Il 2014 della Luiss Roma

IL 2014 DELL’ASD LUISS

È andato in archivio con una vittoria il 2014 dell’ASD LUISS che ha concluso l’anno proprio contro la stessa squadra con cui l’aveva iniziato con l’ultima gara del girone d’andata dello scorso campionato di DNC andata in scena in terra frusinate il 5 gennaio: la Virtus Cassino. Sono passati quasi 365 giorni da quella partita, e tanti sono gli eventi che hanno caratterizzato quest’anno sicuramente indimenticabile per la formazione universitaria. Dopo quella sconfitta rimediata nel lontano 5 gennaio, la squadra capitanata da Ruben Polselli con in panchina Max Briscese, ha rimediato 12 vittorie consecutive in campionato, marcia interrotta proprio nella gara di ritorno contro la stessa Virtus, che festeggiò al PalaLUISS la promozione nell’attuale serie B. 

Nel frattempo, però, la squadra luissina ha scritto la pagina più bella della storia biancoblu, andando a vincere la Coppa Italia di categoria nella kermesse LNP andata in scena a Rimini dal 6 al 9 marzo. Un successo straordinario per l’ASD LUISS, che si era qualificata alla manifestazione come miglior seconda dei 7 gironi della DNC, andando quindi a trionfare da “outsider”, e che ha battuto in quei tre giorni Mestre, Catanzaro e Campli, portando a Roma la prima Coppa Italia per l’Associazione Sportiva della LUISS Guido Carli. Inoltre Antonio Smorto, playmaker biancoblu, ha vinto il titolo di MVP e di Miglior Under della manifestazione, consentendo quindi alla LUISS di fare l’en-plein nella città romagnola.

A giugno, poi, dopo la sconfitta casalinga contro la già citata Cassino rimediata il 12 aprile, è arrivato il ko in gara-3 finale play-off contro la Stella Azzurra Viterbo che ha quindi conquistato la B nella Capitale. La grande amarezza di Polselli e compagni, però, ha poi lasciato spazio alla soddisfazione arrivata il 17 luglio con il ripescaggio nella quarta serie nazionale, che ha quindi riportato il team capitolino in una categoria che a lungo l’aveva visto protagonista nelle passate edizioni.

Cambiata la guida della squadra, affidata il 2 luglio a Coach Andrea Paccariè, tornato al timone della LUISS dopo il biennio 2001-2003, sono stati tanti anche i cambiamenti nel roster: hanno detto addio, infatti, Dusan Stijepovic che dopo aver concluso il suo Aviation MBA presso la LUISS Business School ha trovato un lavoro a Milano (firmando inoltre per l’Urania Milano militante nel girone B della serie B, nda), Antono Smorto che ha deciso di fare un passo avanti nella sua carriera cestistica approdando in A2 Silver ad Omegna, Ruben Polselli che concluso il suo percorso post-universitario in LUISS ha poi siglato un accordo con la Petriana Roma, Alessandro Di Pasquale che conseguita la Laurea ha firmato ad Ostia in serie C, Marco Barletta e Ciccio Semeraro che stanno per concludere la loro carriera universitaria e che militano attualmente nella seconda squadra luissina. Rimasti, quindi, Riccardo Marzoli, a cui la società e lo staff tecnico hanno affidato i gradi di Capitano, Anselmi, Kavaric, D’Anolfo, Di Fabio, Bouboukas, Di Giuseppe, Testini e Cassì, è stata la volta dei provini e delle ammissioni alla LUISS Guido Carli ottenute da Marcon, Faragalli, Ramenghi, Gorrieri, Sanguinetti e Faccenda a cui si è aggiunto l’esperto Storchi che frequenta attualmente il Master in Business Administration. 

Un altro stravolgimento, quindi, per la truppa di Paccariè che all’esordio in campionato ha un po’ sofferto l’ambientamento nel nuovo contesto e il processo di amalgama di tutti i suoi elementi, perdendo le prime 4 gare che però l’hanno messa di fronte alle prime della classe (a parte Fondi) come Rieti, Palestrina e Senigallia. Affrontata pure Montegranaro, altro top-team del girone che in casa sua è riuscito ad avere la meglio sugli universitari solo negli ultimi minuti del match, la LUISS ha ingranato la marcia giusta e dopo aver vinto meritatamente il derby con l’Eurobasket Roma, è riuscita a conquistare 6 successi consecutivi che, in attesa dell’ultima gara del girone d’andata, hanno portato Marzoli e compagni al 5° posto in classifica. 

Un’ottima cavalcata, quindi, per i ragazzi di Paccariè, che hanno preso le misure alla serie B e che ora affronteranno con altrettanta determinazione mista ad entusiasmo la seconda parte della stagione, con i ragazzi biancoblu che sono riusciti a conquistare ulteriore affetto da parte dei supporter luissini, che ogni settimana seguono con passione le sorti della squadra.

Il 2015 inizierà con la sfida del 4 gennaio in casa dell’Ecoelpidiense Sant’Elpidio, che definirà la griglia del girone C al giro di boa. Poi si ritornerà al PalaLUISS per la prima gara dell’anno che si disputerà il 10 contro Fondi. Il 2014 è stato fantastico e formativo per tutto l’ambiente luissino, che vorrà fare anche del 2015 un anno indimenticabile.

Danila Di Biase

ASD LUISS

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author