Il Basket Grottaferrata torna alla vittoria contro Bracciano

La serie C silver del Basket Grottaferrata è tornata a vincere. La squadra dei coach Stefano Busti e Matteo Catanzani è tornata a vincere piegano il Bracciano in casa col punteggio di 77-68. E’ il presidente Alberto Catanzani a fare l’analisi del match casalingo giocato mercoledì sera e valido come quinto turno del girone di ritorno. «E’ stata una partita dall’andamento un po’ altalenante – spiega il massimo dirigente – Noi l’abbiamo iniziata bene tanto da infilare un parziale di 11-0, ma Bracciano è stata sempre in partita ed è tornata a galla nel secondo quarto. Nel terzo c’è stato equilibrio e nell’ultimo parziale abbiamo preso quel gap che è rimasto fino alla fine. Una vittoria molto importante se si considera che venivamo da due sconfitte molto sfortunate: quella con la super capolista Formia in cui abbiamo avuto il tiro della vittoria all’ultimo secondo e quella con Fonte Roma Eur in cui abbiamo perso all’ultimo tiro degli avversari. Tra l’altro sono stati giorni difficili per via di infortuni e squalifiche e quindi aver vinto con Bracciano contribuisce a rilanciarci. Anche nell’ultimo match, inoltre, oltre ad aver fuori lo squalificato Grossi (che comunque rientrerà nella prossima gara, ndr) e Amendola, abbiamo perso Trionetti nella prima parte di gara per un problema al tallone, ma poi il giocatore è comunque rientrato in campo stoicamente nel finale per dare il suo contributo anche se non al top». Due punti fondamentali che spingono nuovamente il Basket Grottaferrata nelle prime posizioni di una classifica che rimane cortissima. «Siamo a due punti dal Fonte Roma Eur secondo e ora affronteremo la trasferta con l’Alatri ultimo della classe. Un match che non bisognerà assolutamente sottovalutare – avverte Catanzani – perché lì nell’ultimo match casalingo i prossimi avversari hanno battuto le Stelle Marine e ieri hanno vinto fuori casa con Pamphili. Sappiamo che si sono rinforzati e che tenteranno il tutto per tutto per potersi salvare: li prendiamo nel loro momento migliore. Se non andiamo con la testa giusta, il rischio di fare una figuraccia è dietro l’angolo come è successo a grandi linee contro Borgo Don Bosco qualche tempo fa. Da queste partite si capisce la mentalità e la maturità di una squadra che vuole stare in alto».

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author