Golfo Piombino, continuare a correre

Continuare a correre !!!

Presentazione Piombino vs Sangiorgese

La Sangiorgese è sicuramente la squadra più giovane del nostro girone, otto giocatori con anni di nascita che vanno dal 93 di Tommasini al 98 di Nuchlich e a sorpresa, avendo il solo Priuli come centro di peso ed esperienza, la migliore squadra ai rimbalzi con più di 41 a partita, con il citato Priuli che ne prende da solo 11.4 di media. nelle sue file c´è anche il miglior marcatore del girone Benzoni, 21 punti di media partita, questi due giocatori sono le colonne portanti della Sangiorgese, nonché le chiocce, visto i 28 anni del pivot e i 34 dell´ala, di una nidiata di giovani, il primo è grande lottatore sotto le plance, il secondo realizzatore di professione, sempre con medie importanti nei punti, fra i giovani si sta mettendo in luce il play Zennaro, prodotto del viavio Reyer Venezia, con quasi 10 punti partita e il 50% nel tiro pesante, bene anche il classe 94 Peroni play/guardia con 8.6 punti di media e sempre nel reparto esterni, il più esperto fra i tanti giovani, Tommasini per lui prima di San Giorgio esperienze anche in DNA a Treviglio, completano la rosa il centro classe 94 Scurratti, l´ala Tedoldi anche lui classe 94 , Giacomelli guardia ala classe 95 ed il giovanissimo prodotto del vivaio Nuchlich classe 98, 17 minuti di media per lui, ma buoni minutaggi per tutti gli altri prima citati. 
In campionato buon avvio della pattuglia di coach Gandini, prime quattro partite tutte molto equilibrate, con due terminate ai supplementari, una per la sconfitta in casa all´esordio con Pavia e l´altra quella vincente, sempre in casa, contro la quotata formazione cecinese, nel mezzo la sconfitta di misura a Valsesia con rimonta subita nel finale dai piemontesi, dopo essere stata in vantaggio fino a 1´21´´ dal termine, poi la vittoria con clamorosa rimonta dai meno 22 del terzo quarto ad Oleggio e nell´ultima uscita, forse la sconfitta più netta, in casa, dopo aver condotto per due quarti si fa sopravanzare dal Bottegone non riuscendo più a riagganciarlo e perdendo di 10, ma anche qui nel finale, a poco più di un minuto dal termine, ha avuto l´occasione per far girare l´incontro, si è riportata a meno cinque e ha poi fallito la bomba del possibile meno due che avrebbe riaperto decisamente la partita.
Insomma quattro punti, per una neopromossa zeppa di giovani, al debutto nella categoria superiore, direi che sono un ottimo biglietto da visita per i lombardi.
In casa gialloblù l´obiettivo principale per questa partita è quello di non abbassare al guardia, magari sentendosi forti dei tre successi consecutivi e coach Padovano per questo non ha mollato di un centimetro nell´intensità degli allenamenti, concedendo solo un fine settimana un po´ più lungo ai ragazzi, saltando l´allenamento di sabato e quello di martedì mattina, quindi con il rompete le righe di venerdì pomeriggio in molti hanno approfittato per tornare a casa dalle famiglie.
Per il resto i soliti ritmi altissimi in allenamento, con una profonda differenza, la migliorata condizione fisica che consente ai giocatori anche di sorridere …. nonostante la fatica, anche se grazie ad un grande affiatamento che questo gruppo ha raggiunto in palestra si respira un atmosfera piacevole.
I dati statistici ci dicono che siamo sulla buona strada per quanto riguarda gli obiettivi che il coach con la squadra si erano posti ad inizio stagione, Padovano voleva una squadra che difendesse ancora più forte di anno passato e su tutto il campo, in modo da avere più possessi da gestire e su questo primo punto siamo a 7 possessi in più, di media partita, rispetto alla passata stagione. Voleva una panchina lunga, che ci consentisse molte rotazioni e anche qui i dati ci danno conforto, col 35% di minutaggio alla panca, siamo davanti a tutti, colle seconde che non superano il 30%, ma non solo, il rendimento dei cosiddetti ricambi è il secondo più alto nel girone.
Tutto questo non rappresenta il traguardo, non ci permette di rilassarci, abbiamo ancora basse percentuali al tiro, che non consentono ancora di alzare i punti partita, siamo, nonostante i possessi in più, sulle stesse medie dell´anno precedente, ma è altresì vero che i giocatori che abbiamo in squadra sono capaci di tirare molto meglio, come ci dicono i loro precedenti, la scarsa precisione al tiro molto probabilmente è dovuta al grande lavoro fisico svolto in allenamento e partita, lavoro che deve essere ancora assorbito appieno e come per il sorriso che prima faticava a venir fuori, in mezzo a tanto sudore, anche una maggiore precisione al tiro arriverà, ne siamo certi.
La squadra dovrebbe essere al completo, Iardella e Maggio stanno recuperando la migliore condizione e Biancani, da guerriero del parquet quale è, per i quaranta minuti. metterà come al solito i dolori nell´armadietto dello spogliatoio e si butterà nella mischia con la generosità di sempre.
Allora sotto con la Sangiorgese senza mollare una briciola di concentrazione e senza risparmiare una goccia di sudore, questo è un campionato equilibratissimo, dove non ci sono partite facili.

Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author