GSD Ferrini, Pedrazzini: "Vogliamo vincere e convincere contro la Sef Torres"

C’è un’altra formazione sassarese sul cammino della Ferrini Delogu Legnami, che dopo aver battuto in casa il Sant’Orsola cercherà fortuna al PalaSerradimigni contro la SEF Torres di Pietro Carlini. I biancoverdi arriveranno nel tempio della pallacanestro isolana reduci da 7 successi consecutivi e desiderosi di mantenere l’imbattibilità: “Puntiamo a vincere ancora – afferma Maurizio Pedrazzini – vogliamo farlo convincendo e senza rischiare. L’obiettivo è quello di mantenere un rendimento costante all’interno dei 40 minuti, evitando il più possibile dei passaggi a vuoto. Ovviamente abbiamo grande rispetto per la Torres. E’ una squadra temibile, che non a caso si trova al terzo posto in classifica. Hanno dei giovani interessanti e anche qualche elemento più esperto in grado di fare la differenza. Inoltre, vista la differenza di stazza tra noi e loro, non sarà semplice trovare gli accoppiamenti difensivi migliori. Mi aspetto una gara difficile, in cui dovremo cercare di imporre il nostro ritmo”.

 

Nonostante abbia conosciuto, fin qui, solo il sapore della vittoria, la Ferrini ha ben chiari gli aspetti sui quali lavorare per essere ancora più incisiva: “Siamo stati troppo poco costanti – ammette – a volte anche all’interno della stessa partita. Basti pensare alle gare contro Porto Torres o Esperia, tanto per fare due esempi. Dobbiamo senz’altro crescere e mantenere una certa continuità, specie difensiva, nell’arco di tutta la partita. Nonostante tutto però siamo sempre riusciti a ottenere i due punti, e anche questo è un aspetto che va tenuto in considerazione. Vincere aiuta a vincere e permette di lavorare in un clima di serenità”.

 

Una fase di assestamento, peraltro, era ampiamente prevedibile visti gli importanti cambiamenti operati in estate: “Stiamo pian piano trovando gli equilibri giusti – prosegue – ci sono stati alcuni inserimenti di peso ed è normale che serva un po’ di tempo per trovare la quadra. Samoggia si è inserito bene ed è già un riferimento, sia offensivo che difensivo. Ci stiamo dando da fare, inoltre, per valorizzare al meglio le qualità dei nostri esterni”. Tra gli aspetti più positivi, fin qui, c’è stata la capacità di trovare sempre dei protagonisti diversi in grado di incidere sulle partite: “E’ una qualità importante – aggiunge Pedrazzini – anche perchè ci permette di non offrire riferimenti alle squadre avversarie. La pericolosità offensiva è diffusa su più elementi ed è difficile per le difese adeguarsi”. Gli acciacchi dell’ultimo periodo hanno rischiato di accorciare la rotazione, ma “Pedro” non è preoccupato: “Può capitare – spiega – ma la rotazione non è talmente corta da creare dei problemi. Qualche grattacapo, a volte, può arrivare in settimana, perché allenarsi in pochi può rivelarsi problematico. Nell’ultima settimana, però, non abbiamo avuto questo inconveniente e siamo riusciti anche a fare dei 5 contro 5”.

SEF Torres e Ferrini Delogu Legnami si affronteranno sabato 23 novembre alle 20.15 al PalaSerradimigni di Sassari. Gli arbitri designati sono Gian Mario Battaglia e Antonio Gavini di Sassari.

Commenta
(Visited 43 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.