Green, che difesa: 55-77 sul Peppino Cocuzza

L’attacco diverte il pubblico, la difesa vince le partite: una grande prestazione difensiva consente al Green di dominare sul difficile campo del Peppino Cocuzza, 55-77 il finale.

Un Green bravo a salire di colpi, dopo un avvio a fasi alterne: senza Peppe Lombardo, fuori per motivi precauzionali per un problema al polpaccio, a far la parte del leone all’inizio sono il fratello Andrea (anche lui acciaccato) e Trevisano, che mettono le triple dello 0-8 dopo due minuti. Reazione furiosa del Peppino Cocuzza, firmata Busco a Agurs, con la formazione di casa che mette in apprensione il Green sino a trovare il vantaggio con la tripla di Baiardo sul 21-19.

La squadra palermitana, in difficoltà, ritrova fiducia grazie alle iniziative in campo aperto di Blanks, presente a rimbalzo e bravo ad alzare i ritmi, e con i tiri da fuori: a turno, quasi tutti i giocatori Green tirano con buone percentuali dall’arco, come testimonia il 44% a fine gara. Nel primo tempo è Trevisano a impressionare, segnando ogni tiro preso. Dall’altra parte solo dieci punti concessi al Cocuzza, con un lavoro eccellente nell’impegnare Copeland, su cui reggono bene sia Trevisano che Williams: 31-39 a metà gara.

Il Green non smette di macinare gioco anche al ritorno in campo, testando anche quintetti con 4 “atipici” al fianco dei lunghi: in particolare impressione per il livello d’intensità e la concentrazione Tagliareni, al ritorno in un ruolo che in passato ha già coperto egregiamente, bravo a mettere due triple in fila importanti per spaccare il match. Il Green da fuori è in serata di grazia e poco dopo due grandi assist di Blanks e ancora Tagliareni trovano Gentili per due piazzati dall’arco. Sono i tiri che certificano la fuga del Green che s’avvicina al ventello di scarto a fine quarto: 46-64.

L’ultimo quarto è parecchio spezzettato tra falli e sostituzioni: il Green tira una quantità enorme di liberi (non convertendoli con grandi percentuali, piccolo “neo” di una serata balisticamente eccellente). Cocuzza rimedia qualche tecnico e Baiardo finisce anzitempo la partita espulso per proteste. Gestione comoda nel finale per il Green, va a referto dalla lunetta Forzano e coach Verderosa dà spazio anche al capitano Mantia, non cala l’intensità del Green che a parte qualche giocata di Agurs concede pochissimo alla formazione di casa e vola verso il 55-77. Che coi risultati del turno infrasettimanale significa secondo posto sempre più vicino.

 

Peppino Cocuzza-Green Basket 55-77

Green Basket – Blanks 18, Gentili 16, A. Lombardo 8, Trevisano 15, Williams 10; Tagliareni 8, Giancarli, Mantia, Forzano 2, G. Lombardo ne. All. Verderosa. Vice: Muratore.

 

Peppino Cocuzza – Toto 2, Baiardo 8, Busco 5, Agurs 23, Copeland 10; La Falfa, Albo 5, Contaldo, Bellomo, Cocuzza, Scilipoti 2. All. Li Vecchi, Vice: Valenti.

 

Arbitri – Marco Attard di Cefalù (PA) e Andrea Parisi di Catania.

NOTE

Parziali: 21-19, 10-20 (31-39), 15-25 (46-64), 9-13 (55-77).

Falli: Green 17 – Cocuzza 20. Tiri liberi: Green 16/27–Cocuzza 5/12

Uscite per falli: A. Lombardo (Green), Baiardo (Peppino Cocuzza) espulso.

 

Ufficio Stampa Green Basket

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author