Golfo soffre, ma si adatta e vince contro Valsesia

In una partita scorbutica, ben studiata a tavolino da coach Pansa e ben messa in atto sul campo dai suoi ragazzi, la truppa di Padovano ha il merito di crederci comunque e di portarla a casa essendo costretta a giocare con quelle che non sono le sue armi migliori.
Gli ospiti impostano una difesa molto intensa ed aggressiva, non concedendo mai tiri puliti alla temibile batteria di tiratori da fuori del Piombino, infatti saranno solo 9 i tiri dalla distanza dei gialloblù, contro i quasi 30 di media delle precedenti uscite, Piombino prova allora ad attaccare l´area, ma se con Persico e Franceschini riesce a far valere una discreta superiorità fisica, saranno 15 e 11 rispettivamente i punti dei due lunghi, con gli esterni è quasi sempre costretta a soluzioni personali a alta percentuale di difficoltà, perché i vercellesi chiudono tutte le linee di passaggio per gli scarichi, infatti anche qui i numeri confortano questo dato, Piombino distribuisce solo 3 assist contro i precedenti 15.5 di media.
Nei primi minuti di gioco è proprio Persico con 8 punti consecutivi a riportare avanti Piombino sull´ 8 a 5, con i canestri per Valsesia del solo Tomasini, poi Gigena da due e Genovese dalla lunetta portano Piombino al massimi vantaggio della partita 12 a 6, a 4´ dal termine del periodo, poi i gialloblù si bloccano, palle perse, errori al tiro e beccano un parziale di 8 a 0, a 1´ dal temrine è ancora gigena con uno svitamento in entrata a rimuovere il punteggio, ma le due bombe nel finale del subentrato Gatti chiudono il quarto sul 17 a 14 per gli ospiti.
Nel secondo quarto Piombino conferma le difficoltà in attacco, Franceschini per Persico gravato già di due falli fatica a trovare la via del canestro e nei primi 6 minuti vanno a segno in penetrazione solo Venucci e due volte Iardella, ma Valsesia non fa meglio, 6 pari il parziale, appena rientrato in campo è ancora persico a rimuovere il punteggio con un tiro dalla media, ma due bombe di Tomasini e Dotti ricacciano il Golfo a meno 7, Persico fa il suo terzo fallo , torna Franceschini che trova finalmente la via del canestro , ma ancora dalla distanza Quartuccio fissa il massimo vantaggio ospite, più 8 sul 24 a 32 a 1 e 30 dal riposo lungo negli ultimi secondi è Venucci con un paio di canestri a ridurre lo svantaggio, sul 29 a 34 si va alla pausa.
Alla ripresa torna il quintetto iniziale però con Franceschini per Persico e dopo un inizio dove la bomba di Paolin e un canestro di Zucca rispondono al canestro iniziale di Guerrieri e riportano gli ospiti a più 8, Franceschini dopo una monumentale schiacciata su rimbalzo offensivo, si carica e segna 9 punti nel quarto riportando i suoi a meno due e Iardella a pochi secondi dal termine fissa la parità a 49 punti.
Sembra essere invertita la tendenza , ma oggi Piombino e i suoi calorosissimi tifosi, numerosi e rumorosi sugli spalti, è destinato a soffrire, con un pessimo avvio, due palle perse ed altrettanti errori al tiro si ritrova di nuovo a meno 6 in un minuto e 15 secondi, Padovano rimanda subito in campo Genovese , Venucci e Gigena, ma è il giovane Pedroni a far scoccare la scintilla, prende l´iniziativa e va a segnare in penetrazione, l´enfant do pais scuote i suoi e così anche Genovese ritrova la via del canestro, con un bel lob e con la prima ed unica bomba messa a segno dai padroni di casa, riportando avanti i colori gialloblù, ma Santarossa ed i suoi ci credono ancora e proprio l´ex serie A che con una bomba riporta i suoi a più 4 a meno di 4 dal termine, Persico ricuce ancora il mini breck, è un botta e risposta fra i due con Santarossa che riporta i suoi per due volte a più tre e il lungo piombinese a metterci sempre una pezza. A 1 e 15 dal termine è Venucci a firmare il sorpasso, Tomasini impatta con un uno su due dalla lunetta e Genovese segna il più due a 17 secondi dal termine. Time out di Padovano, che decide di difendere, buona la difesa che a 6 secondi dalla sirena concede a Tomasini solo una soluzione ad altissimo coefficiente di difficoltà, la palla sbatte sul ferro si impenna e Venucci la arpiona, sigillandola fra e mani, fallo sistematico e si va in lunetta, silenzio sugli spalti e Mattia non sbaglia, a nulla serve la bomba di Gatti allo scadere se non a fissare il definitivo 68 a 67. A festeggiare è Piombino con la sua caparbietà e la sua capacità di reinventarsi, ma un applauso va anche a Valsesia, squadra con ottimi giovani che sicuramente non merita l´attuale quota zero in classifica.
I tabellini
Basket Golfo Piombino – Gessi Valsesia 68-67 (14-17, 15-17, 20-15, 19-18)
Basket Golfo Piombino: Edoardo Pedroni 2 (1/1 da due), Alessio Iardella 8 (4/8 da due), Giacomo Guerrieri 2 (1/4 da due), Edoardo Persico 15 (7/8 da due), Mattia Venucci 14 (5/13, 0/4), Marco Franceschini 11 (5/8 da due), Camillo Bianchi, Mario Alberto Gigena 7 (3/10, 0/2), Salvatore Genovese 9 (2/4, 1/3)
Tiri Liberi: 9/14 – Rimbalzi: 38 23+15 (Mario Alberto Gigena 7) – Assist: 3 (Mattia Venucci 2)
Gessi Valsesia: Olivier Giacomelli, Renato Quartuccio 3 (0/1, 1/4), Simone Tomasini 16 (4/7, 2/6), Mattia Dotti 2 (1/1 da due), Edoardo Giovara 9 (3/4 da due), Walter Santarossa 12 (3/7, 1/5), Nicolo´ Gatti 11 (1/2, 3/7), Dario Zucca 2 (1/2 da due), Gianluca Giorgi 2 (1/4, 0/2), Francesco Paolin 10 (2/4, 2/5)
Tiri Liberi: 8/15 – Rimbalzi: 36 23+13 (Francesco Paolin 6) – Assist: 11 (Renato Quartuccio 4)

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author