver tenuto testa, nelle difficoltà, ad una squadra così forte ed attrezzata e che, nonostante la sconfitta, abbiamo fatto passi avanti nel nostro percorso di crescita».

BERME’ REGGIO CALABRIA – GIVOVA SCAFATI 81-70

BERME’ REGGIO CALABRIA: Freeman 19, Costa, Lupusor 14, Mordente 9, Rullo 5, Ghersetti 5, Pandolfi n.e., Crosariol 22, Brackins 5, Spinelli 2. ALLENATORE: Benedetti Giovanni.

GIVOVA SCAFATI: Portannese n.e., Crow 4, Spizzichini 11, Rezzano 11, Melillo n. e., Baldassarre, Mayo 21, Simmons 13, Matrone 1, Loschi 9. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni.

ARBITRI: Nicolini Alessandro di Santa Flavia (Pa), D’Amato Alex di Roma e Patti Simone di Montesilvano (Pe).

NOTE: Parziali: 14-20; 20-15; 17-22; 30-13. Tiri totali: Reggio Calabria 34/57 (59%); Scafati 22/53 (41%). Tiri da due: Reggio Calabria 28/38 (73%); Scafati 12/24 (50%). Tiri da tre: Reggio Calabria 6/19 (31%); Scafati 10/29 (34%). Tiri liberi: Reggio Calabria 7/14 (50%); Scafati 16/23 (69%). Falli: Reggio Calabria 20; Scafati 18. Usciti per cinque falli: Mordente. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Reggio Calabria 28 (25 dif.; 3 off.); Scafati 31 (24 dif.; 7 off.). Palle recuperate: Reggio Calabria 6; Scafati 4. Palle perse: Reggio Calabria 9; Scafati 12. Assist: Reggio Calabria 21; Scafati 8. Stoppate: Reggio Calabria 2; Scafati 1. Spettatori: 2.000 circa.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author