Goldengas Senigallia-Pu.Ma. Trading Taranto 77-71, sconfitta per la squadra di mister Putignano

GOLDENGAS SENIGALLIA – PU.MA. TRADING TARANTO 77-71

Goldengas Senigallia: Maggiotto 21, Pierantoni 10, Gnaccarini 9, Giampieri 14, Caverni 12, Bertoni 7, Bastone 4, Pietrini, Gregorini ne, Serrani ne. All.: Valli.

Pu.Ma. Trading Basket Taranto: Fioravanti 23, Azzaro 20, Enhie 2, Di Salvatore 4, Caldarola 4, Pancallo ne, Procacci 6, Chiacig 12, Veccari, Sacchetti. All: Putignano.

Parziali: 17-10, 37-28, 55-51

Arbitri: Antonio Massafra di Firenze e Marco Marzulli di Binasco (MI). Usciti per falli: –.

Resta uno “zero” nella casella delle vittorie in trasferta per la Pu.Ma. Trading che torna da Senigallia con una sconfitta amara, contro la Goldengas, soprattutto per quello che poteva essere e non è stato alla fine di una partita equilibrata in cui è mancato quel pizzico di cattiveria per portarla a casa. Il Cus Jonico paga soprattutto il black out a cavallo dei primi due quarti, poi lo sforzo per rientrare a -1 all’inizio dell’ultimo parziale è stato vanificato da una Goldengas sempre pronta a riallungare con le triple dei vari Giampieri (3/4, 14 punti) e Maggiotta (4/10, 21 punti). Ci hanno provato fino alla fine i rossoblu spinti dai 23 punti di Fioravanti, dai 20 di Azzaro e dai 12+13r di Chiacig ma non è bastato.

Coach Putignano parte con Caldarola in quintetto al fianco di Chiacig, Procacci, Fioravanti e Azzaro. Bastone, Maggiotto, Gnaccarini, Caverni e Bertoni le scelte di coach Valli. Ed è proprio Caldarola a segnare il primo canestro del match a cui risponde la tripla di Maggiotto. Quindi Fioravanti e Caverni per il 5-4 al 3’. Seguono un paio di minuti di “errori” al tiro ed è ancora Fioravanti a riportare avanti il Cus, anche a +3 con il canestro seguente di Azzaro, 5-8 al 6’. Sul più bello Taranto si inceppa, Senigallia piazza un break pesante nel finale di primo quarto: 12-2 con Maggiotto, Gnaccarini, Caverni ed anche la tripla del neo entrato Giampieri. Nel mezzo per la Pu.Ma. Trading solo il canestro di Chiacig. Alla sirena di fine primo quarto è 17-10 Goldengas.

Rimescola un po’ le carte coach Putignano, Di Salvatore trova subito la via del canestro ma non cambia l’inerzia della partita. Un’altra tripla, stavolta di Pierantoni, regala il +10 ai padroni di casa, anche +12 con Bertoni ma prima del canestro di Azzaro. Di Salvatore e Enihe hanno un buon impatto dalla panchina, il Cus trova anche i primi punti, dalla lunetta, di Procacci ma resta a -10 sul tiro realizzato da Pierantoni a metà secondo quarto, 30-20. La partita è ora molto più equilibrata, anche se pesa sullo score il break del primo quarto. Ancora Chiacig e Procacci rispondono a Pientantoni e Caverni. Senigallia va anche a +13 sfruttando l’ennesima tripla ma Azzaro riporta il Cus Jonico a -9 al rientro negli spogliatoi, 37-28.

Si riparte da un altro canestro di Chiacig a cui segue un’altra tripla di Maggiotto. Un minuto e la cosa si ripete: segna Caldarola ed ancora Maggiotto va a segno dall’arco per la quarta volta. Senigallia a +13 con Gnaccarini e poi +14 con i liberi di Bertoni e Bastoni per il 50-36 a metà terzo quarto. Taranto prova a scuotersi, ci pensa Fioravanti con una tripla. Azzaro e ancora Fioravanti completano il mini-break di 7-0 per il -7. Ma puntuale come un orologio svizzero arriva la tripla di Senigallia, ad opera di Giampieri per il 55-45. La mano di Fioravanti è però un tizzone ardente, arrivano altre due triple negli ultimi due possessi e magicamente Taranto chiude il terzo quarto sotto “solo” 55-51.

Chi di tripla colpisce di tripla perisce. Azzaro insacca la quarta di fila per la Pu.Ma. Trading che si riporta a -1 a inizio ultimo quarto. Spaventata Senigallia si sveglia con i canestri di Bastone e Gnaccarini. Chiacig segna 4 punti in fila e di nuovo -1 per i rossoblu ma ancora Giampieri rascia il fondo del barile e riallunga per la Goldengas a +5. È una sorta di ping pong tra Taranto e Giampieri che risponde di tripla, ancora, al canestro di Azzaro, +6 per i padroni di casa a 6’ dalla fine. Il Cus Jonico non si arrende davanti alle “bombe” marchigiane. Chiacig è in ritmo, ed anche in doppia doppia, e va ancora a segno per il 65-63 a 5’ dalla fine. Ma la tripla di Bertoni e il canestro di Maggiotto ricacciano indietro Taranto a -7 alle soglie degli ultimi 2 minuti. Servirebbe un mezzo miracolo che non c’è. Fioravanti e Azzaro sono gli ultimi ad arrendersi scollinando quota 20 punti e riportando Taranto anche a -4 nell’ultimo minuto. Senigallia però concede poco dalla lunetta e si prende i due punti quelli che lontano dal PalaMazzola restano un miraggio per la Pu.Ma. Trading.

Ora, il tempo di “leccarsi” le ferite e ricaricare le batterie perchè domenica si torna in trasferta, a Pescara.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pu.Ma. Trading Basket Taranto & Virtus Taranto

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author