Grande successo esterno per Palestrina che vince a Capo d'Orlando 73-87

Infrasettimanale di fuoco per la serie B, al PalaMangano Palestrina vuole continuare a vincere e parte bene in un frangente in cui si segna quasi esclusivamente da tre. Per l’ex Pozzi tre punti ma anche due falli in attacco sanguinosi, e quando c’è da esaltarsi nel tiro dalla lunga esce sempre fuori Gianmarco Rossi: per lui tre prodezze che valgono il 6-11. La Irritec accorcia trovando spazi nell’1vs1, Paesano appena entrato fa 1/2 a cronometro fermo, ma parità ristabilita anche dopo l’affondo di Alessandri. Sfortunato Fiorucci che si fa male alla caviglia, ma pochi secondi dopo Rossi scippa e converte due comodi contropiedi: 14-18. Pozzi rientra e chiude la frazione sul -2 sfruttando un fallo evitabile di Palestrina.
Di Coste appoggia il 18° punto dei siciliani, ma Pozzi si fa fischiare la terza infrazione personale, e Visnjic lotta a rimbalzo per riportare avanti gli ospiti. Bella tripla di Paunovic ma stupenda azione corale di Palestrina che manda Paesano a schiacciare, ed ancora più importante sbloccando Barsanti da tre: 21-24. Cosa che riesce anche a Molinari dando continuità al tentativo di fuga, corroborato dal nuovo guizzo di Visnjic (25-31). Balic fa buon lavoro sulle due metà campo costringendo Lulli a un minuto di sospensione, a 5 minuti dall’intervallo. Di nuovo Visnjic a capire le intenzioni di Alessandri e Duranti finalizzando due veloci scambi e si vola sul 27-35, stavolta il timeout è di Condello. Palestrina controlla con sicurezza la frazione, volando in campo aperto a portare il vantaggio in doppia cifra col capitano Alessandri, ci prende gusto il nr.4 che prova con successo anche dai 6.75. Lo schema conclusivo disegnato da Rossi non porta la ciliegina sulla torta ma negli spogliatoi Palestrina ci torna sul +11.
Alla ripresa i paladini trovano due volte il canestro con fallo, la pausa ha fatto bene e il solo canestro di Alessandri non basta ad evitare il ritorno a -6. Forte e Balic si divorano due facili realizzazioni, buon per Palestrina che può rifiatare con il solito Alessandri solo sotto canestro. Leader carismatico degli arancio verdi, mette in mostra tutto il repertorio aggiungendo anche un morbido lay-up che issa gli ospiti sul 38-48. Si ripeterà poco dopo il playmaker annullando parzialmente il break operato dall’altissimo Di Coste, nonostante l’elastico le distanze restano sostanzialmente invariate. Rossi in uscita dai blocchi fa male ma la Irritec ha tanta sostanza nel pitturato ora, Alessandri non sbaglia più e la partita si fa davvero emozionante: 48-58. Importante il jumper di Duranti che può e deve contribuire con queste soluzioni, si segna con buona regolarità in un quarto divertente chiuso in bellezza da Barsanti 52-65.
Marinello si iscrive a referto, Visnjic va in doppia cifra ben servito da Duranti (55-67). In trance agonistica ora Marinello segna da fuori mancando il possibile libero aggiuntivo, ma rubando un possesso e depositando il 60-67. Rossi allora si fa tutto il campo e segna ma continua lo show da tre stavolta con Pozzi e sul -6 serve una prodezza di Visnjic. Esemplare il lungo che dopo un tiro corto va a catturare rimbalzo e assistere Duranti, i biancorossi non mollano ma Barsanti non si tira indietro firmando a modo suo il 67-76. Forte sbaglia tiri dalla lunetta, Alessandri si invola a ristabilire un buon margine e coi ritmi aumentati esce il cinismo in transizione degli arancio verdi allungando il break con Visnjic (67-80).
Da applausi il canestro firmato da Visnjic su magia di Alessandri e sul +15 a tre minuti dalla fine il traguardo appare vicinissimo. Parola fine messa dall’mvp Alessandri e per Palestrina gli ultimi minuti sono una formalità, raccogliendo un successo meritato e frutto di una prestazione molto incoraggiante per coach Lulli. Dal PalaMangano si torna a casa col 73-87.

Commenta
(Visited 43 times, 1 visits today)

About The Author