Il Globo Isernia-Pu.Ma. Trading Taranto 57-62, rimonta super per i tarantini

IL GLOBO ISERNIA – PU.MA. TRADING TARANTO 57-62

Il Globo Isernia: Norcino 15, Melchiorri 4, Manetti, Gazineo 3, Triggiani, Salari 11, Srio 2, Patani 13, Sipala 2, Lenti 7. All.: Sanfilippo.

Pu.Ma. Trading Basket Taranto: Fioravanti 4, Azzaro 14, Enhie, Di Salvatore, Caldarola, Pancallo ne, Procacci 22, Chiacig 16, Veccari 6, Sacchetti. All: Putignano.

Parziali: 15-13, 30-28, 46-36

Arbitri: Alberto Giansante di Siene a Pietro Rodia di Avellino. Usciti per falli: Sacchetti (T).

Arriva da Isernia il regalo di buon Natale della Pu.Ma. Trading Taranto per se stessa e i suoi tifosi. Un vero e proprio botto di fine anno per il Cus Jonico che vincendo a Isernia 62-57 centra il secondo successo di fila in 4 giorni dopo la vittoria su Monteroni mercoledì scorso. Ma soprattutto sfata questo maledetto tabù trasferta per la prima volta in stagione. Un successo quasi incredibile soprattutto per come è arrivato. Dopo una partita sostanzialmente equilibrata Taranto sembrava cedere il passo a cavallo dell’ultimo quarto quando Isernia andava a +15 spinta da Patani, Norcino e Salari (tutti in doppia cifra). Ma quella che sembrava l’ennesima sconfitta esterna si è trasformata come un brutto anatroccolo in un bellissimo cigno: mega parziale di 26-6 sotto i colpi di Chiacig (14 punti), Azzaro (16) e Procacci top scorer con 22 punti. Un plauso anche per Veccari, 6 punti ma segnati sempre nel momento giusto, e Fioravanti che ha segnato poco ma ha messo dentro il canestro del sorpasso a un minuto dalla fine.

Coach Putignano sceglie Chiacig, Procacci, Azzaro, Caldarola e Di Salvatore come ultimo starting five dell’anno. Coach Sanfilippo risponde con Salari, Serio, Norcino, Patani e Lenti. Patani segna una tripla subito ma per 3’ sarà l’unico canestro, poi ancora lui per il 5-0 che sveglia il Cus Jonico. È Chiacig che cancella lo “zero” rossoblu con un canestro e due liberi. Isernia allunga di nuovo con la tripla di Norcino e il canestro di capitan Lenti per il 10-4 al 5’. Coach Putignano si gioca subito la carta Veccari che lo ripaga con una tripla che dimezza il gap, 12-9 al 7’ quindi Azzaro dal cuore dell’area riduce a -2 le distanza in chiusura di quarto, dopo il canestro di Melchiorri, per il 15-13 interno.

Partenza del secondo quarto che assomiglia tanto al primo. Meglio Isernia con Serio e Sipala dalla lunetta a firmare il +6 dei padroni di casa ed ancora Chiacig a “sbloccare” i cussini. Poi sale in cattedra Procacci, canestro, fallo subito e libero supplementare a segno per un gioco da tre punti che vale il -1 al 13’. Nel frattempo c’è in campo anche Fioravanti, suo il libero del pari a quota 19. Tutto da rifare per Il Globo che accetta la sfida, Patani segna 5 punti in fila nel giro di due possessi. Per Taranto riparte la scalata addolcita dalla tripla di Procacci per il nuovo -2, 24-22 a metà quarto. La linea della carità offre a Chiacig il secondo pari, il pivot azzurro non sbaglia ed è 26-26. Parità che resiste anche dopo i canestri di Melchiorri e Procacci ma l’ultimo sussulto prima dell’intervallo è di Patani ai liberi per il 30-28 dei molisani.

Ed anche l’inizio del terzo quarto è un problema per la Pu.Ma. Trading che becca 7-0 di break da Il Globo con un Lenti in grande spolvero, +9. Ci mette una pezza, anzi due, dall’area e ai liberi, Azzaro per il 37-32. Manca la continuità necessaria in attacco a Taranto, meglio Isernia che con Gazineo e Norcino accarezza il +10. Veccari respinge al mittente, poi Chiacig e Fioravanti dimezzano il gap sul 41-36 al 38’. Ma lo sprint migliore in finale di quarto è ancora di Isernia, anzi del solo Norcino che piazza due canestri con tanto di tripla per il 46-36.

Non sfugge alla regola l’ultimo quarto, Salari e Norcino completano il break di 10-0 per il +15 che sa di sentenza anticipata. Azzaro e Veccari risvegliano per l’ennesima volta il Cus Jonico costringendo coach Sanfilippo al time out per evitare rischi a +11. Ma Azzaro è in ritmo, schiaccia e segna ancora per il -7 che riaccende le speranze rossoblu subito raffreddate dalla tripla di Salari, 54- 44 a 5’ dalla fine. Ma Taranto non molla, Chiacig sempre lui si prende la squadra e la porta di nuovo a -6 poi Procacci infila la tripla del -3 che mette tutto in discussione sul 54-51 Il Globo a 3 minuti dalla fine. Coach Sanfilippo si rifugia ancora nel time out ma il Cus sembra indiavolato, Procacci trova il fallo e insacca i liberi del -1. Il canestro di Norcino da respirare Isernia ma solo per un attimo quello che serve a Procacci per infilare la tripla del pari a quota 56 a poco più di un minuto dalla fine. Azzaro fa il suo lavoro in difesa stoppando Salari, in attacco ci pensa Fioravanti a realizzare il canestro del sorpasso rossoblu. È la prima volta che la Pu.Ma. Trading mette il naso avanti in partita ma a 60 secondi dalla fine è quella decisiva anche perché a mettere i canestri della “staffa” ci pensano Procacci e Chiacig per il 62-57 che fa esplodere giocatori, staff tecnico, dirigenti cussini e con loro lo sparuto gruppo di tifosi tarantini presenti col simbolo della città sugli spalti del Palasport a cantare “vi vogliamo così!”. Il modo migliore per andare in “vacanza” per il Natale per poi ritrovarsi in campo il 4 gennaio contro Porto Sant’Elpidio. Ma prima ci sarà un altro bel regalo, un torneo tutto tarantino prima di Capodanno.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pu.Ma. Trading Basket Taranto & Virtus Taranto

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author