Il cuore di Ariano sorprende Civitanova. Valerio decisiva nel finale

Escono alla distanza Le Farine Magiche che si regalano contro Civitanova Marche un successo in volata, tanto sofferto quanto fondamentale nella corsa play-off. Dopo un avvio che lasciava presagire ben altro epilogo le ragazze di coach Ferazzoli hanno dovuto fronteggiare la buona vena delle avversarie (Manzini 5/8 dall’arco) ed il controllo dei tabelloni nella fase centrale del match. La scossa è arrivata nella ripresa ed in particolare nell’ultimo quarto (18-9 l’ultimo parziale) in cui la difesa irpina ha fatto la differenza facendo mutare in positivo il dato dei rimbalzi e soprattutto delle palle recuperate. Quintetto rossoblù sugli scudi: tutto in doppia cifra. Mvp Camilla Valerio: costante difensiva per l’intero arco della gara, ha saputo ergersi a protagonista con i due canestri del definitivo sorpasso del 39’.

LA GARA – Civitanova propone il quintetto piccolo con la sola Di Costanzo sotto le plance. Celmina ne approfitta uscendo bene dalla palla a due (8-4 al 4’ con sei punti della lettone). Ariano trova buone soluzioni offensive che vengono capitalizzate da oltre l’arco da una positiva Zanetti e da capitan Maggi (14-7 al 5’). Civitanova resta in scia affidandosi all’artiglieria pesante di Manzini e Gomes. Coach Melappioni intuisce che il match può cambiare sotto le plance ed affianca Delibasic a Di Costanzo. E’ la svolta: il controllo dei tabelloni e dei rimbalzi è determinante, tanto quanto la mano calda di Manzini da oltre l’arco (3/3 al 14’). Una tripla di Perini vale il primo allungo deciso (22-28 al 15’). La pressione su Marinelli, in posizione di play, propizia la mini reazione arianese, sostenuta da Maggi e Valerio (29-30 al 19’). E’ Di Costanzo però a riallungare sul finire di quarto (29-34 al 20’). Cinque punti consecutivi di Perini mettono paura in avvio di ripresa (31-39 al 22’). Un fallo dubbio fischiato a Valerio stimola la reazione di coach Ferazzoli e del pubblico. Cupido e Zanetti la ritrovata verve difensiva. L’aggancio non arriva perché Gomes e Delibasic si regalano canestri tanto difficili quanto preziosi. Civitanova prova a chiuderla anzitempo con Manzini e Perini (47-55 al 33’). Ariano fa una fatica incredibile a trovare la via del canestro. La gara quasi in ghiaccio, ma Civitanova si suicida. La caparbietà di Cupido e Maggi frutta due palle recuperate e cinque punti in un amen (53-55 al 35’). Il cambio di passo in difesa esalta il pubblico del Pala Cardito che trascina le rossoblù al pareggio: è Celmina a firmarlo. La gara è una corrida: non si segna per due lunghissimi minuti in cui si perde il conto delle palle contese. Ad apporre la griffe sul match è Camilla Valerio. L’ala arianese, determinante per tutto l’arco della gara nella propria metà campo, confeziona i due canestri del ko. Ci pensa poi Cupido a blindare la gara dalla lunetta negli ultimi 17” ed a nulla serve la quinta tripla della serata di una indemoniata Manzini.

 

LE FARINE MAGICHE ARIANO IRPINO – INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE: 63-58

Ariano Irpino: De Luca 2, Valerio 12, Falanga M., Santabarbara, Falanga A., Vargiu, Albanese, Maggi 12, Cupido 14, Celmina 13, Zanetti E. 10, De Michele. Coach: Ferazzoli.

Civitanova Marche: Bocola n.e., Gomes 8, Perini 13, Zaccari n.e., Trobbiani 2, Romano n.e., Delibasic 5, Di Costanzo 9, Marinelli, Stronati n.e., Manzini 21. Coach: Melappioni.

Parziali: (20-16; 29-34; 45-49)

Arbitri: Giovanni Roca di Avellino, Lucia Bernardo di San Nicola La Strada (CE)

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author