Gruppo Zenith, intervista ad Andrea Presti: “Abbiamo le carte in regola per ambire a traguardi importanti”

Il Gruppo Zenith Messina è tornato al successo nel derby casalingo con la Cestistica Torrenovese, dopo il passo falso di Capo D’Orlando. Una gara difficile che poteva cambiare in negativo il campionato degli “Scolari”. Andrea Presti è stato uno dei protagonisti della sfida, senza Carnazza infortunato, con Adorno costretto a lasciare il campo per un problema muscolare e Buono caricato di falli, il giovane esterno peloritano ha permesso agli scolari, con le sue iniziative, di superare un momento delicato del match: “Dovevamo assolutamente riprenderci dopo la sconfitta subita a Capo D’Orlando e l’abbiamo fatto. Tra le due gare ci siamo allenati soltanto una volta, ma lo abbiamo fatto con grande determinazione, concentrati e caricati dalle parole del presidente, della dirigenza e del nostro coach. La partita pero non è iniziata bene, per via dell’infortunio a Gabriele Adorno al quale auguro una pronta guarigione, ma abbiamo saputo accelerare al momento giusto e in difesa, nostro punto di forza, non abbiamo dato respiro ai nostri avversari”.

Rispetto al match di andata cos’è cambiato? “All’andata avevamo sofferto un po’ sotto canestro contro Urso, ma con l’arrivo di Gigi Russo abbiamo guadagnato ulteriori chili, centimetri e qualità in area. La nostra è stata una grande prova corale e lo dimostra il fatto che siamo andati tutti a segno, con cinque di noi in doppia cifra, e tutti abbiamo difeso con aggressività”.

Quello di Serie D si sta rivelando un campionato ostico, tante squadre si sono rinforzate e puntano alla conquista dei play off, ma per la Basket School ormai cambia davvero poco: “Il campionato è ancora molto lungo, dobbiamo affrontare partite molto difficili, tra tutte il ritorno contro la nostra diretta avversaria, Baestrate, che aspettiamo al PalaTracuzzi. Spero che per l’occasione il palazzetto sia gremito di nostri tifosi.

Che tipo di squadra è Il Gruppo Zenith Messina: “Siamo una squadra forte, eterogenea, in cui tutti siamo protagonisti. Abbiamo tutte le carte in regola per ambire a traguardi importanti. Dobbiamo continuare a mettere in campo la massima intensità, come abbiamo sempre fatto fin dal primo allenamento della stagione, stimolati dal giovane preparatore atletico Vincenzo La Torre”.

Dopo un lungo stop le sensazioni di Andrea Presti sono ovviamente molto positive, poter calcare nuovamente il parquet era ciò che desiderava e le risposte sono arrivate immediatamente, anche se ha dovuto adattarsi a ricoprire il ruolo di play: “Sono contento di aver ripreso a giocare, dopo quasi quattro anni di stop, e devo ringraziare anche coach Dani Baldaro che sta riponendo molta fiducia nei miei confronti in questo mio nuovo ruolo da playmaker. So che devo migliorare in moltissimi aspetti e per questo ringrazio tutti i miei compagni, tra tutti Carnazza, che cercano di darmi consigli su come gestire al meglio questo mio nuovo ruolo”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author