Grande prova di maturità per la BCC Agropoli, vittoria in casa della capolista Givova Scafati

Due su due per la BCC Agropoli che si aggiudica, dopo quello dell’andata, anche il derby di ritorno, vincendo in casa della capolista Givova Scafati. Al suono della sirena finale, ha gioito la squadra di Antonio Paternoster che, accompagnata da circa 250 tifosi, ha battuto i locali per 76-81.
Spettacolo, dunque, fuori e dentro il parquet, con giocatori corretti in campo ed i tifosi sugli spalti. Premiata la grinta e la determinazione di Agropoli che, senza alcun timore reverenziale, ha giocato una grande gara al cospetto della capolista del girone Ovest di A2. Nel momento più complicato della gara, nel secondo quarto, con la Givova avanti di 14 punti, i delfini hanno cacciato gli artigli e rimesso in equilibrio un gara che non lascia presagire un epilogo felice. Il capolavoro si è poi completato nel secondo tempo, quando Santolamazza e compagni hanno dapprima raggiunto e poi superato la formazione casalinga. La gara si è aperta con due punti di Carenza, re al rimbalzo della serata (18), e con la pronta risposta di Gabriele Spizzichini. Simmons, che poi uscirà nell’ultimo quarto così come Baldassarre per cinque falli, è incisivo sotto canestro. I cilentani dimostrano però di voler vendere cara la pelle e, nonostante la Givova provi subire a creare un divario tra le due squadre, Trasolini e compagni restano in scia. Il primo quarto
termina così con il punteggio di 18-14. Nel secondo quarto, la squadra di coach Perdichizzi allunga ulteriormente la forbice dalla BCC, costringendo il coach Antonio Paternoster a chiamare il time-out. Le triple di Loschi e Portannese portano addirittura la formazione di Scafati sul +14 (37-23). Ed è qui la svolta della gara. Tavernari, ex di
turno, inizia a sfoderare il suo repertorio da tre e il divario si assottiglia fino a giungere al termine del primo tempo sul punteggio di 40-36. Nel secondo tempo, la BCC è sempre più attenta in fase difensiva e letale nella metà campo avversaria. Trasolini dalla lunetta e Tavernari firmano il 40-40, Carenza i due punti del sorpasso (40-42). La
squadra di casa resta incollata, ma Agropoli realizza il primo mini-break con una tripla di Di Prampero e due punti di Roderick (47-52). Poi, è ancora una bomba di Tavernari ad allungare ulteriormente il divario (48-57). Scafati reagisce ed il terzo quarto termina con il punteggio di 55-57. Lo spettacolo continua anche nel quarto periodo. Si
gioca punto a punto, ma Trasolini costringe nuovamente Perdichizzi a chiedere il time-out a poco più di due minuti dalla fine. L’Agropoli, infatti, realizza un parziale di +7 (67-74). Loschi, tra i migliori in casa Scafati, prova a suonare la carica. L’Agropoli realizza ancora dalla lunetta con Santolamazza e poi con una schiacciata di Trasolini suggella una splendida gara.

Antonio Paternoster: – “Siamo felici per questa splendida vittoria in una gara che ha rappresentato uno spot per la pallacanestro. Faccio un plauso a tutta la squadra perché è stata encomiabile sia sotto il profilo tecnico che sotto quello della determinazione. Non era facile affrontare una grande squadra come Scafati, ma noi abbiamo dimostrato di essere un gruppo vero. Non ci siamo disuniti neanche nel secondo quarto quando siamo andati sotto di 14 punti, continuando a lottare su ogni palla. È stata una prova di grande maturità che ci consente di guardare con maggiore tranquillità anche ai prossimi impegni perché possiamo dire, seppure la matematica non lo conferma ancora, che abbiamo quasi raggiunto il nostro obiettivo stagionale della salvezza. Voglio concludere ringraziando i nostri tifosi, come sempre straordinari, che ci hanno seguito a Scafati”.

 

Givova Scafati – BCC Agropoli: 76-81
Parziali: 1Q 18-14; 2Q 22-22; 3Q 15-21; 4Q 21-24.

Givova Scafati: Mayo 15, Spizzichini 6, Rezzano 2, Crow 4, Simmons 9, Portannese 13, Melillo, Loschi 14, Baldassarre 8, Ammannato 5. Coach: Perdichizzi.

BCC Agropoli: Santolamazza 2, Roderick 12, Carenza 17, Tavernari 20, Trasolini 25, Bolpin 2, Di Prampero 3, De Paoli, Bovo, Guaccio, Stano, Spizzichini. Coach: Patenoster.

Arbitri: Brindisi, Caruso e Triffiletti.

 

Antonio Vuolo

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author