Il cuore della Virtus Cassino è immenso,espugnato anche il campo della Stella Azzurra Roma

Una grande affermazione per la BPC Virtus Cassino che riprende confidenza con la vittoria anche in campo avverso superando nell’Arena Altero Felici di Roma la Stella Azzurra Roma al termine di una gara combattuta e per certi versi anche bellissima .

La Virtus Cassino dunque ha sconfitto i padroni di casa che nella serata romana di fine febbraio 2016  hanno davvero spolverato una prestazione maiuscola anche nel tiro, caricati a mille per sconfiggere la “quarta forza del campionato”!! La prestazione della Virtus Cassino assume perciò maggiore rilevanza perché il parquet romano rappresentava un insidia mica male sul cammino dei rossoblù fino al termine della regular season.

“Non era facile e noi lo sapevamo a dispetto della classifica” commenta a fine gara un raggiante Luca Vettese, coach dei cassinati “Lo sapevamo dapprima perché loro sono molto ma molto fisici. Lo sapevamo poi perché loro sono un gruppo giovane e sbarazzino che non avrebbe avuto molto da perdere e soprattutto perché in casa loro hanno la capacità di trasformarsi e caricarsi . Se poi aggiungi a tutto ciò una prestazione monstre in termini statistici per loro ecco che per noi si era paventata una di quelle serate da incubo. Siamo stati bravi a rimanere concentrati soprattutto nei momenti topici del match ed a venire a capo di questa partita incamerando due punti che valgono tanto oro quanto pesano” conclude il coach cassinate .

Successo importante dunque per la BPC, che passa perciò con assoluta autorità all’Arena Altero Felici. Match però davvero complicato in partenza per i rossoblù , con i romani che hanno confermato il loro ottimo momento di forma giocando alla pari per tutta la gara. Alla fine comunque la classe , la solidità e l’esperienza degli uomini con la V rossoblù sul petto ha consentito al team di Vettese di uscire vittoriosa .

Partenza contratta da parte di Lovatti e soci che faticano molto a trovare la via del canestro. La prima frazione è un calvario per gli uomini di Vettese. Percentuali miserabili , 11% da 2, che non aiutano a contenere un fantastico start della Stella Azzurra Roma, che viaggia sulle ali di Trapani e Guariglia trovando il massimo vantaggio a 2 minuti e 46 secondi dalla sirena del primo quarto con una tripla del play , 19 a 5.  Cassino non riesce proprio ad aggiungere nulla dal campo alla tripla iniziale di Castelluccia. Il buon impatto dalla panchina di Buono e soprattutto di Mauro Liburdi consente ai rossoblu di non affondare. Ed è proprio il cassinate ad insaccare la tripla del 22-13 allo scadere del primo quarto. Cassino si tiene a galla e non affonda.

Tutta un’altra musica nel secondo periodo . Cassino alza i ritmi e soprattutto l’intensità difensiva . Sono le scelte del coach cassinate Vettese a cambiare l’inerzia della gara che risulta in un progressivo e lento risalire degli ospiti . Liburdi ma soprattutto Ianes sotto i tabelloni impongono la loro legge  e gli stellini romani non trovano praticamente mai la via del canestro grazie ad una difesa ferrea dei cassinati e a una precisione ritrovata dall’arco . 67% dalla linea dei 3 punti . A 3′ dall’intervallo arriva la tripla del sorpasso firmata da Carrizo, imitato da Lovatti  che sulla sirena firma il 37-42 con cui si torna negli spogliatoi. Cassino si aggiudica la seconda mini frazione con un eloquente 29 a 15.

Nel terzo quarto i padroni di casa trovano ottime risposte da Seye e Nikolic, tornando nuovamente avanti di 7 lunghezze. Un parziale che avrebbe tramortito chiunque di 14 a 2 per gli uomini del maestro D’Arcangeli. Ancora le scelte di coach Vettese però ripagano ampiamente il tecnico cassinate che attende pazientemente i suoi esterni  e passa alla cassa per riscuoterne i dividendi.  Si sveglia infatti da un torpore agonistico Daniele Grilli con la tripla del meno 5 , 51 a 47. E’ il momento topico della gara ,Carrizo e compagni sono ancora nel match . Lo show dell’argentino permette pian piano di mettere in ritmo i compagni e consente ai suoi di rimanere lì e sorpassare di nuovo i rivali . E’ l’ennesima bomba stavolta di Lovatti che sulla sirena frontalmente  fissa il punteggio sul 56-60 al 30′.

“La Stella Azzurra Roma volendo battere la “quarta forza del campionato” , come ci hanno definito in sede di presentazione del match ” commenta a fine gara il DT dei cassinati Manzari “ha cercato in tutti i modi di restare attaccata al match. Per larghi tratti ci ha costretto a mordere il freno ma il secondo e quarto quarto sono stati emblematici di come noi sappiamo rimanere sul pezzo e soprattutto di quanta consapevolezza stiamo raccogliendo strada facendo nelle nostre possibilità. Stasera abbiamo avuto uno straordinario impatto in termini di punti dalla panchina e questo costituisce una grande risorsa soprattutto in gare complicate come questa” ha concluso il direttore sportivo dei cassinati.

Nella quarta frazione di gioco Cassino non ha più permesso  il contro-sorpasso , sebbene da tre i padroni di casa abbiano confezionato una strabiliante prestazione grazie anche alle conclusioni pesanti di Vitale e Trapani. Arrivano gli stellini del maestro D’Arcangeli fino al -1 a 7’ e 20” dal termine, 63-64.

Ma capitan Carrizo si carica la squadra sulle spalle e respinge l’assalto, firmando il break che regala il +8 per la BPC  Virtus Cassino .

Ancora Grilli dà prima il vantaggio in doppia cifra e poi il +12 ai suoi, chiudendo di fatto la contesa a 4′ dalla fine. I romani ci provano ancora ma Cassino gestisce bene e porta a casa un successo preziosissimo.

Adesso si prospetta la pausa del campionato per le finali di Coppa Italia di Rimini in programma venerdì , sabato e domenica prossimi .

Si ripartirà con le gare di campionato per la decima di ritorno  il 12 marzo con BPC Virtus Cassino – Scauri ad Atina .

Nel mese di marzo la Virtus Cassino giocherà sempre tra le mura amiche .Il 19 marzo sempre prossimo ci sarà ad Atina il big match contro Eurobasket Roma.

 

Stella Azzurra Roma – BPC Virtus Cassino 78-86

Parziali : 22-13, 15-29, 19-18, 22-26

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author