I Raggisolaris vivono un mercoledì da leoni

Raggisolaris 88
Gioiellerie Fabiani 83
(16-21: 40-43; 61-62)
FAENZA: Dal Fiume, Boero 11, Castellari ne, Silimbani 2, Benedetti 3, Casadei 16, Penserini 9, Iattoni 18, Pini 26, Zambrini 3. All.: Regazzi.
MONSUMMANO: Del Frate, Tempestini 3, Giarelli 21, Petrucci 11, Morini ne, Scarone 12, Maggiotto 13, Sgobba 22, Tommei ne, Vannini 1. All.: Niccolai
ARBITRI: Gallo – D’Orazio

Con grinta, cuore e tante triple i Raggisolaris affondano una coriacea Monsummano bissando la vittoria dell’andata. Prestazione fantastica di Faenza, ritrovatasi dopo lo scivolone a Santarcangelo, messasi in luce con tutti i suoi giocatori. I 16 tiri da tre sono soltanto la punta dell’iceberg di una grande prova del collettivo dove ogni giocatore è stato protagonista. Decisivo anche il pubblico, vero e proprio sesto uomo in campo. Insomma è stata una serata indimenticabile.

Più che una partita di pallacanestro, nei primi minuti sembra di vedere il festival delle triple con entrambe le squadre che tirano da tre con percentuali altissime. Penserini ne spara tre, subito imitato da Scarone che con un 3/3 propizia il massimo vantaggio di Monsummano al 9′: 21-14. L’ex Crabs segna anche la quarta tripla personale per il 28-26, poi Pini risponde per le rime e i Raggisolaris si portano sotto di cinque lunghezze: 26-31. Il problema di Faenza è che l’attacco non gira al meglio e ad ogni palla persa Monsummano colpisce in contropiede raggiungendo così al 18’ il 40-32. Sugli scudi però sale Casadei che a suon di punti e rimbalzi riporta Faenza a galla e con un gioco da tre punti regala il 40-40. A rovinare la rimonta sono un libero di Vannini e un canestro da sotto di Petrucci per il 43-40 dell’intervallo. Nel secondo tempo i Raggisolaris lottano a testa alta e mostrano di voler allungare la striscia vincente al PalaCattani. Monsummano però non molla mai e così si assiste ad una lotta punto a punto fino all’ultimo minuto a suon di triple e di ottime giocate. A 2’40’’ dalla fine quando Sgobba segna il 78-73 sembra che i toscani abbiano l’inerzia in mano, ma il solito Pini spara la tripla dell’81-80 a un minuto dal termine. Faenza recupera poi il pallone in difesa con Iattoni e al termine di un’azione articolata lo serve a Casadei che segna una tripla siderale facendo saltare il banco e infiammando il PalaCattani: 84-80 a 18”. Monsummano chiama time out, segna con Giarelli e si affida al fallo sistematico non facendo però i conti con Iattoni e Boero che dalla lunetta sono glaciali firmando la decima vittoria stagionale dei faentini.


I Raggisolaris sono ora attesi da due derby consecutivi: domenica 21 febbraio alle 18 riceveranno la NTS Rimini, mentre sabato 27 febbraio alle 21.15 giocheranno in casa dell’Unieuro Forlì.

 

Luca Del Favero

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author