Granarolo, Valli: “A Pistoia serve una faccia più cattiva”

Valli: “a Pistoia serve una faccia più cattiva”

Il lavoro è la miglior ricetta per passare oltre le sconfitte e guardare avanti. Così la pensa, giustamente, Giorgio Valli, che questa settimana la sua truppa l’ha messa sotto parecchio, in vista dell’impegno di domani a Pistoia.

“Sono stati giorni impegnativi, dal punto di vista fisico e mentale. E non certo in conseguenza della sconfitta di Cantù. E’ che noi dobbiamo sempre allenarci a intensità altissima, per migliorare. Dobbiamo lavorare molto sulla difesa, ed essere più aggressivi. Solo questo può aiutarci quando giochiamo in trasferta, e in più a Pistoia ci attende una squadra fatta di bravi solisti. Quello di Moretti è un gruppo affiatato, con giocatori capaci soprattutto nell’uno contro uno. Gente come Cinciarini, Brown, Williams, Johnson, ci può creare problemi. Dovessi togliere un uomo a Pistoia? Io considero Cinciarini estremamente pericoloso…”

Un settimana impegnativa, e al tempo stesso relativamente tranquilla.

“Abbiamo lavorato al completo, a parte un problema recente a Portannese che ha un lieve dolore alla caviglia e uno a Gilchrist, che ieri sera a fine allenamento aveva un dolore alla schiena che ora stiamo valutando. Ma nel complesso abbiamo lavorato molto. La messa a punto della squadra passa da una maggiore fluidità in attacco e dalla volontà di cercare di dare la palla dentro. In trasferta occorre un gioco più lento, più controllato, e bisogna far filtrare palloni dentro l’area avversaria. Dovremo cercare di essere più aggressivi, sapendo che contro Pistoia ci attende una sfida dura. Proveremo a mostrare una faccia più cattiva, rispetto a quella di Cantù”.

La risposta mentale c’è stata, ma altre ne dovranno venire, assicura il coach bianconero.

“E’ un lavoro continuo, che non finisce mai. Del resto, capisco che non ci sia abitudine, soprattutto nei giovani americani, a lavorare sei giorni per giocare una sola gara a settimana. Ma tutti si stanno impegnando a migliorare, e io non trascuro nessuno: lavoro sul miglioramento dei dettagli nei singoli, perché è da lì che parte il miglioramento di una squadra. Resta il fatto che, anche se quando si va a cercare una vittoria la mente non è mai totalmente sgombra, la pressione domani sera l’avrà Pistoia. Noi andiamo a cercare di prenderci due punti”.

Ufficio Stampa e Comunicazione
Virtus Pallacanestro Bologna

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author