Green Basket Palermo, esordio vincente con brivido contro Torrenova

La prima giornata della LNP Supercoppa Centenario 2020 si apre con un successo per il Green Basket Palermo, che nell’esordio stagionale supera al PalaMangano la Fidelia Torrenova con il punteggio finale di 77-74 al termine di un match molto combattuto, molto fisico ma a tratti anche nervoso.

Caronna apre il match con 4 punti da sotto canestro, a cui però Torrenova risponde prontamente impattando la parità. Guerra trasforma con precisione due liberi, poi Boffelli si vede negare da uno sfortunato effetto del ferro la tripla dell’ipotetico +5; vantaggio che comunque aumenta con le realizzazioni di Bedetti e Caronna per il 10-4 che costringe al time-out coach Condello dopo soli 4’. In contropiede Perin accorcia le distanze ma una penetrazione vincente di Bedetti frutta i tre punti (canestro con fallo subito e seguente libero realizzato) del +7, che diventa +9 con altri due liberi di Caronna. Si iscrive a referto anche capitan Lombardo che dalla lunetta firma il +10, sfruttando il bonus di falli di squadra prematuramente raggiuto dalla formazione ospite, che però non molla e chiude i primi 10’ sul -9, con il tabellone che recita 21-12.

È André ad aprire i conti del parziale con due punti realizzati sulla sirena dei 24”, con Torrenova che risponde due liberi di Lasagni. In transizione sono letali Ben Salem e Bedetti, poi si scatenano i tiratori: Perin e Gentili realizzano una tripla a testa, mantenendo invariate le distanze sul 30-17.  Green che alza ulteriormente il ritmo e con la penetrazione di Gentili trova il +17; ed è lo stesso Gentili trova la precisione balistica per la tripla del +16, dopo un mini-parziale ospite. Torrenova reagisce ancora e riesce ad accorciare ulteriormente il divario sfruttando qualche imprecisione nella nei possessi offensivi dei palermitani. I messinesi concretizzano gli ultimi due possessi del parziale con la tripla di Lasagni a chiudere la prima metà di gara sul 40-33.

Gloria mette su in chiaro le intenzioni di Torrenova con due ganci consecutivi per il -3; Drigo dalla media sblocca il parziale dei palermitani, che si riscattano con cinque punti di Boffelli per il +9 portando al nuovo time-out di coach Condello. Al rientro sul parquet Perin è letale dall’arco, ma Drigo gli risponde con l’appoggio da sotto e ancora Boffelli con una ‘falsa tripla’ cancellata da un piede sulla linea dell’arco firma il +10. Torrenova accorcia ancora, con la partita che diventa più fisica e Caronna che, protestando energicamente per una decisione arbitrale avversa (fallo in attacco fischiato ai suoi danni) si prende un fallo tecnico che costringe coach Mazzetti a tirarlo fuori dal match. Il Green è la prima formazione a raggiungere il bonus per i falli di squadra, e questo consente agli ospiti di avvicinarsi ulteriormente nel punteggio; la reazione biancoverde arriva con Bedetti, ma l’ennesimo fallo obbliga coach Mazzetti ad un time-out necessario per ritrovare gli equilibri di squadra. Bolletta dalla lunetta firma il -2, poi Torrenova perde Lasagni per il resto del match (quinto fallo personale commesso a 2’ dalla fine del periodo). Le distanze rimangono invariate quando mancano solo 10’ di gioco, 55-53 il punteggio sul tabellone.

Primo possesso del periodo conclusivo ed è subito magia di Guerra, che sulla sirena dei 24” realizza in allungo; Torrenova replica con Ferrarotto ma Gentili è spettacolare dall’arco con la tripla del +5. La formazione ospite risponde colpo su colpo ai tentativi di fuga dei palermitani, che ci provano in più occasioni, sprecando però anche diversi possessi favorevoli. Questo consente ai messinesi di non perdere contatto e riportarsi prima sul -2 con soli 2’ da giocare: Bedetti in contropiede regala fiato ai biancoverdi, con la tripla del capitano a dipingere una traiettoria perfetta per il +7 che potrebbe decidere la partita. Bolletta però si carica sulle spalle il peso dell’attacco ospite e dimezza lo svantaggio, con Perin e Gloria a firmare dalla lunetta il 74-74 con 11” e una rimessa in attacco per il Green. Il finale è al cardiopalma: Guerra riceve e subisce fallo, realizzando il +1, sul ribaltamento di fronte Torrenova cerca un fallo in penetrazione che non arriva perdendo palla, e tocca a Boffelli suggellare la vittoria con altri due liberi.

