Givova Scafati, un Natale da capolista

La Givova Scafati festeggerà il Santo Natale da capolista solitaria del girone ovest del campionato di serie A2. La tredicesima giornata è infatti coincisa con il decimo successo stagionale della formazione salernitana, arrivato in trasferta al PalAlberti, contro La Briosa Barcellona, con il risultato di 73-83. I due punti conquistati permettono alla compagine dell’Agro di compiere un ulteriore passo decisivo, verso la conquista delle Final Four di Coppa.
Nessuna amara sorpresa ha quindi regalato il classico testa-coda contro l’ultima della classe, che però, nonostante le defezioni, si è resa protagonista di una gara solida, forse la migliore dell’intera stagione fin qui disputata. La superiore percentuale al tiro dalla lunga distanza e la maggiore lucidità hanno fatto la differenza nei minuti finali, decidendo una partita tenutasi costantemente in equilibrio.
Entrambe le formazioni scendono in campo rimaneggiate: Givova senza Portannese (contrattura alla coscia); La Briosa senza Cefarelli (infortunato) e con Migliori in panchina solo per onore di firma.
Coach Perdichizzi inserisce nel quintetto base l’ex di turno Spizzichini e si affida alla lucida regia di Mayo, che, dopo i primi minuti in cui il pallino del gioco è rimasto in mano ai locali (bravi Loubeau e Fallucca, quest’ultimo costretto a uscire per infortunio a 6’), piazza la prima tripla del sorpasso a 6’15’’(8-10). Da questo momento innanzi, la sfida si mantiene equilibrata, con botta e risposta da una parte (bravo Simmons) e dall’altra (bene Smith), fino alla prima sirena (19-17).
I due colored di casa tengono la propria squadra a galla fino a metà della seconda frazione (25-26). Poi la formazione ospite, trascinata da Crow e Loschi, stringe le maglie della difesa, recupera qualche possesso in più e piazza tiri puliti, trovando così un primo acuto (27-33 a 2’35’’), che i locali non riescono a rintuzzare (31-38 all’intervallo).
Il vantaggio accumulato viene gettato alle ortiche nei primi minuti della ripresa, quando Loubeau e Centanni, piazzando un break di 7-0, riportano in parità la sfida (38-38 a 7’55’’), anzi trovano anche il vantaggio di misura pochi secondi più tardi (41-40 a 7’08’’ con Capitanelli). La capacità realizzativa dalla breve e dalla lunga distanza di Mayo e Baldassarre permette ai viaggianti di non farsi surclassare dalla spavalderia dell’avversario (45-47 a 5’40’’), che riesce a tenere in bilico la sfida per tutta la terza frazione (59-57).
La formazione scafatese subisce il predominio di Loubeau sotto i tabelloni e di Centanni sugli esterni, che prendono per mano la propria squadra, tenendola avanti nel punteggio, fino a 2’29’’, ovvero quando Crow piazza la tripla che segna il definitivo sorpasso gialloblù. Con un break di 2-15, infatti, la sfida passa nelle mani della squadra ospite che, aiutata anche dai centri realizzati in lunetta per il ricorso al fallo sistematico degli avversari, riescono ad espugnare il PalAlberti 73-83.
Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi: «Vincere a Barcellona non è facile, sia perché il pubblico di casa riesce a dare una marcia in più ai giocatori, sia perché abbiamo affrontato una squadra molto solida, che merita i miei complimenti. Sono stati penalizzati dall’organico ridotto all’osso dagli infortuni, compresi quelli accorsi durante la gara. Noi siamo usciti agevolati, arrivando più lucidi nelle scelte decisive ed aumentando l’intensità difensiva. Siamo così venuti a capo di una sfida che si era rivelata difficile, ma d’altronde in questo campionato partite facili non esistono. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi che, senza Portannese, senza quindi rotazione nel ruolo di guardia e nonostante la sofferenza difensiva a causa della superiore agilità avversaria, hanno tirato con buone percentuali dal campo, specialmente da tre punti. I due punti conquistati ci permettono di restare in vetta e allo stesso tempo ci hanno fatto fare un passo in avanti decisivo verso le Final Four di Coppa».

 

IL TABELLINO
LA BRIOSA BARCELLONA 73
GIVOVA SCAFATI 83

LA BRIOSA BARCELLONA: Varotta n. e., Centanni 13, Fallucca 2, Loubeau 25, Capitanelli 9, Bianconi 4, Pettineo n. e., Smith 13, Migliori n. e., Maccaferri 7. ALLENATORE: Bartocci Maurizio. ASSISTENTE ALLENATORE: Trimboli Francesco.

GIVOVA SCAFATI: Di Palma n. e., Portannese n. e., Crow 12, Spizzichini 4, Rezzano 3, Melillo n. e., Baldassarre 16, Mayo 20, Simmons 13, Matrone, Loschi 15. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASSISTENTE ALLENATORE: Di Martino Umberto

ARBITRI: Moretti Paolo di Marsciano (Pg), Lestingi Paolo di Anzio (Rm) e Capurro Michele di Reggio Calabria.

NOTE: Parziali: 19-17; 12-21; 28-19; 14-26. Tiri totali: Barcellona 29/57 (50%); Scafati 31/58 (53%). Tiri da due: Barcellona 26/41 (63%); Scafati 19/35 (54%). Tiri da tre: Barcellona 3/16 (18%); Scafati 12/23 (52%). Tiri liberi: Barcellona 12/13 (92%); Scafati 9/15 (60%). Falli: Barcellona 17; Scafati 17. Usciti per cinque falli: nessuno. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Barcellona 24 (21 dif.; 3 off.); Scafati 31 (23 dif.; 8 off.). Palle recuperate: Barcellona 4; Scafati 7. Palle perse: Barcellona 10; Scafati 9. Assist: Barcellona 13; Scafati 15. Stoppate: Barcellona 0; Scafati 4. Spettatori: 1.000 circa.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author