I numeri di Ferentino, prossima avversaria della Pallacanestro Trapani

Dopo un’estate trascorsa con l’etichetta della favorita alla promozione, è arrivata la prima parte di regular season ad evidenziare qualche difficoltà di troppo. Federico Fucà è stato a quel punto sostituito in panchina da coach Luca Ansaloni, e Ferentino ha iniziato a risalire piano piano la classifica, fino all’attuale sesto posto. Visto il notevole livello tecnico del roster, l’obiettivo rimane ben altro, ma la strada adesso è nuovamente spianata per spiccare il volo. Andiamo ora ai singoli. In cabina di regia troviamo il talento di Matteo Imbrò, playmaker del 1994 che, nonostante la giovane età, può già vantare una buona esperienza al piano di sopra con la Virtus Bologna, di cui è stato anche capitano (il più giovane della gloriosa storia delle V Nere). Il fosforo ed i rifornimenti per i compagni sono assicurati, ma ha faticato un po’ ad inizio stagione nel garantire cospicui bottini. Del resto, si sta prendendo più responsabilità offensive rispetto al passato e i necessari tempi di “adattamento” gli andavano concessi. I suoi numeri: 10.9 p.ti, 3.5 falli subiti, 3.1 rimbalzi e ben 3.6 assist per gara. Molto bene da tre (40%), mentre appaiono migliorabili le percentuali da due (46%) e la gestione dei possessi (2.2 palle perse ad incontro). La guardia è Tim Bowers (1982), “all-around” dal tiro discontinuo che assicura però difesa, grande energia ed una notevole mano alla voce rimbalzi, nonostante gli anni migliori appaiono probabilmente alle spalle. Dopo la deludente prima fase di campionato, si sta riscattando e viaggia con le seguenti medie: 10.5 p.ti (56% da due), 4.4 rimbalzi e 4.2 assist, che fotografano a dovere il suo ruolo di regista aggiunto della squadra. Deve progredire al tiro da fuori (23%), che storicamente non è mai stata la specialità della casa. Tommaso Raspino (1989) è l’atletica ala piccola che sta andando un po’ a corrente alternata, pur non facendo certo mancare i suoi proverbiali “voli” sopra il canestro, grazie a gambe a dir poco esplosive. Migliorabili, invece, il suo senso tattico e il tiro dalla distanza. Scrive finora a referto 7.3 p.ti, 4 rimbalzi e 2 assist, con un buon 54% da due ed un discreto 32% da tre. Nel ruolo di “quattro” troviamo Benjamin Raymond (1987), con la mole del pivot ma movimenti e mani da esterno. Risulta quindi particolarmente difficile da limitare, perché troppo agile per i lunghi di turno e troppo “fisico” per gli esterni avversari. Un rebus irrisolvibile, insomma, come testimonia il titolo di miglior marcatore della scorsa A2 Gold, conquistato con la maglia di Biella. Anche in questa stagione non si fa certo pregare, scrivendo a referto le seguenti cifre: 14.8 p.ti (52% da due, 38% da tre), 2.8 falli subiti, 5.7 rimbalzi ed un eccellente 92% dalla lunetta. Il pivot è il veterano, ed ex Nazionale, Angelo Gigli (1983), che è reduce da una stagione a Milano da quasi spettatore e sta dissipando ogni dubbio sulle sue attuali condizioni fisiche. È difficile da marcare nel pitturato, dove può far valere movimenti in post basso da manuale, oltre che un tiro dalla media niente male. In difesa va ovviamente preservato, esonerandolo da aiuti sul pick and roll troppo dispendiosi. Le sue cifre così recitano: 12.3 p.ti (60% da due), 3.1 falli subiti e 7.7 rimbalzi ad allacciata di scarpe. Il 48% da tre ed i quasi 2 assist per gara la dicono poi lunga sulle sue indubbie capacità tecniche. Dalla panchina si alza il play-guardia Massimo Bulleri (1977), che di battaglie in Nazionale ne ha viste (e vinte) non poche. Nell’ultimo periodo è stato bersagliato da guai fisici e sta faticando a rientrare a pieno regime in gruppo. Dà minuti di qualità (19’ per partita), dividendosi tra il ruolo di chioccia di Imbrò e quello, a lui più congeniale, di guardia. Non ha magari il primo passo di un tempo, ma può senz’altro mietere ancora vittime col suo fulmineo arresto e tiro. Viaggia a 7.4 p.ti, 2.4 falli subiti, 1.8 assist, il 33% da due ed un ottimo 40% dalla distanza di media. Pericolo pubblico numero uno nei momenti caldi del match! Altro atleta di spessore è l’ala-pivot Andrea Benevelli (1985). E’ ormai una garanzia a questi livelli, come dimostrano i numeri in crescita stagione dopo stagione. Prezioso oltretutto tatticamente, poiché può giocare qualche minuto anche da “5” atipico che colpisce dalla distanza. Garantisce finora 7.5 p.ti e 3.6 rimbalzi per gara. Le percentuali sono da urlo: 56% da due ed un notevole 37% da tre. Tanto spazio si sta inoltre ritagliando l’ala piccola del 1993 Tommaso Carnovali, ex Treviglio, che sta ripagando la fiducia in lui riposta fornendo un buon contributo: 7.2 p.ti ad allacciata di scarpe, con il 37% da tre (su quasi cinque tentativi di media). Completano infine l’organico due giovani arrivati dalla Don Bosco Livorno: l’ala piccola Saverio Mazzantini (ex Verona) e l’ala pivot Lorenzo Benvenuti (ex Jesi), che stanno trovando poco spazio nelle rotazioni.

ORE 16.00, CONFERENZA PREGARA E PRESENTAZIONE OKOYE

Nel pomeriggio di oggi, venerdì 12 febbraio, si svolgerà la conferenza settimanale del coach Ugo Ducarello, presso la sala stampa “Cacco Benvenuti” del Pala Conad. L’evento servirà anche per presentare il nuovo arrivato Stanley Okoye e, pertanto, l’inizio è anticipato alle ore 16.00. Si invitano ad intervenire tutti i giornalisti di tv, radio, carta stampata e web.

PRIMA SQUADRA

Prosegue il lavoro della prima squadra, in vista del terzo impegno interno del girone di ritorno. Domenica 14 febbraio (ore 18.00), infatti, la Pallacanestro Trapani sfiderà Ferentino al Pala Conad, nella gara valida per la ventunesima giornata di A2, girone Ovest. Per oggi, in programma una seduta pomeridiana (ore 17.15 basket).

ATTIVA LA NUOVA NEWSLETTER GRANATA

E’ attiva la nuova ‘Newsletter’ dedicata a tutti gli appassionati e ai tifosi della Pallacanestro Trapani. Periodicamente, infatti, invieremo a chiunque lo richiederà il nostro aggiornamento ufficiale su novità, servizi ed eventi legati all’universo granata, con contenuti sempre diversi da quelli disponibili sui canali ufficiali del nostro club. Il servizio è gratuito.

Per ricevere la Newsletter basta inviare una mail a shop@pallacanestrotrapani.com e comunicare un indirizzo di posta elettronica al quale si desidera ricevere le informazioni.

Gianluca Tartamella

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author