Per i palermitani arrivano i primi due punti nel girone P, adesso ci sarà la sfida di domenica prossima in casa della Virtus Kleb Ragusa che potrà già dire parecchio per le ambizioni di passaggio del turno dei ragazzi di coach Mazzetti.

TABELLINO

Green Basket Palermo – Fidelia Torrenova 77-74 (21-12, 19-21, 15-20, 22-21)

Green Basket Palermo: Santiago Boffelli 15 (3/3, 2/7), Luca Bedetti 14 (6/11, 0/0), Giuseppe Caronna 11 (4/6, 0/2), Mirko Gentili 11 (1/2, 3/5), Filippo Guerra 9 (3/5, 0/1), Giuseppe Lombardo 7 (1/2, 1/4), Dario enrique Andre’ 4 (2/2, 0/0), Davide Drigo 3 (1/4, 0/1), Iheb Ben salem 3 (1/1, 0/0), Edoardo Nicosia 0 (0/0, 0/0), Salvatore Mazzarella 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 25 – Rimbalzi: 32 3 + 29 (Giuseppe Caronna 6) – Assist: 17 (Filippo Guerra 6)

Fidelia Torrenova: Sebastiano Perin 21 (3/8, 3/5), Luca Bolletta 13 (3/8, 1/3), Simone Lasagni 13 (4/4, 1/3), Mirko Gloria 10 (4/9, 0/0), Alessio Ferrarotto 10 (3/5, 0/3), Alberto Mazzullo 4 (2/4, 0/0), Giorgio Galipò 3 (1/2, 0/4), Gianmarco Romagnolo 0 (0/0, 0/1), Vincenzo Saccone 0 (0/0, 0/0), Calogero Micciullia 0 (0/0, 0/0), Ricards Klanskis 0 (0/0, 0/0), Vincenzo Di viccaro 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 27 – Rimbalzi: 26 3 + 23 (Luca Bolletta 8) – Assist: 11 (Alessio Ferrarotto 5)

 

Nella prima giornata della LNP Supercoppa Centenario 2020 di Serie B sono scese in campo per la prima giornata del girone P il Green Basket Palermo e la Fidelia Torrenova. Ad avere la meglio sono stati i biancoverdi padroni di casa con il punteggio finale di 77-74 al termine di un match che i palermitani hanno gestito con autorevolezza nella prima metà di gara, salvo subire la rimonta dei messinesi già a ridosso dell’intervallo. Palermo infatti parte meglio rispetto agli avversari, trascinato dai 9 punti di Caronna e gli 8 di Bedetti nel solo primo quarto, chiudendo i primi 10’ avanti 21-12. Distanze che si fanno ancora più ampie con lo strappo formato da Gentili, le cui due triple nel giro di poche azioni firmano il +17 per il Green; Torrenova però resta agganciata nel match con tenacia e grazie alla realizzazione dall’arco di Lasagni accorcia fino 40-33 con cui le due squadre rientrano negli spogliatoi. Messinesi che si riportano sotto fino al -3 ad inizio ripresa, ma subisco il nuovo strappo dei biancoverdi che ritrovano la doppia cifra di vantaggio con Drigo e Boffelli. La partita diventa più fisica e sempre più nervosa: a farne le spese Lasagni, uscito per il quinto fallo personale prima della fine del terzo quarto, e Caronna, le cui proteste verso il duo arbitrale sono state punite dagli stessi con un fallo tecnico. Torrenova sfrutta la maggiore frequenza con cui si presenta dalla lunetta per riportare l’equilibrio nel punteggio, un equilibrio che si schioderà solo nei secondi finali: le realizzazioni ai liberi di Guerra e Boffelli, e la contestuale palla persa di Torrenova nell’ultima azione a disposizione, sigillano un successo tanto sofferto quanto importante per il Green Basket. La prossima giornata di Supercoppa, in programma domenica 18, vedrà Palermo impegnata sul parquet della Virtus Ragusa, mentre Torrenova ospite la Fortitudo Agrigento.

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.