Golfo Piombino, col Monsummano per tornare a vincere

Col Monsummano per tornare a vincere

Presentazione gara

Domenica al Palatenda arriva il Monsummano, avversaria storica di tante battaglie in DNC, i pistoiesi hanno perso poco prima dell´inizio del campionato il super bomber italiano Mario Boni che a 51 anni decide di lasciare il basket giocato, peccato perché sarebbe stato bello vedere ancora in campo un eccezionale fenomeno di longevità sportiva come Supermario.
Ma Fantozzi il coach di Monsummano, altro grandissimo del basket italico, non ha tempo per piangersi addosso, nessuna mossa di riparazione sul mercato e via con i nuovi acquisti e un manipolo di confermati, rosa non ampissima, ma di buona qualità.
I nuovi sono: la guardia Martini, di ritorno in toscana dove, due anni fa, militava nel Don Bosco prima di trasferirsi dopo pochi mesi dall´inizio del campionato a Orzinuovi, in terra lombarda è stato protagonista di due ottime annate, culminate col primo posto in regular nel 2013/14 con 27 minuti in campo e quasi 10 punti di media, nell´attuale campionato è il terzo miglior realizzatore del torneo con oltre 17 di media;
Damiano Verri centro classe 95 di 206 cm, reduce da un ottima esperienza a Martinafranca in DNB con 12.5 punti e oltre 8 rimbalzi che si conferma su quei livelli segnando nell´attuale campionato oltre 11 punti e raccogliendo quasi 8 rimbalzi; dal Castelfiorentino arriva il play/guardia classe 91 Tommei gran tiratore dalla distanza, col 35% nella passata stagione ed il 36% in questa; chiude il mercato un altro giovane lungo, Matteo Botteghi classe 95 di 203 cm proveniente dal San Marino in DNC.
Le conferme sono l´esperto play Tempestini classe 87, il centro di 207 cm Vannini anche lui classe 87, il guardia ala Marco Zani classe 84 ex bandiera del Castelfiorentino ed infine a completare quelli che sono gli otto uomini che fino ad ora sono scesi in campo con minutaggi significativi la giovane ala Yuri Verdiani classe 92, tutti giocatori con esperienze di categoria.
Brutta la partenza in campionato, 4 punti in 8 partite, tre sconfittein casa su cinque partite, con Oleggio dopo un supplementare, con la Mens Sana Siena di un solo punto con due tiri per la vittoria sbagliati negli ultimi secondi e l´ultima con la Sangiorgese con crollo verticale negli ultimi minuti di gioco, nel mezzo le vittorie con Bottegone e Don Bosco, fuori casa tre partite e tre sconfitte senza grandi recriminazioni, con Empoli Valsesia e Varese.
I pistoiesi sono il 4° miglior attacco del campionato con 70.1 punti e secondo migliore fuori casa con 74.1, sono la quarta peggior difesa con 70.5 subiti, mentre fuori casa sono la peggiore in assoluto con 81.3 a partita, sono anche la squadra che più di ogni altra tira da due, 47.5 tiri partita(col 48%) contro i 41.9 della seconda e ovviamente quella che meno di tutte sfrutta il tiro pesante, con solo 15.6 soluzioni a partita (col 30%) contro le quasi 27 del Basket Golfo, ai rimbalzi le due squadre si equivalgono sui 35 di media.
Dopo la battuta d´arresto contro il Bottegone, frutto di una settimana dove la squadra aveva un pò abbassato la guardia, forse sentendosi forte delle quattro vittorie consecutive, errore pagato con un pessimo approccio alla partita con i pistoiesi e una sconfitta meritata, Guerrieri e compagni in queste due settimane si sono allenati duramente e consci dell´errore commesso, lo hanno fatto mettendo sul parquet grande concentrazione, grazie alla settimana di sosta si é potuto recuperare energie ed acciacchi, Marmugi, gran protagonista nel finale di Pistoia, che aveva accusato un problemino fisico si è potuto tranquillamente fermare qualche giorno e tornare così in piena efficienza.
La squadra sa che ora va incontro ad un ciclo di quattro partite, Monsummano in casa, le trasferte di Torino ed Oleggio ed infine Mortara al Palatenda. che sulla carta la vedono favorita e vuole fortemente tornare a vincere con continuità, ma per farlo occorre giocare con la massima intensità, occorre metabolizzare il concetto, più volte ribadito dal coach, che in un campionato così equilibrato, se giochiamo con l´intensità di cui siamo capaci possiamo vincere con tutti e dovunque, ma se caliamo, anche di poco, possiamo perdere con chiunque.
In un campionato dove forse la sola Siena può contare su individualità in grado di spostare l´ago della bilancia di una partita dalla sua parte, saranno la costanza di rendimento, l´essere squadra a fare la differenza in classifica.
Su quest´ultimo punto ci siamo, il gruppo c´è e lo si è visto anche nell´ultima sconfitta con la reazione d´orgoglio che nel finale ha rischiato di farci vincere, resta da trovare la continuità e lo si può fare solo lavorando sempre sodo negli allenamenti, dobbiamo capire che nell´attesa di poter acquistare Lebron James, questa è l´unica strada per toglierci delle soddisfazioni.
Monsummano arriverà vogliosa di rivincita per il pessimo avvio di campionato, ma siamo a casa nostra e sappiamo cosa dobbiamo fare per vincere, allora facciamolo !!!

Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author