Il Gruppo Zenith Messina tiene testa alla capolista nonostante il passivo

Cuore, grinta e carattere non bastano al Gruppo Zenith Messina per superare la capolista Costa d’Orlando. La squadra peloritana esce sconfitta dal parquet amico per 69-84, una punizione fin troppo severa per quanto mostrato al cospetto della regina del campionato, se si pensa che a 6’ 14” dalla fine le due squadre erano sul 67 pari. A spaccare la partita ci ha pensato quel talento che meriterebbe altri palcoscenici di nome Antonio Fazio. L’ex giocatore dell’Amatori si è caricato la squadra sulle spalle trascinandola alla vittoria, suo il 7-0 di parziale che ha dato il via alla fuga definitiva dei paladini. La gara è stata bella, emozionante e avvincente, per merito, soprattutto della squadra allenata da Francesco Anselmo, brava a non calarsi nel ruolo di vittima sacrificale. Mazzù e soci hanno giocato alla pari, rimanendo sempre in scia ai più quotati avversari, e possono affermare, senza tema di smentita, di non aver goduto dei favori arbitrali. Lo ha rimarcato a fine gara coach Anselmo, che nel corso del match ha perso il suo usuale aplomb, vedendosi assegnare un tecnico per proteste, non potendo essere d’accordo con diverse decisioni prese dai due fischietti palermitani: “Credo che una squadra forte e ben allenata come la Costa d’Orlando non abbia bisogno di direzioni arbitrali del genere”.

Nel primo parziale, dopo i due canestri iniziali di Bowman, il Gruppo Zenith fa capire di non voler fare da semplice comparsa. Due bombe firmate da Caldwell e Weglinski, seguite dai liberi di Fathallah e dalla schiacciata di Caldwell, regalano il massimo vantaggio ai peloritani (10-6). Fazio, Caronna e Bowmn riportano in parità la sfida. Dopo lo 0/2 di Weglinski, è ancora Caldwell a riportare avanti i padroni di casa, fino al 14-12. Il finale del quarto è di marca ospite: due volte Griffin, poi Fazio dalla lunetta e Munastra, con una splendida realizzazione, fissano il punteggio al 10’ sul 14-21. Il 9-0 di parziale diventa 15-0 grazie a Sgrò, Bowman e Marinello: praticamente Messina è doppiata (14-27). Tre penetrazioni consecutive di Buono, Caldwell e Mazzù riportano la Basket School sotto di 7 lunghezze. La partita è aperta, dopo il 2/2 di Caldewell (top scorer del match con 31 punti personali), la Costa raggiunge la doppia cifra di vantaggio grazie a Manfrè e Sgrò. Condello fa ruotare i suoi, Messina non molla: Caldwell dall’arco e Buono la riportano sotto di 4 (30-34), si va al riposo lungo sul 31-36.

Il terzo periodo è forse quello più spettacolare, i tentativi di fuga della Costa d’Orlando vengono stoppati dai messinesi, Mazzù e Caldwell rispondono alle giocate degli ospiti, che trovano in Munastra un cecchino implacabile dalla linea del 6,75. Quando Caldwell realizza il canestro del 41-43, fa un certo effetto vedere Condello chiamare time out. La mossa però da i suoi frutti, infatti, gli orlandini piazzano un break di 12-2 per il 43-55. Ma è una pura illusione. Buono mette due bombe consecutive, seguite da quella sganciata da Weglinski: Messina è di nuovo lì (52-55). Si arriva quindi alla mezzora con gli ospiti avanti di quattro lunghezze grazie al canestro sulla sirena di Fathallah (57-61). La gara è un susseguirsi di emozioni, il Gruppo Zenith è più vivo che mai, Caldwell apre le marcature del quarto finale, il ritrovato Buono risponde con cinque punti consecutivi alle realizzazioni di Fazio e Griffin (64-65). Fazio non sbaglia i liberi, ma nemmeno Caldwell, che fa 3/3 e riporta Messina in parità (67-67), quando mancano 6’ 14”. A questo punto sale in cattedra Fazio: una tripla, una rubata e un sottomano ricacciano gli scolari sul -7 e tutto diventa più semplice per la squadra di Condello che approfitta del calo di tensione dei padroni di casa per accelerare e portarsi addirittura sul +17 (67-84). I liberi di Fathallah chiudono la contesa. Messina non merita questo passivo ed esce dal campo fra gli applausi del proprio pubblico. Domenica si torna in campo: al PalaTracuzzi arriva l’Aretusa.

Gruppo Zenith Messina – Costa d’Orlando 69-84

Parziali: 14-21; 17-15 (31-36); 26-25 (57-61); 12-23

Gruppo Zenith Messina: Di Dio n.e., Fathallah 6, Weglinski 8, Buono 18, Carnazza, Trimarchi, Speciale n.e., Mazzù 6, Marabello n.e., Calderazzo, Caldwell 31. Allenatore: Francesco Anselmo

Costa d’Orlando: Marinello 13, Sgrò 6, Manfrè 2, Strati, Bowman 12, Gambardella, Munastra 14, Antinori n.e., Fazio 22, Griffin 11, Caronna 4. Allenatore: Giuseppe Condello

Arbitri: Fava e Miragliotta di Palermo

 

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author