Hasbrouck, primo giorno a Obiettivo Lavoro: "Il numero 17 mi porterà fortuna"

Kenny Hasbrouck è pronto per la sua seconda avventura bianconera. Affronterà l’ultima parte del campionato di Serie A Beko con la canotta di Obiettivo Lavoro e il numero 17 (“scelto perché è il preferito di mia moglie, che a breve mi raggiungerà a Bologna”). Ecco le sue prime parole, raccolte nella sala stampa di Unipol Arena prima dell’allenamento con i suoi nuovi compagni.

“In questi tre anni sono cambiato nell’approccio caratteriale, nell’affrontare positivamente qualunque sfida e partita, nel mettermi a disposizione dei compagni, come ora farò con la Virtus. Ho affrontato poco tempo fa questo gruppo, l’ho visto tenace, forte, capace di lottare insieme. Contro Cantù ha voluto vincere la partita, e l’ha fatto. Ora lavoreremo insieme. Siamo in fondo alla classifica perché per molte partite è mancato Allan Ray, ma io non guardo a dove siamo, guardo avanti, al futuro. Alcune sconfitte sono arrivate per pochi punti, in maniera occasionale. Affronteremo ogni partita pensando a come portare a casa i due punti. Mi piace Bologna e mi piace la Virtus, non mi ha sorpreso questa chiamata e sono felice di essere qui di nuovo. Il passato è passato. La squadra? Conosco Pittman, abbiamo giocato insieme nella preseason a Miami, lo ritroverò volentieri qui”.

ALESSANDRO CROVETTI, General Manager“Abbiamo sentito la necessità di aggiungere un giocatore straniero al roster, visto che da qualche tempo ne stiamo regalando uno agli avversari ad ogni partita. Una decisione in cui la proprietà ci ha sostenuto, dando fiducia a me e a Giorgio Valli in questa richiesta. Avendo speso l’ultimo visto con Fells, potevamo prendere giocatori extracomunitari già vistati in Italia, con almeno cinque partite giocate, o dei comunitari. Hasbrouck era il primo nome nella lista di Giorgio, abbiamo saputo che si poteva muovere da Cantù, dove dopo la riforma tecnica era lo straniero di Coppa. Ringrazio il loro diesse Daniele Della Fiori per la collaborazione: il giocatore ha fatto presente che aveva voglia di giocare in campionato e siamo riusciti a chiudere l’operazione al ritorno della squadra dalla partita di Coppa in Siberia, facendo la trattativa rapidamente anche con Marco Valenza, il suo agente, e depositando questa mattina alle 9.30 il tesseramento in Lega Basket. Contro Brindisi, torniamo ad avere cinque giocatori extracomunitari in squadra, mentre Allan Ray riprenderà martedì prossimo il suo rientro graduale nel gruppo e valuteremo insieme quando si sentirà pronto per tornare in campionato”.

GIORGIO VALLI, coach di Obiettivo Lavoro“Il confronto quotidiano con Alessandro Crovetti ci permette di lavorare in tempi stretti. Kenny era uno dei miei giocatori favoriti e ora lo abbiamo qui. Credo ci darà una mano perché è un grande professionista, con capacità nel tiro da fuori e la possibilità di dare una mano in regìa a Gaddy. Da domenica torniamo ad avere cinque giocatori efficienti stranieri e cinque italiani, ci aspetta un ritorno difficile ed è importante per noi”.

DANIELE FORNACIARI, consigliere delegato di Virtus Pallacanestro Bologna – “Saluto Kenny da dirigente, dopo averlo visto in campo da tifoso. Di lui ho un ottimo ricordo, quando venne fu il migliore della squadra nelle prime dieci partite. Abbiamo riportato a Bologna un giocatore importante”.



Marco Tarozzi
Commenta
(Visited 98 times, 1 visits today)

About The Author